giovedì 28 giugno 2012

OPERA - Sandolo: "Dio li fa poi li accoppia!"


Nel consiglio comunale che si è svolto l'altra sera, l'Amministrazione comunale, i governanti di Opera - Lega, PDL e UDC - ha pensato bene che oltre ad introdurre l'IMU era anche il caso di raddoppiare l'IRPEF comunale passandola dal 4 per mille all'8 per mille.
Da notare come il Sindaco Fusco, leghista, che a Roma contesta Monti e l'Assessore al Bilancio Tedeschi, UDC, che a Roma appoggia Monti abbiano trovato un singolare accordo sull'aumento dell'IRPEF comunale... raddoppiandola!
"Della serie "Dio li fa e poi li accoppia"", commenta Augusto Sandolo, consigliere comunale di opposizione, e dice che "l'accordo costerà ai cittadini Operesi 40 euro di tasse in più ogni 10.000 euro lorde di reddito.
Evidentemente ad Opera sentivano proprio la necessità di raddoppiare questa tassa come se già non bastasse la pesantezza fiscale complessiva".
Lavoratori dipendenti e pensionati saranno naturalmente ancora una volta i più bastonati perchè tale tassazione è fatta in automatico sull'importo mensile percepito.

mercoledì 27 giugno 2012

Il PGT è stato approvato dalla “minoranza di governo”

La "minoranza" approvativa...
Alle 1.30 a.m. di mercoledì 26 giugno anno domini 2012, la "minoranza di governo" ha approvato per la maggioranza dei cittadini di Rozzano il PGT adottato in dicembre completato dalle controdeduzioni dei tecnici (e di qualche politico? Mah...) alle osservazioni dei cittadini e degli stakeholder, o portatori di interesse.
Il consiglio di Rozzano si compone di 30 consiglieri più il Sindaco. Il PGT ha visto il voto favorevole di soli 14 di loro più il Sindaco (15 su 31).
Le difficoltà si son viste durante tutta la fase di votazioni per tranche artificiose di raggruppamenti di contodeduzioni/osservazioni. In alcuni casi l'asticella è salita a 16 per l'aderenza ad alcune tesi più o meno dichiarate accolte da parte di consiglieri di minoranza. Si è avuta una unanimità solo sull'accoglimento nel piano di quanto già normato da un Regolamento, vale a dire sul tema delle sale gioco e scommesse. La difficoltà resta comunque nel recepimento.
Si è riconfermato l'atteggiamento "stampella" di Moro e Caraccini, che hanno consentito l'apertura della seduta e sempre mantenuto il numero legale, che, invece, con la sola "maggioranza" non c'era (votando però contro... per salvaguardare "l'indipendenza").
Confronto serrato. Un Presidente oltremodo pugnace in spregio più volte al Regolamento, che, insieme all'incerto Segretario - che più faceva chiarezza più le questioni si complicavano - ha fatto di tutto per cercare di accorciare il dibattito, ottenendo spesso l'effetto contrario.

Milano, via Imbonati. Un grattacielo di 20 piani

Stesso tessuto urbanistico di Valleambrosia!
MM

Milano, zona Monumentale. Grattacieli di 17 piani.

Proprio la stessa condizione urbanistica di Valleambrosia!
MM

martedì 26 giugno 2012

Rozzano chieda alla CMB un contributo per la popolazione colpita dal terremoto: paghino dopo aver prelevato!

Carpi: paghi CMB per lo scempio di Rozzano
...confermato da Google. Ricercando gli hyperlink relativi alle parole chiave "CMB carpi Rozzano", si trovano ben 5.500 riferimenti, mentre, "Rozzano CMB" ben 32.000!!!
Ecco perchè Rozzano "adotta CMB" (di Carpi, ma è un di cui). Una approfondita analisi qui.
CMB ha realizzato a Rozzano (ed in Lombardia), i migliori risultati economici rispetto alla messe delle sue attività, e Rozzano è stato (ed è) sempre segnalata sui loro bilanci come un "grande Comune dell’hinterland [milanese, ndr], dove lo sviluppo urbano conserva una traccia evidente dell’opera della Cooperativa, quasi come Carpi" (Bilancio CMB 2008, pagina 117).
Stante il forte legame tra la cooperativa ed il suo territorio, ci saremmo aspettati un grande sensibilità nei riguardi della città d'origine e delle vicissitudini legate al terremoto; che sò, un jingle in HomePage del sito che magnificava l'offerta della cooperativa al Comune di Carpi, un comunicato stampa di solidarietà, l'adesione ad iniziative di sostegno sociale ed economico con la cessione in comodato gratuito di appartamenti in altri luoghi, magari sfitti (Rozzano?), etc.

Consiglio Comunale, prima serata. Tetre ombre di "teocrazia cementizia"

La prima serata del consiglio comunale si è svolta con un incontestabile problema di democrazia, in pima battuta, e di persistente (e denunciata) mancanza di informazioni.
Fatti salienti:
- Moro e Caraccini sono ufficialmente "fiancheggiatori" della maggioranza dall'opposizione
- nessuno conosce le osservazioni e le relative controdeduzioni, ma votano che si sono discusse
- la conduzione del consiglio è stata pessima: ore passate invano a chiedere di poter parlare e un Presidente a tappetino della maggioranza a s-garanzia del Consiglio
Ecco la cronaca.


Consiglio Comunale di Rozzano. Inizia con le comunicazioni al consiglio.
Valli segnala che meno del 60% dei consiglieri ha presentato la dichiarazione dei redditi.
Gagliardi, continua una battaglia: sulla necessità di avere uno scanner per AMA per evitare di fare fotocopie e tagliare foreste...
Battuta infelice di D'Avolio denunciata da Ferretti.... opposizione di sterco??? (D’Avolio sostiene, fuori onda, che ha raccolto voci…).
Masini segnala la pubblicità di CMB per un grattacielo a Valleambrosia di 17 piani fuori terra che NON è stato autorizzato dall’Amministrazione. Cui prodest?
Capriglione: segnala che il consiglio si è aperto grazie a Moro e Caraccini, notoriamente di opposizione....

Gemellaggi: Rozzano li fa col cemento.

Aperto l'ufficio vendite a Valleambrosia della CMB di Carpi, appena gemellata dal sindaco (o con il sindaco) e Giunta con Rozzano, per la costruzione di alcune palazzine (...così pensavano i consiglieri comunali) in uno dei Piani Integrati di Intervento sulla pavese. Invece...
Invece CMB, in accordo con Egli e altri (non potrebbe essere diversamente), propone un nuovo skyline per la frazione con un grattacielo da 50 e più metri, sebbene non sia ancora stata proposta al consiglio comunale alcuna modifica alla convenzione (che prevedeva ben altro).
Per farsi un'idea, basta andare a vedere una delle torri bianche di Gratosoglio: quelle sono solo 16 piani!
In un contesto di ben altra estetica, qualcuno che dovrà avallare e decidere già suggerisce di guardare alle realizzazioni a Milano in via Savona (!!), CMB propone una truffa (ad oggi non si può dire altro, visto che non c'è nessuna approvazione consiliare) alle persone che, presentandosi presso i suoi nuovi uffici (con appartamenti campione da visitare!) possono già firmare un compromesso per qualcosa che non dovrebbe esistere. O no..?!

domenica 24 giugno 2012

Altre case? No, grazie. Lavoro stabile e duraturo per una vera sostenibilità la priorità. D'Avolio contro.

Palazzi vuoti. Territorio consumato per nulla. Perchè
farne ancora? Quale bisogno? 
Così come ha reso ammissibile a Rosate e Vignate la realizzazione di aree industriali e la costituzione di un nuovo polo logistico nel Parco Sud votando e facendo votare a favore di ognuna di quelle e di altre varianti che consumano il prezioso suolo del parco, Massimo D'Avolio, presente alla commissione territorio di martedì sera 19 giugno a Rozzano, forza con l'ausilio dei tecnici la lettura del parere del Parco Sud e rende ammissibile il "cemento che vola" dei cosiddetti comparti F e G.
Si tratta di terreni oggi privati che, con la scusa di mantenerli "protetti", vengono proposti in acquisizione dal Comune cedendo volumetrie di "compensazione" con un indice basso ma significativo, che atterrerebbero su... campi di calcio!.
In quelle aree, oggi, sarebbe possibile al massimo costruirvi piccoli edifici rurali di servizio (se i proprietari fossero interessati all'agricoltura, ma non lo sono sennò l'avrebbero fatto) ma con il Pgt potranno avere cubature " inattese" da giocarsi sul territorio in aree definite di concentrazione edificatoria che prima erano a servizio (i campi di calcio, appunto). In funzione di quello scambio saranno di concentrazione edificatoria.
E tutto questo in un mercato immobiliare inesistente... !!

sabato 23 giugno 2012

Sosta e multe: a Milano, grazie all’ex Sindaco Moratti, i ricorsi si vincono.


Sono sempre più numerosi i ricorsi avverso le multe e le cartelle esattoriali emesse da Equitalia per conto del Comune di Milano che, impugnate, portano alla vittoria dei ricorrenti.
La ragione della vittoria dei ricorsi risiede nel Codice della strada che prevede, obbligatoriamente, la presenza di una quota di parcheggi liberi oltre alla sosta a pagamento.
La Giunta Moratti, attivando “Ecopass”, in larga parte della città, invece, realizzò esclusivamente parcheggi a pagamento.
In queste condizioni la sosta non autorizzata non rappresenta una colpa del cittadino e le opposizioni alle multe e alle cartelle di Equitalia, ottengono, quasi sempre, soddisfazione. “L’Assessore al traffico, Maran, modifichi immediatamente le storture realizzate in maniera improvvisata dalla precedente Giunta Moratti ed assicuri, con la sosta a pagamento, anche la sosta libera nell’AreaC e nei pressi del centro cittadino”, afferma il presidente di Amici della Terra Lombardia, Stefano Apuzzo.
 I ricorsi, curati con successo dall’Avvocato Rosanna Bracchi dello Studio Tonelli di Milano, dimostrano che, attualmente, l’Amministrazione comunale, a causa della precedente Giunta, si trova in difetto.

Consiglio Comunale: aggiornamento.

All'ordine del giorno del consiglio di lunedì e martedì, si sono aggiunti due nuovi punti, su indicazione del PDL e di PRC.
Questo porta ad un numero spropositato i temi da trattare, con la garanzia, quindi, di non riuscire a farlo....
I rischi nei numeri risicati della maggioranza, non lasciano alla Giunta del Sindaco spazi di manovra, e così, dovendo convocare i consigli comunali con il contagocce, la lista si allunga, si allunga, si allunga....
Marco Masini
Atto n.  05 bis          
OGGETTO: INTEGRAZIONE SUPPLETIVA O.D.G. DEL CONSIGLIO COMUNALE CONVOCATO IN DATA 25 GIUGNO 2012.

Ai sensi dell' art. 41 comma 2 del vigente Regolamento del Consiglio Comunale  si integra l' O.D.G. indetto per la data  LUNEDI’ 25 GIUGNO 2012 ALLE ORE 18.00 con i seguenti punti all'ordine del giorno:

venerdì 22 giugno 2012

Sicurezza stradale: nuove strisce zebrate in città, più visibili, più sicure.

E' in corso, in città, la riverniciatura delle strisce pedonali secondo i recenti canoni della sicurezza, che tendono ad incrementare la visibilità diurna e notturna degli attraversamenti pedonali al fine di renderli più sicuri.
Le ultime statistiche pubblicate in questi giorni dicono che negli ultimi 10 anni sarebbero ben 8000 i pedoni investiti e rimasti uccisi da un automobile, mentre sarebbero stati ben 205mila i feriti in questi incidenti, e molte volte tali eventi sono dovuti alla mancanza di visibilità e riconoscibilità delle indicazioni stradali, e non solo.
A Rozzano si investe da molto tempo sulla sicurezza stradale, cercando di lavorare sui ragazzi sin dalle elementari. L'assessore Caterina Mallamaci ritiene che "certamente il migliore investimento in sicurezza stradale - oltre al rispetto delle prescrizioni tecniche e far si che vengano rispettate - è quello fatto nelle scuole, dove fin da piccoli si può lasciare un messaggio capace di rimare impresso più a lungo e con maggiore forze che nelle vecchie generazioni".

PGT: si va in aula senza aver potuto discutere le controdeduzioni. Una forzatura sui tempi della maggioranza che non garantisce nessuno.

La nebbia c'è.... ma non si vede!
Il secondo step della Commissione Territorio non è bastato - e non sarebbe bastato in qualunque condizione - per trovare il tempo di discutere delle controdeduzioni alle osservazioni del PGT.
Dopo la riunione del 19 giugno, sufficiente appena per cercare di sopperire alle "ristrettezze" annunciate in Consiglio Comunale per la discussione e valutare, comprendere il parere del Parco Sud, nella seduta di ieri sera si è potuto solo ricevere una descrizione generale dei criteri di aggregazione delle controdeduzioni da parte dei tecnici, cercare di accordarsi sul metodo di analisi delle stesse (singolarmente, con solo una introduzione di carattere generale), e discutere la controdeduzione 37.1 sul tema delle sale giochi e scommesse sul territorio.
Al di là della velocità e del tempo a disposizione (la seduta è durata circa tre ore), i commissari non hanno potuto trovare un accordo con la Giunta, rappresentata dal vice sindaco Gaeta, per trovare lo spazio di discutere nel modo necessario (per norma, come richiamato dai consiglieri Gabriele e Valli, al fine di discutere di ogni singola osservazione, o per quantità, come sottolineato da Masini, trattandosi di oltre 650 pagine di documentazione inviate lo scorso giovedì sera, da studiare e cercare di analizzare e commentare).

Commissione Risorse: Gabriele (SEL), zittito da Moro (RxT), abbandona la riunione.

Se una rondine non fa primavera, due rondini cominciano a lasciar intravedere un cambiamento.
Durante la Commissione Risorse di mercoledì 20 giugno, diretta e presieduta dal consigliere Moro (Rozzano per Tutti - RxT), si è consumato un atto politico che porta a distinguere le opposizioni dai "fiancheggiatori".
Utilizzando lo strumento del "la commissione è mia e decido io come deve essere diretta" (più che lecito, tant'è che anche io, in qualità di Presidente della commissione Territorio, ritengo debba essere considerato), Moro ha deciso di non far parlare il commissario Gabriele, togliendogli la parola, perchè non rispettava i "canoni" della discussione che riteneva adeguati per la riunione.
Ciò non di meno, la gestione della commissione diventa "segnale politico", un mezzo per qualificarsi come "affidabile" agli occhi della maggioranza.
Ancor di più questo segnale sarà da ricercare lunedì, all'apertura del Consiglio Comunale. Moro, dopo che l'attuale Presidente D'Errico annunciò che sarebbe stato spostato l'orario di inzio dele sedute dalle 18.00 alle 20.00 ebbe a dichiarare in aula che "grazie al fatto che è stata raccolta la mia istanza sull'orario, garantirò la nostra (sua e di Caraccini, n.d.r.) presenza in aula dalle 20.00 alle 24.00". Un segnale in aperto scontro con gli ex del PdL, dai quali sono stati "sospesi".
Ma il Consiglio è ora convocato alle 18.00.

giovedì 21 giugno 2012

ROZZANO - Commissione Territorio 19 giugno 2012. Revisione controdeduzioni, tappa 1.

M. Masini - Foto (sfocata) by L. La Spina
Il 19 giugno, come già anticipato, si è svolta la prima di due commissioni convocate per iniziare ad esaminare le controdeduzioni alle osservazioni al PGT protocollate entro il 2 aprile scorso della città di Rozzano.
Rendo disponibile il verbale della Commissione e il testo dell'intervento che ho sviluppato all'introduzione.
Si è trattata di una commissione tecnico-politica. Normalmente le commissioni hanno un carattere "tecnico", dove si chiede e ci si informa dei contenuti e del processo. Questa volta, a causa della scellerata scelta del Presidente durante la Conferenza dei Capigruppo, la discussione in consiglio comunale sarà svolta secondo i criteri canonici del Regolamento del Consiglio che prevedono 5+5 minuti di interventi e 3 minuti per la dichiarazione di voto, ho voluto rendere possibile un'estesa discussione sul PGT che altrimenti non avrà trovato spazio in Consiglio.
Introduzioni di chiunque a ricordare la scarsa partecipazione e crescita dal basso del Piano, nato invece negli uffici e portato al territorio ed alla città dopo l'adozione. Prima di allora, solo alcuni operatori e selezionate associazioni avevano avuto il privilegio di vederlo.
In questa commissione si è anche discusso del parere del Parco Agricolo Sud Milano, deliberato dal Consiglio Direttivo, formato da vari elementi e presieduto da Podestà, presidente della provincia di Milano.
E' stato interessante vedere che (come ha sottolineato Apuzzo nel suo intervento) il PD, in quanto grande, accogliente e variegata famiglia, ha reso due pareri opposti:

Toccati nel vivo: finalmente anche il sito del Comune pubblica (per la prima volta) la convocazione del Consiglio Comunale!

Evviva!
Pur devastando la grafica nell'area "newsflash", il sito del Comune di Rozzano, per la prima volta, pubblica l'avviso di convocazione del Consiglio Comunale.
Ormai da anni RF provvedeva a questa importante carenza nella comunicazione istituzionale ed ora, stimolati dall'incalzare delle vicende sulla trasparenza a livello locale e nazionale, finalmente ci arrivano.
Lo Staff del Sindaco, il suo personale Ufficio Comunicazione (i cosiddetti incarchi discrezionali di "indirizzo politico-amministrativo"), costa alla città più di 100mila euro (di cui ben 45mila per la coordinatrice), e, ancora oggi, con la responsabilità diretta della gestione del web, non fanno sapere nulla delle convocazioni delle commissioni dipartimentali pubbliche, del consiglio comunale (sino ad oggi, speriamo che proseguano con una grafica più degna) e degli importanti appuntamenti di carattere amministrativo e politico.

Moro, Rozzano per Tutti: "siamo e rimaniamo all'opposizione!"

Ricevo e volentieri pubblico la missiva del consigliere Moro che intende precisare a RF alcune questioni, facendo riferimento ad un commento ad uno dei post che lo chiamava direttamente in causa, ma chiarendo alcune speculazioni sulle quali anche noi avevamo alimentato il dibattito ("Manovre in corso per la "stampella" alla Giunta D'Avolio. Ed il PRC "tegn' dur"!").


Moro e D'Avolio. Vicini ma non troppo....
Caro Masini,
scusami se, anziché rispondere direttamente all’autore del commento con cui il coraggioso anonimo mi indica quale aspirante alle prebende che l’attuale maggioranza di governo cittadino sarebbe disposta ad elargirmi , sotto forma di qualsivoglia titolo, ove passassi nella sponda da te recentemente abbandonata, scusami, dicevo, se mi rivolgo direttamente a te. Gli è che provo un fastidio fisico, che va oltre la repulsione, quando alcune persone (come il “nostro”, nel caso di specie), nascondendosi accuratamente dietro l’anonimato, ti imputano azioni e comportamenti che assai verosimilmente farebbero parte del loro agire quotidiano ove ne avessero l’opportunità.
Andiamo al dunque: premesso che il tuo affezionato, coraggioso anonimo, deve soffrire, fra l’altro, di strabismo interpretativo (passami il neologismo) poiché l’articolo al quale si richiama e dallo stesso tanto incensato, a me pare che si rivolga ad altri interlocutori ai quali, senza mezzi termini e con puntuta indignazione, esprime il proprio pensiero. Mi pare proprio, e t’invito a rileggere attentamente il pezzo del buon Massa, che egli identifichi i Scilipoti di turno nei transfughi che, in questi ultimi tempi, hanno abbandonato la maggioranza (sul numero di Giugno di ViviRozzano, N.d.r.).

mercoledì 20 giugno 2012

Consiglio comunale il 25 e 26 giugno: PGT e IMU

E' stato oggi convocato il consiglio comunale per il prossimo 25 e 26 giugno.
I temi più importanti saranno il PGT (per la sua approvazione "temporanea" in attesa dei pareri della Provicnciaq e della Regione) e l'IMU, di cui il Sindaco ha già dato comunicazione con lettera autografa ai cittadini.....

Ecco l'atto di convcazione:

Atto n.  05/2012
OGGETTO: ADUNANZA ORDINARIA DI PRIMA CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Ai sensi del vigente Regolamento del Consiglio Comunale  e dell’art. 19 – comma 1 dello Statuto Comunale, la S.V. è invitata alla riunione di cui all’oggetto che avrà luogo LUNEDI' 25 GIUGNO  2012 ALLE ORE 18.00 presso la Sala Consiliare del Centro Civico, per la trattazione dell’allegato ordine del giorno.

Qualora la trattazione degli argomenti posti all’ordine del giorno non sia esaurita entro l’adunanza del giorno 25 GIUGNO i lavori proseguiranno il giorno MARTEDI' 26 GIUGNO 2012 ALLE ORE 18.00 


Cordiali saluti
                                                          
Si comunica che  gli atti relativi alle proposte deliberative sono depositati presso la Segreteria C.C. ai sensi dell'art.46 comma 3.

                              
        IL PRESIDENTE
                                                                                                     Giovanni D' Errico

  

Rozzano. Una fontanella senz'acqua....

Una fontanella asciutta, senza nemmeno più l'erogatore e senza più acqua, con graffiti e con la perdita della sua funzione.
A Quinto, nei pressi del parchetto di via Mincio, la situazione del "drago verde" sembra una metafora della città.
Manutenzione necessaria, l'estate morde!
MM

martedì 19 giugno 2012

A Rozzano non ci facciamo mancare nulla: l'Humanitas al centro delle cronache per negligenza, eccellenza e generosità (degli amici)...

Fa un certo effetto vedere, a pochi giorni di distanza, due notizie che mostrano "la necessità" e "l'indesiderato" per ciò che concerne la scienza medica in Italia, ed in particolare a Rozzano.
"La necessità" è quella dei fondi per la ricerca, che non sono mai abbastanza, e che il pubblico fatica ad erogare, in particolare rispettando il criterio del merito, sganciato da baronie e valutazioni men che obiettive. In questo senso è piacevole vedere come Gerry Scotti ha devoluto a quattro giovani ricercatori dell'Humanitas ben 25mila euro a testa per farli lavorare all'interno della struttura dell'Istituto Clinico, nell'area universitaria e di ricerca.
"L'indesiderato" è la trasformazione della medicina in lavoro a cottimo. E' di ieri la pubblicazione della sentenza che riguarda il cardiochirurgo dell'Humanitas Roberto Gallotti, condannato a quattro anni e cinque mesi perchè considerato colpevole di aver causato la morte di un paziente, e prescritto per le lesioni di altri cinque. Nella sentenza, la prima sezione della Corte d’appello descrive in cosa consistesse quest’approccio esageratamente quantitativo agli interventi. E dimostra in cosa consistesse quel «cottimo chirurgico» di cui hanno parlato il procuratore aggiunto Maurizio Romanelli e il pm Eugenio Fusco e le parte civili nel corso del processo.

7° Torneo Città di Rozzano: 64 squadre giovanili si sono confrontate per oltre un mese.

Dal sito dell'Inter (www.inter.it)

Venerdì, 15 Giugno 2012 11:3
  
Foto: Inter.it
Si è concluso il 7° Torneo Città di Rozzano, che dal 1° maggio al 10 giugno 2012 ha visto passare, dal Centro Sportivo dell'A.S.D. Rozzano Calcio, 64 squadre appartenenti alle categorie Pulcini, Esordientie Giovanissimi. Dai più piccoli dell'annata 2003 ai più grandi del '97, hanno partecipato alla manifestazione alcune delle più importanti società di calcio lombardo, oltre a CDF e Scuole Calcio Inter, che hanno avuto modo di incontrarsi e sfidare le selezioni giovanili di numerosi club professionistici: Inter, Juventus, Torino, Atalanta, Novara, Varese, Pavia, Como, Lecco, Pergocrema. Un po' di numeri rendono l'idea della portata dell'evento: davanti a un totale 3200 spettatori, 1300 atleti hanno disputato 130 partite suddivise nei quaranta giorni del torneo, tra fasi eliminatorie a gironi, semifinali e finali; con un totale di 50 coppe e targhe assegnate.
Redazione RF

lunedì 18 giugno 2012

D'Avolio fa carta straccia del Parco Sud: vota SI alla variante di Vignate e dice (ma le parole non sono atti) che a Rozzano lo protegge....

All'assemblea dei Sindaci del Parco Sud, il nostro Sindaco Massimo D'Avolio ha votato SI e ha perorato la causa della variante che permette alla società di logistica intermodale Sogemar spa (dal 1990 parte del gruppo Contship Italia Group) di usare per le proprie attività ben 100mila metri quadrati di terreno nel Parco Sud.
L'ennesima variante (che viene dichiarata, come sempre, l'ultima) che mangia terreno ad un'area che tutti dicono di voler difendere.
Su 61 sindaci, presenti all'assemblea di cui è presidente D'Avolio, 32. Su 32 presenti, ben 23 (PD e PDL) hanno votato SI. Al solito, una minoranza decide per la maggioranza dei cittadini.
A Rozzano, la si vuol difendere usandola come merce di scambio per spostare volumetrie inesistenti che dai territori del parco deriverebbero in aree a verde (comperti "F" e "G" del Parco).
Nel caso di Melzo e della Sogenar, il dilemma si pone in quanto a Segrate, a poca distanza dal territorio stralciato, esistono km quadrati di interporto inutilizzato, già cementificato e disponibile all'utilizzo.
Si parla tanto di compensazioni, di perequazioni, ma ogni volta che c'è da praticare quanto descritto anche nella L.12 dela Regione Lombardia (quella del PGT), si fa di tutto per farne carta straccia. In particolare da parte della Provincia di Podestà, con la quale D'Avolio sembra andare d'amore e d'accordo....

Un contributo alla Protezione Civile: l'Amministrazione si impegna, meno la Regione.

L'Amministrazione cittadina, su proposta dell'assessorato di riefrimento, ha erogato un contributo di 5.500 euro alla sezione rozzanese della Protezione Civile, che ha sede in viale Liguria nella struttura della scuola media.
L'associazione, da molti anni guidata da Renato Porciello, è una delle meglio attrezzate del Sud Milano, addirittura dotata di attrezzature anti-incendio per un primo intervento e di una cucina da campo, capace di erogare sino a 5oo pasti, che sarebbe stata molto utile in Emilia. Sarebbe, perchè per disposizioni dell'assessorato competente regionale (o meglio del CCV, centro di coordinamento volontari), i nostri volontari non possono lasciare la loro sede.

sabato 16 giugno 2012

OPERA - Truffa, elusione fiscale e torture: una denuncia da Amici della Terra per il canile lager dei cacciatori!


Lunedì è morta la vecchia che gestiva il lager di Opera (chi la fa l'aspetti)! 
Un sito di detenzione di cani da caccia, che venivano liberati solo durante la stagione venatoria e senza nessuna cura e tutela.
In più, ella (la vecchia) si permetteva pure di gestire un parcheggio abusivo di camper e caravan....
Dopo anni di denunce all'ENPA (che non ha mai fatto nulla ne messo in moto alcun meccanismo di tutela), il Presidente di Amici della Terra Lombardia, Stefano Apuzzo, è intervenuto con una denuncia alla Procura a tutelare gli animali e riportare a normalità il territorio.
Già la caccia di per sè è una pratica vergognosa e medievale, ma abusarne due volte torturando gli "amici" che ti aiutano è veramente una porcata!

Ethernit comunale: un incarico per la verifica.

La Giunta di Rozzano ha affidato un incarico per la verifica dello stato dell'arte delle coperture in lastre di Ethernit del "maneggio" di Ponte Sesto, in via Dante Alighieri.
Si tratta della struttura dove risiede la mensa comunale di Arco, una delle società partecipate da AMA, che dovrebbe essere più correttamente usata per il rimessaggio dei mezzi di API che invece ingrassano le case delle CRC (ricordiamo dell'affitto che API paga di 180mila euro all'anno).
La Regione Lombardia ha definito un preciso protocollo per la verifica dello stato dell'arte delle coperture (ecco la pagina dell'Ente per la "Valutazione delle condizioni delle coperture in cemento amianto"), ma
esiste un complessivo Piano Regionale Amianto Lombardia (PRAL) in vigore dal gennaio 2006. Il PRAL si è posto una serie di obiettivi tra cui il completamento del censimento dei siti con presenza di amianto e la rimozione dell’amianto dal territorio regionale.

venerdì 15 giugno 2012

Sindaci centroamericani e spagnoli in visita agli orti di Rozzano. La sostenibilità fa scuola.


Ieri mattina una delegazione di circa 40 rappresentanti di Comunità locali di 4 Paesi Centroamericani e spagnoli sono stati accolti in Cascina Grande a Rozzano e si sono in seguito recati in visita agli orti comunali di Via della Cooperazione.
Gli ospiti della delegazione internazionale sono stati accolti dall’Assessore alla Cooperazione e all’Ambiente, Stefano Apuzzo e dall'assessore Caterina Mallamaci, Educazione.
Si tratta della continuazione del progetto RealSAN, Realizzare Sicurezza Alimentare, finanziato dall’Unione Europea, Capofila il Comune di Milano che prevede interventi e scambi per raggiungere obiettivi di equità alimentare, salubrità e sicurezza degli alimenti.

IMU: D'Avolio conferma ai rozzanesi che la subiranno tutta. Nessun impegno per uno "sconto".

Con una lettera in tutte le caselle della città, il Sindaco D'Avolio conferma l'intenzione inamovibile dell'Amministrazione di "resistere" alle tentazioni di aumentare l'IMU (??), ma che l'applicherà così come chiesto dallo Stato: "Il Comune di Rozzano manterrà l'aliquota base (0,4 per mille, ndr) definita dal Governo".
Quello Stato, però, dice anche che i Comuni avevano la facoltà di ridurla dello 0,2 per mille. Il non farlo è chiaramente una scelta politica.
Come si poteva intervenire in riduzione? Cercando efficienza e riduzione di sprechi in casa, invece di chiedere nelle case (è proprio il caso di dirlo) degli altri!
Su RF abbiamo da tempo segnalato occasioni di riduzione della spesa pubblica amministrativa e di aumento del gettito, riducendo anche le spese incontrollate delle Aziende partecipate.

giovedì 14 giugno 2012

TELERISCALDAMENTO: Corsico fattura a D'Avolio. I cittadini di Rozzano pagano...

Si è chiusa la RETE (srl): un buco nero per i cittadini di Rozzano, aperto e chiuso nel giro di 5 anni, ma lascia ancora strascichi male-odoranti...
Assorbita per incorporazione (da qui il processo digestivo con i miasmi) da AMA dopo aver dilapidato un patrimonio, sta per ricevere dal Comune di Corsico una fattura salata per aver gonfiato i costi del teleriscaldamento dei cittadini del quartiere Burgo.
A causa delle anomalie tariffarie del periodo di gestione del 2008-2010, certificate da un collegio di periti, il Comune di Corsico "intende sollecitare la cooperativa Degradi - costruttore - e la ex società di gestione Rete srl di Rozzano a restituire quanto previsto, eseguendo i calcoli richiesti per ciascun utente".
La storia racconta che, "nel processo di costituzione di società di gestione dei servizi pubblici  controllate da AMA spa", con il Cda del 24 gennaio 2006, si da autorizzazione all'allora Presidente di AMA, rag. Carlo Carrara, di intervenire alla sottoscrizione dell'atto costitutivo di una nuova società, RETE srl, sottoscrivendone l'intero capitale sociale.
Rete Srl si era intesa farla nascere per occuparsi degli sviluppi "energetici" sul territorio di Rozzano e del Sud Milano più in generale. Poco prima, infatti, era stato presentato un Piano Energetico per la città di Rozzano, che includeva, ovviamente, il Teleriscaldamento, e, per dare sostenibilità economica, si ipotizzava l'apertura ad altri comuni del Sud Milano.
A tal scopo (??) venne nominato un Procuratore Speciale (il Sindaco), che provvedette a costituire la società.
Rete comincia ad operare distribuendo gettoni da Consigliere di amministrazione sin dal 2006 (€39,928), ma di fatto, solo nel 2007 "muove le penne".... ma chiude nel 2011!

mercoledì 13 giugno 2012

Il 19 giugno la Commissione Territorio per l'apertura dei lavori sulle controdeduzioni del PGT.

Dopo alcune "schermaglie" tecnico-tempistiche con l'assessore e vice-sindaco Gaeta sulla data di convocazione, che ha comportato l'emissione di una "falsa comunicazione" ai commissari ed il suo ritiro, la Commissione Territorio è stata infine convocata per il 19 giugno prossimo alle 21.00 ed il 21 giugno alla stessa ora.
All'ordine del giorno il PGT, e le cotrodeduzioni alle osservazioni ricevute dall'Amministrazione.
Si tratta di 72 documenti (si disse 65 sul comunicato del Sindaco) realizzati da privati, associazioni, imprese, partiti, consiglieri, etc.
Ecco l'elenco.
Marco Masini

Sandolo:"Amministrazione comunale di Opera svegliati!". L'inedia del comune nei riguardi del terremoto.


"Purtroppo il comune di Opera, o meglio l’amministrazione che lo dovrebbe governare, non sta facendo alcunchè, a differenza di altri comuni, per aiutare le popolazioni terremotate dell’Emilia-Romagna", denuncia il consigliere comunale di Opera Augusto Sandolo.
"Per fortuna che c’è stata una iniziativa privata di alcuni cittadini operesi (in particolare di due coniugi) che si è preso l’onere di dare una mano a questa gente duramente colpita dal nefasto evento sismico, altrimenti se fosse stato per questa amministrazione comunale, lo stesso sarebbe passato in completa sordina".
Nel contempo però il Comune procede con le sue curiose inaugurazioni. Ho scritto curiose non certo perché non sia giusta l’iniziativa che si terrà venerdì prossimo per l’inaugurazione di via Piantadosi ma perchè qualche settimana fa nella stessa via c’era stata l’inaugurazione della sede della nuova farmacia (sede e non nuova farmacia in quanto è la stessa che si è trasferita da un sito ad un'altro).

RIDICOLO!!

Dopo l'annuncio di convocazione, con tutti i crismi della segretezza, la Commissione Statutaria per la costruzione del regolamento dell'Osservatorio sulla Legalità è stata ANNULLATA e re-inviata a data da destinarsi!
Valli: "quando si dice che la forma è sostanza! In qualità di Vice Presidente della Commissione mi si permetta un commento al Presidente: NO COMMENT!!!!"
E Gabriele (SEL) rincara la dose: "La maggioranza è allo sbando. Occorre che riflettano seriamente sull'atteggiamento e sull'agire politico". Ed anche Ferretti (PdL) non usa mezze parole: "Queste convocazioni seguite dagli annullamenti spiegano ,se ancora ce ne fosse bisogno , il caos che regna in questa amministrazione...."
Nessun commento dal Palazzo.

martedì 12 giugno 2012

Il terremoto spinge ad un gemellaggio tra Rozzano (e Sesto San Giovanni) e Carpi. Un interesse comune: il mattone. Ma, per Carpi (purtroppo), per la ricostruzione.

Campo allestito alle piscine della Protezione Civile
della Basilicata a Carpi
Come anticipato da RF qualche giorno fa, Maurizio Martina, segretario del PD lombardo, ha annunciato che Rozzano (non si sa come e a che titolo, visto che non ci sono atti ufficiali) si è impegnata in un gemellaggio. Con Novi di Modena? Con Finale Emilia? Con Mirandola? No, no.... Con Carpi!!
Apprendiamo dalla stampa (Il Giorno) che il PD lombardo e quello emiliano stanno realizzando una rete di solidarietà tra le amministrazioni PD lombarde e quelle emiliane. "L'intento è mettere a disposizione tecnici, prodotti della filiera lattiero-casearia, posti nelle colonie estive, fondi di solidarietà, ...."
"Si tratta di atti concreti e non di propaganda" dice il responsabile regionale Martina. Sarà, ma guarda caso la solidarietà di Rozzano (e di Sesto San Giovanni, in coppia) è con quel comune in cui ha la sede la CMB, la più grande cooperativa di costruzione che è presente a Rozzano da moltissimi anni e che ha dato casa a molti rozzanesi e a molti amministratori.Sarò diretto. La distanza chilometrica tra Carpi e Rozzano in linea d' aria è di 151.97 km e di 179 km in automobile. Per andare da Carpi a Rozzano in macchina si impiegano 1 ora 49 min. Con questo gemellaggio, tale distanza si riduce (anche per il futuro?)!

Convocata una commissione SEGRETA per discutere dell'Osservatorio sulla Legalità!!!

Di Bartolomeo, PRC
Ebbene si, a Rozzano succede anche questo. Una commissione (quella della "garanzie statutarie e di PARTECIPAZIONE"!!!) il cui presidente è tal Francesco Di Bartolomeo, rappresentante in consiglio del Partito della Rifondazione Comunista, quel partito che della partecipazione e dell'informazione fa una bandiera (ecco un bell'intervento di Ferrero a Parma: "La partecipazione popolare è il primo ‘bene comune"), convoca la seduta in forma "non pubblica", cioè VIETATA AL PUBBLICO!
Si discetterà delle bozze dei documenti che dovrebbero arrivare a definire un "osservatorio sulla legalità" in forma segreta!
...senza parole.
Abbiamo chiesto chiarimenti sulle motivazioni che hanno addotto a tale scelta, ma non è stata data risposta!
Ne parleremo molto di queste situazioni "al limite"!!

lunedì 11 giugno 2012

E' tempo di pagelle e di Servizio alla città: la scuola pubblica soffre, ma a Rozzano si guarda al nuovo anno con speranza.

Serena Fabbri, preside del II Circolo
e l'assessore Caterina Mallamaci 
Archiviato (o quasi) l'anno scolastico 2011-2012, la scuola si sta già preparando al nuovo anno.
Quello appena trascorso è stato travagliato dalle problematiche relative ai continui tagli ai fondi, alle persistenti questioni dell'abbandono scolastico e del diritto allo studio (scarso) che ne consegue.
Rozzano continua a fare la sua parte. L'assessore Caterina Mallamaci, incontrata in visita alle scuole della città l'ultimo giorno di scuola, si dichiara comunque soddisfatta: "nonostante i problemi di carattere economico e quelli di una realtà difficile come Rozzano, guardiamo con speranza al nuovo anno. Abbiamo cercato di non far mancare l'appoggio dell'Amministrazione a tutte le scuole dei circoli di Rozzano, e l'impegno degli insegnanti e del personale scolastico hanno, in molti casi, permesso di superare momenti difficili".
Dopo il difficile momento, tutt'altro che legato alla didattica, per le problematiche delle presunte forniture di "pane avariato" di un fornitore di Arco alle scuole di Rozzano - unico vero "problema pubblico" nell'anno trascorso, per il quale sono state date garanzie  - ed il deciso cambio di rotta che ha portato, comunque, ad un nuovo assetto societario nella società che gestisce i pasti per le mense scolastiche (dove CIR è salita al 49% e gestisce ora di fatto la società), siamo ora nel periodo di consegna delle pagelle, e bisogna incrociare le questioni locali con quelle ministeriali e di prospettiva.  
Ci siamo dunque rivolti alla Rete degli Studenti, che, anche quest'anno, dà i voti alla scuola pubblica, parlando dei problemi in cui versa la scuola italiana e della riforma del Ministro Profumo incentrata sul "merito" scolastico.

domenica 10 giugno 2012

Esempi di gemellaggio: Canelli ed Alessandria. Nel Monferrato si guarda al sud del mondo e ad Est (Italia solo per ultima).

Parlavamo l'altro giorno delle intenzioni relative al presunto progetto di gemellaggio dell'amministrazione. Durante la gita del week end mi sono imbattuto in molti esempi, tra cui, oltre al capoluogo Alessandria, anche quello di un comune minore come Canelli.
Alessandria, in linea con le "prescrizioni" e suggerimenti della Comunità Europea, ha realizzato progetti con Argenteuil in Francia (sin dal 1960!!) e Gerico in Palestina, e si prepara per l'Uruguay; mentre Canelli con Lujan de Cuyo e Maipù Mendoza, in Argentina, Mezotur e Jasz Nagykun Szolnok, in Ungheria, e, in ultimo, Menfi in provincia di Agrigento (per la tradizione enologica).
Facciamo qui notare lo spessore delle scelte: sono basate su sviluppo sociale e politico internazionale e nazionale, con una attenta valutazione culturale che ci porta a "pensare", e, per i più giovani (ma non solo) a farsi domande di carattere geografico, linguistico, etc.

sabato 9 giugno 2012

Una ciliegia tira l'altra: in AMA e al TASM la trasparenza e la sobrietà regnano sovrane. L'ex-Sindaco il file-rouge?

Taverniti all'inaugurazione della Casa dell'Acqua
di San Donato: l'acqua filo conduttore degli accordi
nel Sud Milano (foto MarcusCalabresus)
Stavo scrivendo questo pezzo, quando l'altro ieri ho dovuto interromperlo per il veloce incedere dei fatti (la nomina di Taverniti a rappresentante di Rozzano nel Distretto del Commercio). Ora mi prendo un pò di spazio per approfondire il tema da cui sarei partito...
C'è un filo conduttore tra la "trasparenza" (sich!) delle attività e delle scelte politiche delle società del Sud Milano che fa sì che si possano ritrovare gli stessi comportamenti che campeggiano in AMA nelle società dove le stesse persone ricoprono altri ruoli, anche di livello superiore.
Ad esempio, ci possiamo riferire al TASM, società consortile che ha realizzato e gestisce gli impianti di depurazione delle acque civili e industriali collocati nella parte sud della metropoli per circa 500mila abitanti equivalenti, su un territorio di 300 Kmq., dove il presidente è il "nostro" Achille Taverniti, ex sindaco di San Donato (2002-2007, dove ha poi perso contro Dompè, ecco una video-intervista pre voto ) ma anche dirigente AMA e neo rappresentante istituzionale di Rozzano per il Distretto del Commercio "Io Dico... Rozzano"!
A parte le questioni veniali dirette - come componente del CdA di TASM, percepisce quotaparte dei 120mila euro (dati 2007, non c'è nulla di più aggiornato) destinati loro dai soci (tra cui il Comune di Rozzano al 6,8%), e uno stipendio da dirigente da AMA Rozzano (100% di proprietà del Comune di Rozzano) - il problema è che dove Lui opera vige la sfortunata ed equivalente coincidenza dell'opacità.

venerdì 8 giugno 2012

Fine dell'anno scolastico anche a Rozzano

I ragazzi all'uscita della scuola di via Pace
Un anno di transizione in attesa di nuove riforme.
L'anno scolastico vecchio e' sempre meglio di quello che ci attende?
Buone vacanze a tutti gli studenti!
Redazione RF

Il Lamberin di Opera abbandonato. Amici della Terra: "non distruggiamo un sogno ed un valore!"

Dov'è la strada?
Il Lamberin di Opera (circa 25 ettari di area verde pregiata, all’estremo sud-ovest di Opera, confinante con il Lambro) è un parco cittadino in uno stato di quasi totale abbandono. Le foto che siamo in grado di mostrare sul post ne sono la prova evidente. Erba alta, strutture che si stanno ammalorando, il sentiero di transito sommerso dalla vegetazione ecc. Le foto sono state scattate giusto ieri e chiedono un urgente interessamento da parte dell'Amministrazione operese.
"Come si può ben vedere tutta l’area sta andando in malora e se non si interverrà al più presto tutte le centinaia di migliaia di euro che la Provincia ha dedicato all’intervento nel corso degli anni andranno persi", dice Augusto Sandolo di Amici della Terra di Opera.

Gemellaggio, una parola che ispira pace e benessere. Rozzano con chi potrebbe costituirlo?

Gemellaggio: delle persone e delle culture
Se dalla Giunta di Rozzano parte un bel segnale, va riconosciuto. Una voce di ipotesi di lavoro sul Gemellaggio è un indice di sensibilità...
Il Gemellaggio ha un obiettivo stabilito sin dagli anni '50: quello di creare una vera Comunità di popoli. E, poichè l'Europa chiede un'attenzione particolare alla estensione geografica dei gemellaggi, con riferimento ai nuovi rapporti Est-Ovest, Europa del Mediterraneo e Nord-Sud, parallelamente alle prospettive di allargamento dell'Unione Europea, siamo sicuri che sarà questa la direzione che verrà intrapresa, e non quella degli interessi piccolo-borghesi o speculatori di breve periodo.
Il Patto di Gemellaggio deve costituire una formale attestazione di reciprocità di relazioni privilegiate, finalizzato ad intensificare rapporti e scambi interculturali, sociali, politici, economici con costante riferimento ad una azione comune per la pace, la solidarietà e la reciproca collaborazione.

Un sondaggio sull'ipotesi "stadio dell'Inter a Rozzano"

L'ipotesi, che RF per prima ha ieri rilanciato sulla possibile localizzazione dello stadio dell'F.C. Internazionale a Rozzano, è molto "forte".
L'impatto (nel bene, per chi ci volesse credere, o nel male, per chi lo osteggerebbe) sarebbe comunque grande, e un approccio condiviso e partecipato dovrà, in ogni caso, essere uno degli strumenti da seguire, anche per una ipotesi pianificatoria basata sul redigendo PGT,
A tal proposito, e preventivamente, RF lancia un sondaggio informale, nella NavBar di destra, che resterà aperto sino a metà luglio, per verificare (su una limitata statistica di coloro che accedono ad Internet a Rozzano e che visitano il Blog) le prime intenzioni e volontà della città.
Buon sondaggio: partecipate e dite di partecipare, perchè tanto... non ne verranno fatti altri....
Marco Masini

giovedì 7 giugno 2012

LETTERA APERTA: Caro Giovanni, trova autonomia e conquista fiducia!

Caro Giovanni D'Errico,
questo è il momento in cui, se fossi un atleta, viene richiesto quel gesto fuori dall'ordinario, quel colpo di reni, che risolve una situazione estrema.
Un momento che trovo similare a quello dell'Italia tutta, dove, chiamato ad assumersi le sue responsabilità, il nostro Presidente Napolitano - di cui hai il ritratto alle spalle - non ha voltato lo sguardo da un'altra parte, non ha fatto finta di nulla, come se non stesse accadendo niente: ha preso le redini della situazione, forte del suo ruolo super partes, ed ha condotto a soluzione un'imbarazzante situazione politico-istituzionale.
Anche il Presidente del Senato Schifani ha trovato, ieri, la forza di scrivere per sollecitare il suo correo mr. B.
Da quel 26 settembre, l'agitato Consiglio della denuncia degli eventi delittuosi della scorsa estate, di acqua ne è passata sotto i ponti, e non si è trovato il tempo per affrontare con la cittadinanza un momento di riflessione che, probabilmente, avrebbe tratto d'impaccio un Consiglio Comunale ridotto a un auditorio dove si trasmettono delle risoluzioni già prese, già discusse altrove.

Che novità!! Il Sindaco D'Avolio nomina l'ex sindaco Taverniti in "Io Dico Rozzano", il distretto del commercio locale. "Nepotismo sindacale"!

Il 4 giugno scorso, il Sindaco di Rozzano Massimo Rocco D'Avolio ha nominato in seno alla cabina di regia del Distretto Urbano del Commercio denominato "Io Dico ... Rozzano" l'ex Sindaco di San Donato Achille Taverniti.
Taverniti è ormai un rozzanese doc: sin dalla sua trombatura nel 2007 al tentativo di rielezione nella sua città, è stato assunto come dirigente in AMA, ed ora, grazie anche a questo incarico, potrà arrotondare le connessioni e le prebende di cui già gode:
- stipendio da dirgente AMA
- prebenda da presidente TASM
- gettone (?) da rappresentante del Comune di Rozzano in "Io dico... Rozzano"
Ma qui non contano i soldi (?!?!?).
TASM e tutta l'acqua del Sud Milano, sono già foriere di posti di lavoro per gli ex sindaci del Sud Milano, e qualcuno, che si è portato dietro qualche vizietto, c'ha anche rimesso le penne (tal Butturini!).
La questione che si pone è che vige un sistema di "nepotismo tra sindaci", uno nomina l'altro per garantirsi un futuro. D'Avolio è all'ultimo mandato, ed il potente Taverniti del TASM è una garanzia....

ROZZANO POLITICA: Un Blog per la Politica locale

Nasce ROZZANO POLITICA, un Blog che intende dare spazio solo ai temi che afferiscono alla politica cittadina. Il tentativo sarà quello di cercare di riferire dei dibattiti interni ed esterni dei partiti, dei movimenti e delle associazioni che animano (o che dovrebbero farlo) la vita "critica" cittadina, indicando o dissertando su una strada ed una strategia sociale, tecnica, economica che porti a quella sostenibilità e benessere al quale tutti aspiriamo.
Vuole anche diventare una sorta di "archivio storico", per non dimenticare "il detto" ed "il fatto", una sorta di memoria che alimenti il confronto e conservi traccia delle discussioni, anche per futura memoria.

mercoledì 6 giugno 2012

I Partiti okkupano la cosa pubblica e.... se non si riformano, verranno "riformati"!

Nel Parlamento come al Kruger Park:
iene su una carcassa (l'Italia)
E' di oggi la notizia che per i nuovi incarichi all'AGCom e al Garante per la privacy i partiti hanno declinato il metodo della meritocrazia, della selezione per curricula, per rigettarsi, nonostante tutte le "mazzate" che i cittadini gli stanno tirando, nelle logiche di spartizione e "nepotismo".
Gli eletti sono stati i nomi indicati da un accordo tra le principali forze politiche che sostengono la maggioranza, Partito Democratico, Popolo della Libertà e Unione di Centro. I parlamentari dell’Italia dei Valori e i radicali eletti nel Partito Democratico avevano annunciato che non avrebbero partecipato al voto, così come il deputato di Futuro e Libertà Fabio Granata. Anche il leader di Sinistra e Libertà Nichi Vendola ha criticato le nomine.
L'ex senatore Fiorello Cortiana, dopo la corsa come candidato sindaco a Buccinasco, dichiara che

Arieccolo: lo stadio dell'Inter a Rozzano? Moratti: "Entro il 2017 per garantire nuove entrate".

Rilanciata da Enea Rossini su MilanoToday, la notizia di un nuovo stadio ipertecnologico da realizzar potenzialmente nella nostra città, lascia di nuovo tutti noi sbigottiti.
Anche CanaleInter è tornato due giorni fa sulla vicenda, con molti dettagli lato Moratti (alla ricerca di idee, progettisti e società di costruzione), e segnala molti indizi che riportano un patron neroazzurro ben determinato al riguardo.
L'idea era già "atterrata" a Rozzano nel passato (governo Malinverno), alla ricerca di una destinazione per la famosa area D3, l'area Cabassi, insieme al polo Fiera, poi realizzato a Rho-Pero.
Non sapendo cosa farci, ed infatti anche il PGT non delinea alcunchè di specifico se non un vago progetto di mix tra terziario e abitativo - le idee come sempre abbondano! - si rilancia alla ricerca del benestante (in questo caso la famiglia Moratti) per il volgar denaro, necessario per sostenere le stantie e asfittiche economie locali.

La Green Economy include anche Rozzano?

Ieri, 5 giugno, e' stata la giornata mondiale dell'ambiente.
Si tratta della quarantesima ricorrenza dell'evento, e, stante la crisi, e' stata impostata sulla domanda: "la Green Economy riguarda anche te?". Non potevamo fare a meno di rivolgere la domanda in chiave cittadina, e l'intento e' quello di rispondere guardando alle varie articolazioni della societa' che hanno, o dovrebbero, avere a cuore il tema e farne, come si dice, tesoro. Nel seguito dettaglieremo la situazione per le aziende e l'Amministrazione di Rozzano.
Il segretario Generale dell'ONU, Ban Ki Moon, per sostenere il tema, ha inteso, nelle sue dichiarazioni, sottolineare come ormai economia ed ambiente non sono più due temi in contraddizione, ma che sarà grazie alla loro integrazione che potremo declinare la sostenibilità, superando il PIL, un indicatore di "benessere" superato.
Le entità coinvolte in città, sono, naturalmente, l'economia locale (intesa come Aziende), l'Amministrazione e la cosiddetta societa' civile.
A Rozzano, le aziende certificate, ad esempio, ISO14000 - il sistema di gestione ambientale - sono solo poche. Per la precisione (dal sito della Federazione CISQ, una federazione indipendente che unisce gli undici maggiori organismi di certificazione italiani):

martedì 5 giugno 2012

La segretezza costituisce la "cifra" dell'anti-politica.

Una delle cose che ha più turbato i sogni degli italiani (!!) è scoprire che la Politica li ha presi in giro. Alle conferenze stampa, nelle comunicazioni ufficiali, non compaiono mai i retroscena che hanno poi inquinato il panorama sociale e che stanno determinando la caduta libera del "partitismo".
La segretezza degli atti, la mancanza di informazione e trasparenza sulle scelte, sulle nomine e sui motivi che hanno condotto in una certa direzione credo che sia stata una delle cose più disgustose della prima e della seconda repubblica.
Anche Rozzano non si è mai fatta mancare nulla. Ancora oggi, nonostante una chiara normativa che impone la pubblicazione di tutti gli atti on line, anche il Comune è in omissione. Basta riferirsi, ad esempio, all'Albo Pretorio, dove risiedono per la consultazione solo gli atti di poco più di un mese, e non c'è modo di accedere ad uno storico (meglio non permettere la consultazione incrociata?).
Per non parlare delle Aziende partecipate...

lunedì 4 giugno 2012

Papa, il coraggio della verità: da Milano a Rozzano, passando per la TV.


Stefano Apuzzo a "L'ultima Parola"

Il papa è rimasto uno dei pochi fenomeni e personalità che, nel mondo e in Italia, riesce ad attrarre, con la sola presenza, milioni di persone. La recente visita, appena conclusa, a Milano, ne è ulteriore conferma e dimostrazione. Eppure il papa e il potere vaticano, sempre scarsamente trasparenti e prigionieri di un groviglio di trame oscure (dai recenti scandali, alla pedofilia, dallo IOR alla finanza), perseverano a esternare giudizi che suonano come condanne a morte (sulle coppie di fatto, sui gay, sui diritti civili) e ad impicciarsi degli affari di Stato italiani.
Come tanti soldatini ubbidienti, i politicanti italiani, anche coloro che vantano storie di laicità e battaglie per i diritti civili come Francesco Rutelli, accorrono a baciare le pile e ad amplificare i più retrogradi e conservatori messaggi pontifici (sulla Famiglia prima di tutto!).
Così è stato anche in occasione della visita del papa a Milano, con politici e rappresentanti delle istituzioni trasformati in uno stuolo di chierichetti.

sabato 2 giugno 2012

Guerra agli stipendi fuori dal mondo (soprattutto se a pensionati benestanti)!

Abbiamo già inveito contro quelli (quello) che, a Rozzano, per aziendine pubbliche che gestiscono poco più di 7 milioni di fatturato come API, prendono stipendi da favola, ma siamo ancora all'oscuro di ciò che avviene in AMA e collegate.
Verso tal Gianotti, che - dicono - essersi ridotto lo stipendio del 30%, ma di cui non abbiamo visto le carte, abbiamo già detto, ma non abbastanza. Alzarsi alle 6 del mattino non è, come hanno sostenuto alcuni, una giustificazione, perchè lo fanno anche i suoi operai. Dare "reperibilità" non è una giustificazione, perchè lo fanno anche i suoi operai. Essere stato imprenditore di un'azienda che produceva un utile di 7mila euro (!), non è una giustificazione. Mancano i titoli. Mancano i presupposti, come si dice...
Tra l'altro API ha smesso di pubblicare i verbali dei CDA dallo scorso maggio 2011 sul suo sito, e dunque... buio totale.
Abbiamo altri notabili della corte Rozzanese al di sopra delle righe, e per di più in pensione!
Si tratta del già nominato Direttore Generale del Comune, Luigi Miglio, che (oltre alla pensione di cui già dispone) tra stipendio da dirigente (84mila euro) e integrazione da direttore generale (66mila euro) accumula ben 150mila euro di prebenda!

Rifondazione Comunista: rifletta o... sparisca.

Colgo l'occasione per presentare ai "compagni" di Rifondazione una riflessione di qualche tempo fa sviluppata dal Circolo del PRC di Assago che, in sintonia con il comun sentire, è da sottoscrivere, se non altro per il merito di essere intervenuta (inascoltata) a cercare di dare una linea coerente al Partito anche a Rozzano
Ecco il post del circolo Rosa Luxemburg di Assago.
E' un pò "tosto" (come si addice alla stampa marxista), ma pieno di riflessioni e contenuti che, se raccolti, avrebbero potuto portare a ben altri risultati il PRC e realizzare ben altro processo di accoglienza di quei "dispersi" della sinistra presenti nel PD e dispersi nelle formazioni minori che, dopo il disfacimento del PCI, prima, e della prima Rifondazione Comunista, poi, non hanno più ritrovato coesione.
Non mi voglio ergere a loro paladino o magister, ma leggere, studiare, applicarsi, e ritornare alla collettività i frutti erano la base del Partito Comunista. Nel "famigerato" Libretto Rosso di Mao (che non è tutto da buttare, come molti dei lavori della propaganda d'ogni tipo), ci sono diversi spunti in questo senso che tornano utili. Ne voglio sottolineare un paio:
"Mai, in nessun momento, in nessun luogo, un comunista deve mettere in primo piano i propri interessi personali. Deve invece subordinarli sempre agli interessi della nazione e delle masse popolari".
I rappresentanti in Giunta e Consiglio del PRC sono liberi e sinceri nel dire che non stanno anteponendo interessi personali??