lunedì 9 aprile 2012

La Giunta deve dare seguito alle indicazioni del Consiglio Comunale: nessun doppio incarico nei CdA delle partecipate e dismissioni quote inutili!

Nel consiglio comunale dello scorso 8 novembre 2010, il Consiglio Comunale approvò l'ordine del giorno di Valli e Perazzolo sull'impedimento ai doppi incarichi nei CdA delle partecipate, oltre che alla riduzione dei compensi degli stessi ed altre questioni come la dismissione delle partecipazioni inutili.
Ebbene, ad oltre un anno e mezzo la delibera del Consiglio non ha ancora trovato completa attuazione.
Infatti, il sig. Sgambato Gianfranco, siede ancora nei CdA di ARCO e Sfera, oltre ad essere un Dirigente di AMA con ampia procura. Ma si può stare nei CdA delle società di cui operi in pieno controllo grazie al ruolo conferito nella società proprietaria? Non è ridondante ed, invero, inutile? Per questi incarichi riceve compensi?
Una strategia da Amministratore Unico in tali società sarebbe stata auspicabile, a ridurre gli oneri per la collettività, così come indicato dal Consiglio Comunale nel 2010.

Solo in ARCO, per la presenza di altri interessi come quelli del comune di Pieve, è lecito avere tre consiglieri, ma certamente non sei!
Le altre questioni (bazzecole...) erano relative alla vendita di partecipazioni in società che nulla avevano a che spartire con i servizi alla città di Rozzano (DGN, MioGas, Publicompost e Gestione Multiservice). Quale la situazione ad oggi?
Ebbene, nulla è cambiato:
- in DGN, AMA detiene ancora il 22%;
- in MioGas srl, AMA detiene ancora il 48% circa;
- in Gestione Multiservice, AMA detiene ancora il 3,6%;
Almeno Publicompost, essendo andata in liquidazione, è una partita chiusa.
Marco Masini

2 commenti:

  1. è dura mollare la poltrona ....in quest'AMA magnao in tanti.

    andrea

    RispondiElimina
  2. Il ragionamento è molto semplice. Se soi viene pagati "una paccata di soldi" per una sola carica, questa deve essere molto impegnativaa ed impegnare normalmente il "lavoratore" per molte ore della giornata (chiamiamola pure "lavorativa"). Ma se il "lavoratore" riesce ad avere e fare risultare dalle carte che è efficiente con più incarichi ..... facendo due pù due .... deriva che ogni incarico lo impegna minimamente. Dunque un incarico ad impegno orario ridotto strapagato ........ in sintesi il famosoi "comma 22" ........ ovviamente con coldio pubblici

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.