lunedì 1 maggio 2017

Rozzano, primarie: Renzi stravince ma il Pd non convince...

Ringraziamo i dirigenti PD Rozzano d'aver fatto conoscere i risultati delle primarie del loro partito.
I numeri crudi sono: 844 votanti, con 837 voti validi (Bianche. 1, Nulle. 6).
Erano presenti solo due mozioni: Orlando e Renzi, perché (e queste son le stranezze del democratico Pd) "Emiliano non era candidato in questo collegio poiché non ha raggiunto il numero necessario di firme" ha riferito Marco Macaluso, segretario locale.
Il risultato vede Renzi prevalere con 646 voti (77,18%), seguito da Orlando con 191. (22,82%).
Se, come ha riferito il segretario nella recente intervista sul QN, gli iscritti sono circa 300, solo poco più di 500 persone hanno pensato di dare un contributo nella scelta del segretario nazionale.
844 votanti sono il 2,65% dei 31mila e rotti elettori in città.
Alle ultime politiche del 2013, il Pd a Rozzano prese il 29,2%, 6873 voti.
Beh, la distanza è forte.
In italia, si dice abbiano votato 1,9 milioni di persone su 46 milioni di elettori, dunque il 4,13%.
Con i numeri (e le proiezioni) non si fa politica, ma, per divertirci, da questi numeri si evince che a Rozzano il Pd avrebbe una percentuale quasi metà dell'Italia tutta. Qualcosa deve significare.
Proiettato su base nazionale, avrebbe significato che solo 1,2 milioni di persone si sarebbero recati ai gazebo...
Non solo. Il 29,2% delle politiche 2013 a Rozzano, potrebbe essere oggi solo il 19%!
Qualche pensierino se fossi il segretario di quel partito me lo porrei.
E dai, e dai, a forza di mala gestio lo zoccolo duro comincia a scalfirsi.
Aspettiamo l'11 maggio e poi tireremo le fila.
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.