martedì 9 maggio 2017

Ma se i dati di perizia son gonfiati? AMA con Miogas sfida la decenza

Non riusciamo a capire se il ragioniere che ha redatto la perizia che il Consiglio dovrebbe discutere domani sia conscio del documento inutile che ha redatto o meno. Potrebbe essere semplicemente un Pilato qualunque: datemi i dati Voi ed io faccio i conti senza chiedermi perché. E crediamo sia proprio così. L'hanno anche pagato!
Come ipotizzavamo, infatti, riteniamo che abbiano abilmente tarroccato i numeri e usato le proiezioni commerciali 2017 (usate per ben altri scopi, normalmente per "stimolare" i commerciali) per ottenere il valore d'incanto (unilaterale) di Miogas a 10milioni.
Si tratta, al di là dei metodi da bilancino buoni solo per i libri sui principi contabili, di conti e formule applicati su numeri che prendono in considerazione gli "anni buoni" (2011 /2013), con un risultato d'esercizio maggiore di 1 milione anno,- con punte di 1,35 milioni del 2013 - annacquando gli "anni   difficili" (2014/2016) con una proiezione 2017 da ....fuori di testa!
Se gli amministratori saranno stati in grado di ottenere quei numeri sarebbero da premio nobel dell'economia, ma, temiamo ( e l'analisi ci supporta, come vedremo) di no. Tant'è che i periti dichiarano nella perizia che "differenze sui risultati effettivi e quelli programmati .... dipendono dalle scelte del management e dalla variabilità dei mercati".
'Sti caz... come dicono quelli colti: io butto li dei numeri, poi se non arrivano la colpa è del mercato o del management!
Il 2017 è , infatti, un dato che i periti dicono d'aver ricevuto come "budget" da Miogas.
In quei numeri e nella loro scelta vi è  tutta la forza delle scelte scriteriate di queste amministrazioni rozzanesi, che pigliano palate in faccia a forza di "usare" i numeri per piegarli alle loro necessità.
Il Budget, come vedremo, è stato costruito gonfiando le vendite e riducendo i costi oltre ogni misura.
Nel dettaglio.
Da 29 milioni di ricavi nel 2015 e 30 nel 2016 (saranno a bilancio?), fanno balzare le vendite a quasi 36 milioni, +22%.
Il dato "certificato" dai ragionieri, dice che dal 2013 al 2016 le utenze (31mila) son rimaste stabili, ed infatti la redditività, frutto più delle manovre dell'Authority che delle scelte e capacità dei gestori, è rimasta stabilmente sotto i 500mila euro, con il minimo nel 2015 a 100mila euro circa. Il prezzo del gas è diminuito nel 2016 in modo importante (circa -10% tra bassi di inizio anno e moderati alti di fine anno) ma nel 2017 il calo è contenuto (stima Qualenergia.it) nel primo semestre a -2,7%.
Poi, con grande fantasia, a fronte di una impennata nella proiezione dei ricavi del 22% (che pesata con la diminuzione del prezzo significa il 25% in volume venduto/utenze), i costi della materia prima aumentano solo da 19 a 20,5, +8%, e quelli totali (da 29 a  33,6) del 16%..... e già si capisce che qualcosa non va.
Non ci risultano delibere dell'Autorità per l'Energia ed il Gas che abbiamo permesso un così evidente aumento (anzi!) dei prezzi al consumo, ne accordi particolari con i fornitori del gas. E non ce ne son stati.
Questo significa che può essere solo una cosiddetta "crescita organica": le utenze servite passerebbero da 31mila a 38mila!!
Siccome il settore di riferimento sono le utenze residenziali ed il consumo medio non varia, ci si aspetta dunque una percentuale di crescita del gas commercializzato pari a quella dei ricavi. Questo  (+22%/+25%) porterebbe dai 66 milioni di metri cubi del 2015 agli 80,5/82 milioni di metri cubi nel 2017 che stanno sognando.
Ma così, i costi dell'acquisto del gas - senza trattativa sul prezzo di acquisto - dovrebbero salire a 23,2 milioni, ed il MOL si ridurrebbe a quasi zero, a meno che, ecco il trucco, il costo d'acquisto scenda magicamente del 9%.
Il Budget 2017, invece, dichiara un MOL (Margine Operativo Lordo) di 2,4 milioni, come nel 2012.
Ma, a fronte delle ipotetiche vendite del 2017 a 36 milioni di euro (da dimostrare, e non abbiamo contezza di un tale sviluppo), nel 2012, per ottenere quella marginalità, Miogas aveva sviluppato 42,5 milioni di ricavi con 82milioni di mc di gas venduti!
Insomma, comunque la si guardi si capisce che è una buffonata.
Poi ci sono altre perle.
I Costi "altri", non di acquisto del gas, una delle voci che porta al (sognato) MOL di 2,4 milioni del budget 2017, balzerebbero dai 10 milioni del 2012 (quando l'azienda guadagnava 1,3 milioni fatturandone 43) a 13 milioni. In queste voce ci sono le Consulenze, che, solo nel 2015 son passate da 600 mila euro ad 1milione!!!!
Ma quanti cavolo di favori e bocche devono soddisfare fuori dall'azienda?!
Anche sul Patrimonio Netto, a bilancio 2015 pari a 1,9 milioni, e utile a definire il "valore" della Società, abbiamo dei forti dubbi.
E' costituito quasi interamente da 1,7 milioni di "Altre Riserve" (fondi di bilancio non obbligatori da Codice Civile, dove son stati fatti confluire gli utili, prevalentemente, per 1,3 milioni di euro, del 2013) abbiamo dei forti dubbi che esistano: la liquidità, al 31/12/2015 era solo di 208mila euro.
Alla fin della fiera, il vero valore di Miogas sono le 31mila utenze (i cui crediti si svalutano ogni anno di 500mila euro!), l'immobile con mutuo di viale Lombardia 34 da 450mila euro, un milione di depositi cauzionali e l'arredo dell'ufficio.
Il "burden" (impegni), sono 10 milioni di debiti con le banche (a breve, tra fidi, finanziamenti e anticipazione del credito).
Se troveranno un'azienda interessata all'acquisto, crediamo che facciano per lo meno quello che ha fatto RF, e che non si accontenteranno delle loro carte.
E non hanno ancora parlato col socio MEA Melegnano...
Vedremo, e....siamo sicuri che ci stupiranno!
RF



2 commenti:

  1. Fanno una richiesta alta per poi recuperare la metà e sarebbe sicuramente un guadagno visto quello che perdono, non ufficialmente, ogni anno. Se i crediti li passassero a perdite ecco che il patrimonio della società si scioglie come neve al sole...

    RispondiElimina
  2. Che dire... il presidente si occupa di piscine! Il commercialista è il figlio di un ex presidente! Alla faccia delle consulenze.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.