giovedì 31 maggio 2012

Sarebbe bello esistesse un Partito forte e capace! Rozzano laboratorio in negativo....

La proposta di avere un PD con la candidatura a premier di Bersani spalleggiato da un "listone civico nazionale" (di cui ormai si odono gli echi in molti ambiti diversi) capeggiato da un uomo di cultura e di forte rappresentanza civile come Saviano, sembra il tentativo di non rispondere alle istanze di rinnovamento da "dentro", ma di operare in outsourcing!!
Sul Corriere la proposta, l'outcome di Bersani per fronteggiare Grillo.
Questo dimostra che Bersani (o chi per lui) ha delle resistenze all'interno che sono oggettivamente tante, troppe...
Già si è visto il baffo di D'Alema sollevarsi, la Bindi scivolare, e gli altri "potenti" scomporsi nell'indicare come problematica la proposta: ma non certo perchè hanno idee nuove, ma semplicemente perchè comprensono che riempire un VUOTO politico con qualcosa che non sia realmente sotto controllo può essere "pericoloso" (per loro).

Lavoratori e aziende delle TLC: Fastweb, da azienda infrastrutturale per il Paese alla crisi

La crisi nella quale stiamo vivendo ha portato, oltre a tutti i problemi quotidiani che stiamo affrontando, anche un complessivo "obnubilamento" delle menti che dovrebbero essere pensanti.
In una fase così delicata, soprattutto per un Paese come l'Italia, sono tante le rinunce che si sarebbero dovute fare, ma certamente non quelle sugli investimenti in tecnologia ed educazione, se non altro per recuperare il gap che ci separa ormai anche dai Paesi del Secondo e Terzo mondo, che su questi temi stanno spingendo fortissimo.
Molti anni fa a Milano è nata un'Azienda (Fastweb) che ha puntato tutto sulla tecnologia, in particolare sulle telecomunicazioni a banda larga, con l'ausilio di quella che allora (e per certi versi ancor oggi) veniva considerata la modalità del futuro: la fibra ottica. Si tratta di Fastweb, una società che avrebbe poi attraversato la melma delle relazioni con la Pubblica Amminnistrazione rimanendoci anche un pò invischiata, e che oggi, a causa delle "menti corte" (short minded) dei nostri governanti annaspa e fa ricadere su una categoria di lavoratori molto qualificati questo ritardo italico.

mercoledì 30 maggio 2012

Siamo agli sgoccioli. Sara Riva, "figlia di" (tanto per restare nella "nuova" area socialista) assessore al posto di Rizza!.

Detto, preannunciato, e fatto. Per non smentirsi.
Il Sindaco D'Avolio (come anticipato da RF qualche giorno fa) ha nominato Sara Riva assessore alle tematiche femminili e pari opportunità, all’associazionismo e volontariato sociale. 
La signorina è figlia del "segretario" della lista civica sedicente partito "La sinistra" (a parole) Mario Riva, ex sindacalista e socialista (ah ah... eccoli qua che tornano!) dei tempi andati.
Con un roboante comunicato, il sito del Comune annuncia la "nuova squadra di governo", dove l'unica cosa da dire (non c'è altro, se non una benedizione del manuale Cencelli) è ribadita molte, troppe volte: 5 donne e 5 uomini (riporto sotto il comunicato istituzionale con evidenziato l'argomento del giorno). 
Certo, importante, ma la politica resta fuori dalla porta.

A Pieve è Festa, torna il Centro-Sinistra, ma già s’odono tintinnii di spade. Rifondazione si spacca, SEL pure.


(Foto dal profilo FB di Festa)

E’ proprio il caso di dirlo: l’altra sera a Pieve Emanuele, in occasione del primo Consiglio comunale della nuova era centro-sinistra, era un giorno di Festa! 
Paolo Festa, PD, è il nuovo Sindaco che vede al suo fianco una bella, coesa ed estesa, coalizione di Centro-Sinistra.....
Ma.... si, ci son dei ma!
Alcuni vizi eterni della sinistra (i tramestii di cui dicevo nel post precedente su Rozzano) hanno già provocato le prime spaccature, in particolare in seno a Rifondazione Comunista – Federazione della Sinistra. 
A conti fatti, una bella Giunta, con molti giovani e molte donne, che però rischia di risentire degli echi negativi e dei versi gutturali ancora espressi dalla vecchia politica. 
A Pieve Emanuele, si dice dalle parti di SEL, vi era un accordo (che includeva Festa, che a mezza voce me l'aveva confermato al'incontro di SNOQ) per portare sulla poltrona di Vice Sindaco la dirigente di SEL, Roberta Pergolini, la quale, tuttavia, lavora a Rozzano e non è stata eletta a Pieve. 

Manovre in corso per la "stampella" alla Giunta D'Avolio. Ed il PRC "tegn' dur"!

Moro e Caraccini: "Stampelle"... ma solo dalle 20 alle 24!
Dopo la fuoriuscita dalla maggioranza di Masini, il Sindaco D'Avolio è alla ricerca di quei voti che gli consentano di guardare con la troppo anticipata "serenità" comunicata - ma ancora non esistente nei fatti - il futuro della sua Giunta.
Le manovre in corso sono ardite (e la citazione dannunziana non potrebbe essere più appropriata), ma nulla di certo trapela. I problemi sono il limite di un voto al quale è aggrappata la maggioranza che, visti i problemi che normalmente capitano (raffreddori, matrimoni e anniversari, trasferte e ritardi), non porta serenità....
Dunque...
Le ultime sono quelle riportate anche dalla stampa: Moro in piazzamento "socialista" nel centro-sinistra (con scappellamento a destra) dopo l'abbandono del PdL; D'Errico che si sacrificherebbe diventando assessore dopo aver messo la testa del "Battista" Rossi sul piatto d'argento della real-politik (in cambio di cosa? Pura fedeltà cameratesca?).

La Protezione Civile di Rozzano bloccata dal Papa: nessuno in Provincia a supporto dei terremotati...



Stanno a guardare... 
La Protezione Civile a Milano e Provincia è quasi completamente bloccata dal Papa!
La visita nel capoluogo meneghino di Benedetto XVI impedisce una maggiore presenza dei volontari e dei mezzi della Protezione Civile nelle zone terremotate, per il presidio religioso.
Solo 30 volontari per tutta la Provincia, partiti ieri sera alle 22, hanno allestito un campo a San Giacomo delle Segnate, nell'Oltrepò mantovano, a rappresentarci, con lo sforzo di dover rientrare questa sera stessa per non perdere l'operatività con le attività connesse al «VI Incontro mondiale delle famiglie» con Papa Benedetto XVI".
«La nostra Protezione civile ha dimostrato, ancora una volta, in nome di una solidarietà che non conosce fatica, di rappresentare un fiore all’occhiello della Provincia, di cui, sia io sia i cittadini del territorio, andiamo orgogliosi »  ha dichiarato il presidente Podestà. Certo che un pò di organizzazione rivolta al bene dei terremotati e dei volontari potrebbe dare un miglior contributo.

martedì 29 maggio 2012

Stop alla monocultura delle rinnovabili elettriche più costose e meno efficienti: è il momento delle rinnovabili termiche!


Appello degli Amici della Terra al Governo e alle Regioni.
Domani al via una due giorni sulle rinnovabili termiche, quelle più efficienti e con più ricadute per l’economia italiana.

Roma, 29 maggio 2012 - Il dibattito in corso sul varo degli schemi di decreti ministeriali per gli incentivi le rinnovabili elettriche e il V conto energia per il fotovoltaico, conferma, nonostante alcuni lodevoli propositi espressi, che la politica del governo italiano di attuazione della direttiva 2009/28/CE continua a relegare nella marginalità il ruolo delle fonti rinnovabili termiche.

Non è accettabile che vengano ancora una volta compiute scelte che allocano nuove importanti risorse a carico delle tariffe dando priorità all’incentivazione delle FER elettriche senza un’analisi costi/benefici contestuale rispetto alle scelte di incentivazione per le FER termiche e l’efficienza energetica come correttamente previsto dalla direttiva 2009/28/CE.

Inaugurato il "famigerato" Parco del Fontanile!

Oggetto di discussioni su FB e dopo il rinvio dell'inaugurazione dello scorso 22 maggio per cause meteorologiche, è avvenuta oggi l'apertura con tutti i crismi del Parco del Fontanile, parco pedonale a fruizione libera a ridosso del complesso ospedaliero dell'Humanitas.
Noi di RF avevamo già visitato e commentato in anteprima il parco, ma, pur permanendo i dubbi sulla struttura del percorso, le sue limitazioni d'accesso e l'artificialità che si percepisce, non possiamo che felicitarci di questo nuovo spazio verde garantito alla fruizione.
All'inaugurazione, in pompa magna, hanno partecipato l'assesore all'Ambiente della Provincia di Milano Cristina Stancari, il Sindaco di Rozzano Massimo D'Avolio, alcuni assessori tra cui Ciro Piscelli, Francesco Giuliano, Stefano Apuzzo (in ritardo!) ma mancava l'onnipresente Barbara Agogliati, sedicente e detta prossima candidata del centro-destra-sinistra alla poltrona di primo cittadino (ndr: non mancava invece il PD meno L di Rozzano, "partito", con Bernasconi, anche lui sempre in prima linea).

Calcio "finto" per solidarietà vera: la partita del sorriso ha avuto successo.

Angelo Carucci dopo un goal di notevole fattura...
Ieri sera si è svolta la "Partita del sorriso" al campo comunale di Valleambrosia, nella cornice più autorevole dello sport cittadino.
Alla presenza delle autorità e con la partecipazione di stelle di prima seconda e terza grandezza (!) e con l'aiuto di molti volontari, Angelo Carucci ha realizzato per l'ennesima volta un evento di richiamo a sostegno di un'iniziativa benefica. Quest'ano, i contributi e le donazioni dei partecipanti e degli sponsor sono andati a Good Hope, la Onlus che opera in Mozambico a sostegno della missione laica di Serafino Piras.
Alcune centinaia di partecipanti e una serata dalla temperatura gradevolissima hanno fatto da contorno ad una partita che, come sempre, è stata più una passerella ed uno spettacolo che le star di Zelig e altri amici hanno voluto dedicare a questa iniziativa.

lunedì 28 maggio 2012

Rinnovabili ed equiparate: dalla Lombardia altri 4 milioni di euro. A Rozzano solo gas!

L'importante è scaldare l'acqua! 
Da molti anni il sottoscritto, ingegnere nucleare antinuclearista e consigliere comunale, si è battuto per cercare di realizzare sul territorio una coerente ed efficace politica energetica, che avesse permesso la riduzione della dipendenza dai combustibili fossili o comunque della riduzione del'impatto ambientale. Tutta salute per noi cittadini...
In questo senso ho sempre sostenuto lo sviluppo del teleriscaldamento, inteso come una rete di tubi con un termovettore (acqua) naturale, capace di raccogliere i contributi energetici dalle sorgenti disponibili sul territorio o più "economiche" ed a basso impatto.
In questo senso, il progetto della seconda centrale in costruzione in via Monte Amiata era stato richiesto con una importante caldaia a biomassa (oggi prevista, ma di piccolissima taglia, che avrebbe dovuto funzionare con le potature di un consorzio di comuni facenti riferimento, ad esempio, al territorio servito da Area Sud).
In questo senso si era proposta l'integrazione solare termodinamica a raso tangenziale nel'area D3 e la raccolta dei cosiddetti "cascami energetici" dalle ultime fabbriche del territorio (tra le quali la Becromal, che rovescia in aria e nel Lambro MWh di energia per le proprie produzioni).

Stasera 20.30, Good Hope: una partita per un sorriso. L'evento annuo del calcio locale per il Mozambico.

Come di consueto, ormai da molti anni, Angelo Carucci, consigliere comunale di Rozzano, organizza "UNA PARTITA PER UN SORRISO", che fu la "partita del cuore". Una grande iniziativa benefica che ha sempre trovato un ottimo riscontro di pubblico e la possibilità di donare ad associazioni del territorio denari che permettano loro di perseguire i loro fini sociali.
Particolarmente importante, quest'anno, se non altro in termini di conferma di una realtà che è andata crescendo ed affermandosi la dove serve, la possibilità di contribuire per devolvere a GOOD HOPE, l'associazione onlus guidata da Serafino Piras, ormai definibile "missionario laico" in quel del Mozambico.
Partito due anni fa (ecco il post che gli dedicammo allora), ha realizzato un importante servizio alla comunità
africana permettendo loro di iniziare importanti progetti sociali e di formazione culturale. Il denaro raccolto, infatti, è destinato al finanziamento di specifici progetti per lo sviluppo di attività ricreative e sportive, che stanno riscuotendo un notevole successo.

domenica 27 maggio 2012

A Opera la seconda edizione della ZANZA CUP: Fusco premia tutti i ragazzi.

Un bel sabato di sole, un parco allestito per una manifestazione a basso impatto, tanta gente, sport e il refrigerio della Casa dell'Acqua.
Ad Opera non è mancato nulla sabato 26 maggio durante lo svolgimento della "Zanza Cup", seconda edizione della gara amatoriale per ciclisti in erba dai 5 ai 12 anni.
"Abituare i bimbi sin dalla giovane età ad usare la bicicletta ha delle positive implicazioni sul futuro adulto", ha commentato Ettore Fusco, sindaco di Opera, che ha partecipato alla premiazione.

Social writing: deprecabile ma se con contenuti...

Su RF si è già dibattuto ampiamente sul fenomeno del "writing", l'uso dei muri e delle strutture pubbliche per veicolare disagio, arte e social communication. A quest'ultimo aspetto mi riferisco per quanto ho trovato nel ponte pedonale del Fiordaliso.
Il dover riaffermare un'evidenza storica, data per scontata ("fuori i fascisti da Rozzano") è preoccupante.

venerdì 25 maggio 2012

Il Presidente D’Errico "ricors-ato" al TAR per il tentativo di omissione d’atti di ufficio


Subito dopo la sua uscita dalla maggioranza consiliare, Masini, e tutti i consiglieri, hanno ricevuto una missiva dalla Presidenza del Consiglio che di fatto tende ad “inguattare” gli atti delle partecipate e di fatto distrugge il diritto di accesso agli atti amministrativi, in special modo delle aziende, dando loro il diritto di rigettare le richieste se “onerose”, e di rispondere quando vogliono.
Nella comunicazione, assolutamente fumosa e senza alcun riferimento normativo se non quello generico per cui  “alla luce di nuovi indirizzi giurisprudenziali nel frattempo formatisi…” - in perfetto stile burocratese - la comunicazione protocollo 23904 del 23 maggio 2012, disvela un nuovo scenario tendente all’imboscamento degli atti dell’ex sindacalista ed ex “compagno” Giovanni D’Errico.
Invece di seguire ciò che anche queste amministrative hanno mostrato, la volontà dei cittadini di pretendere di occuparsi della cosa pubblica e di far sì che la trasparenza degli atti e dei bilanci non produca più casi come quelli nazionali Lusi, Belsito e di tutta la “cricca”, D’Errico sceglie – in assoluta continuità con un passato da dimenticare – la strada contraria dell’antipolitica: la distruzione dei diritti vigenti, in perfetto (e mi dispiace dirlo, se non per l’amicizia) stile fascista”.

Case dell’acqua, Apuzzo e Gandolfi: la Provincia e Milano sostengano un progetto vincente.


Sulle case dell'acqua ed i loro benefici, Luca Gandolfi (IdV) e Stefano Apuzzo (PD) hanno ben chiaro l'obiettivo, ed in ocasione della presentazione dei numeri di CAP Holding tornano ed incitano sul tema.
Era il 21 gennaio 2010 quando il Consiglio Provinciale di Milano approvava all’unanimità la mozione che IdV aveva presentato avente come oggetto “Promuovere e favorire la diffusione delle Case dell’acqua nel territorio della Provincia di Milano”.
È il commento del capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi in relazione ai dati presentati il 24 maggio sulle Case dell’Acqua.
“Stiamo parlando di oltre 16 milioni di litri erogati in un anno, che equivalgono a un risparmio di oltre 10 milioni di bottiglie di plastica da un litro e mezzo. Questi sono i dati, relativi al 2011, relativi alle 43 Casedell'Acqua realizzate da CAP Holding”.

giovedì 24 maggio 2012

Scempiaggini scomposte: dall'ex maggioranza risposte sarcastiche e improprie

Il passaggio di Marco Masini al di fuori della maggioranza sta creando loro grande apprensione.
Dal commento del Sindaco, che tra l'eventuale ironia ed il sarcasmo - dove il primo è un sosipro ed il secondo un rutto (citazione da Hugo Pratt con Corto Maltese) - sceglie quest'ultimo, al tentativo di "censura" in corso da parte della Presidenza del Consiglio.
Di stamane la "scempiaggine" che fa strame della giurisprudenza e della trasparenza alla quale Masini faceva riferimento nel comunicato stampa.
Il Presidente del Consiglio (credo in piena autonomia dall'ufficio di Presidenza, composto, tra gli altri da Marco Ercoli e Cristina Perazzolo) ha inviato l'ennesima "circolare" che vieterebbe la pubblicazione e la diffusione, sinanco ai consiglieri comunali, dei verbali della conferenza dei capigruppo, richiamandosi a non si capisce bene quali norme e riferimenti.

Zootecnia locale per evitare i lager.

Il groppo alla gola che ci prende tutte le volte che vediamo un "trasporto animale" dovrebbe farci riflettere per spingere regole e leggi per allevamenti "umani", a filiera corta e locali. Per il benessere animale e delle persone!
Marco Masini



Conflitto di interesse: un tema sempre di attualità...

Una volta sembrava colpito solo B. dal problema...
Il personale della pubblica amministrazione è normalmente vincolato da una clausola di esclusività, che vieta rapporti di lavoro a qualsiasi titolo (collaborazione, lavoro subordinato, etc.) del dipendente pubblico con datori di lavoro di aziende private.
Il divieto, fra l'altro, ha l'obiettivo di prevenire potenziali conflitti di interesse fra la funzione pubblica e gli altri rapporti di lavoro. La clausola di esclusività per i dipendenti del pubblico impiego ammette alcune eccezioni, ma che non prevedono comunque il conflitto di interesse!
Stante le recenti deliberazioni della Corte dei Conti che equipara, sostanzialmente, i dipendenti delle partecipate a "dipendenti pubblici", per i quali occorrerebbe assumere con concorso (eliminando la discrezionalità) e dei quali bisogna tener conto ai fini della valutazione del Patto di Stabilità, la norma relativa ai conflitti di interesse dovrebbe estendersi a tutti i dipendenti delle Partecipate.

mercoledì 23 maggio 2012

NO allo scempio dello skyline: a Valleambrosia CMB propone ad EIRE "grattacieli" fuori luogo....

E' incredibile. A fronte di un planivolumetrico che dovrebbe prevedere altezze massime di 20mt., il Piano Integrato di Intervento Valleambrosia Nord - approvato ad inizio legislatura - potrebbe prendere, se non arginato, la via dello scempio paesaggistico.
Se da una parte il PGT si da addirittura degli obiettivi di protezione e ricostruzione del paesaggio, dall'altra gli operatori (e, spero, solo loro) si affaccendano per devastarlo....
La CMB, nel suo sito per la presentazione dei suoi interventi ad EIRE 2011, la fiera degli immobiliaristi, presenta molti progetti, alcuni anche gradevoli, ed il più voluminoso, impattante e spudorato (per come viene descritto) è quello di Rozzano a Valleambrosia.
2 palazzoni da 12 piani (40 metri di altezza!!) e 2 da 6 piani che si affacciano sulla Pavese e a ridosso delle palazzine di ben più modesta altezza di Valleambrosia, un sito di modesti lavoratori e artigiani che hanno, tra gli altri, contribuito a costruire la Rozzano che pensavamo di conoscere. Ma i progettisti si scherniscono: "...è una sorta di proposta "visionaria" [...], in un contesto di trasformazione da industriale a residenziale".

martedì 22 maggio 2012

Masini si dimette dalla maggioranza: “Merito, trasparenza, responsabilità ed equità sono la base dei rapporti sociali, con la cittadinanza e con la politica.”


Rozzano, 22 maggio 2012 – “Le vicende legate al “rimpasto” indicano chiaramente una volontà tutt’altro che in linea con l’andamento del comun sentire democratico che si sta sviluppando in tutti i comuni lombardi e non solo” dichiara Marco Masini, ex capogruppo della lista civica Rozzano per D’Avolio. “Ho insistito molto affinchè i temi del merito, della trasparenza e della responsabilità diventassero centrali nell’agenda della maggioranza, ma il Sindaco continua, pervicacemente, nel rifiuto di aprire ad una politica di etica e moralizzazione che pervade tutta la sinistra, ma non alcune forze di Rozzano, abbarbicate a vecchie logiche di spoil system ed inefficaci dal punto di vista meritocratico e della giustizia sociale”.
Masini non fa sconti, ed apre interrogativi su possibili aperture in direzione del centro destra per eliminare il “problema” della sua permanenza critica, che, invece d’esser raccolta positivamente, è sempre stata vissuta problematicamente. “Avevamo, fortunatamente, per gli aspetti puramente politici (ma con nessuna questione personale) perso un blocco di destra, ma si riapre a destra, e senza nessuna operazione di apertura alle vere questioni della città, segnalate anche dalle varie opposizioni”.
Masini, in questi anni, sempre con piglio critico ma coerente nel sostegno alla maggioranza, ha indicato molte questioni aperte e di dubbia trasparenza sulle società partecipate, sulla meritocrazia, sul nepotismo e sui favoritismi.

"Tipico pinerolese": Roberto Prinzio, dal pedemontano piemontese alla Rozzano rossa....

R. Prinzio, il 2° da destra, alla conferenza
stampa per la presentazione del bilancio
ACEA spa
Come abbiamo visto, a causa delle recenti vicende societarie e legislative che determinano la riduzione delle società al 100% (ma che ne consentono il moltiplicarsi di ogni altra forma), a Rozzano, dopo DGN è comparsa GasPiù Distribuzione, ed entrambe hanno portato con sè un pezzo di Piemonte.
Questo si esprime attraverso l'"uomo nuovo", per Rozzano, Roberto Prinzio, Presidente di ACEA Pinerolese, che ha preso la presidenza di entrambe le società di cui sopra.
Familiarizzamo con Roberto Prinzio.
Amministratore ed ex presidente nella Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca , in Piemonte, ha un'attività politica connaturata al centro sinistra, area PD, dove sostiene e promuove i temi della protezione delle aree montuose, si occupa dell'evento che ha cambiato, oggettivamente, il Piemonte, le olimpiadi invernali, e sostiene con ACEA le attività del partito sul territorio.
Una presenza discreta ma sostanziale, che lo ha portato a capo dell'ACEA Pinerolese, società che dal territorio del comune di Pinerolo, si è espansa per la provoncia, e non solo, arrivando recentemente a Rozzano.

lunedì 21 maggio 2012

Se un amministratore di società partecipata è titolare di carica elettiva....

...secondo l’art.5, comma 5, della legge 122/2010 non può percepire emolumenti!
Ci sono precetti ed indicazioni chiare in materia di amministratori pubblici, che, secondo me, è bene riportare all'attenzione della "politica" rozzanese per verificare situazioni che appaiono "strane"....
L’amministratore di società partecipata che sia nel contempo titolare di carica elettiva non può percepire emolumenti (a parte il rimborso spese e l’eventuale gettone di presenza). 
Questo post sarà "tosto", ma è bene che un cittadino sappia "far di conto"... 
Quanto sopra si evince dall’art. 5 comma 5 del d.l. 31 maggio 2010 n.78, convertito in legge n. 122 del 30 luglio 2010 (“Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica”). 
Ma questa affermazione necessita di alcune importanti precisazioni.
Questo precetto non si applica, esclusivamente, alle nomine di amministratori locali effettuate dalle medesime Amministrazioni ove detti soggetti svolgono la carica elettiva. Anche nel 2012, la Corte dei conti in sede consultiva lo ha ribadito: l’art. 5 comma 5 abbraccia la nomina da parte di enti locali di membri del Cda di società partecipate, laddove i predetti soggetti siano titolari di cariche elettive anche in Amministrazioni locali diverse da quelle conferenti (Corte dei conti – Lombardia 8/2012). 
Infatti, “all’interno della disposizione non si riviene alcun espresso “collegamento” tra l’Amministrazione conferente l’incarico e quella ove il destinatario del medesimo è titolare di carica elettiva“.

venerdì 18 maggio 2012

Trasporto cazzi miei...

Un importante affermazione di indipendenza....

Con B. o contro B.? La Maiolo, incerta, rivendica che non possono essere solo "brave (?) e belle".

...non è un fotomontaggio!!!
Lo scorso 11 maggio, durante l'incontro dell'associazione Articolo 51, Tiziana Maiolo si è scagliata contro la discriminazione femminile in politica, arrivando - sostanzialmente - a disconoscere buona parte delle metodologie di selezione del "personale politico" del suo Presidente mister B.
"Le donne, benché negli ultimi anni si sia fatto un bel salto in avanti in Parlamento raggiungendo il 20%, Sono ancora sotto rappresentate nelle istituzioni locali, nei vertici giudiziari, diplomatici e aziendali. Ma soprattutto, le donne sono penalizzate nella selezione della classe politica dirigente. Devono essere brave e belle, devono saper stare al loro posto, controllare le emozioni, superare la loro invisibilità con l'esposizione del corpo"....!!!!

giovedì 17 maggio 2012

Polizia Municipale: botta e risposta con il Sindaco...

Dopo lo sfogo dei dirigenti sindacali del Comune di Rozzano in merito alla presunta proposta di aumentare le sanzioni sul territorio del 10% per potersi veder riconosciuto il premio di produzione, rigettato al mittente con azioni di comunicazione e denuncia pubblica, il Sindaco di Rozzano Massimo D'Avolio risponde piccato dal sito ufficiale del Comune: "Il Comune di Rozzano ha dato prova di ampia di disponibilità nel recepire la quasi totalità delle loro richieste in questo accordo – dice D’Avolio - ma ho l’impressione che sia in atto una manovra solo politica che non tutela affatto gli interessi dei lavoratori".
La polemica sulla politicizzazione dei Sindacati non è nuova. Da quando si è avuto un cambio di vertice nella dirigenza comunale le situazioni di attrito con i lavoratori sono aumentate e le lementele sono state piuttosto frequenti negli ultimi due anni.

PGT Rozzano: SEL presenta le sue osservazioni venerdì 18 alle 21

Sinistra Ecologia e Libertà presenterà venerdì 18 maggio alle 21.00 presso il centro civico in piazza G. Foglia a Rozzano le proprie osservazioni alla proposta di PGT dell'Amministrazione comunale di Rozzano.
SEL ha mantenuto un atteggiamento sempre critico ma in qualche modo costruttivo durante tutto il periodo che, dalla fase iniziale, ha portato all'adozione del PGT. La sostanza delle osservazioni, riteniamo, verteranno sul bisogno sociale di abitazioni a buon mercato o addirittura a canone moderato, per rispettare la demografia economica del nostro comune, ed inoltre sul tema dell'eccessiva dispersione territoriale e consumo di suolo non socialmente finalizzato.

3 farmacie in più a Rozzano: rischio bando comunale?

A seguito della legge sulle liberalizzazioni del Governo Monti (L.27/2012), il Comune di Rozzano potrà ospitare tre nuove farmacie sul proprio territorio. La Giunta Comunale ha così dato seguito alla nuova normativa che prevede la possibilità di avere una farmacia ogni 3300 abitanti. La localizzazione delle stesse, per una migliore distribuzione sul territorio, è stata determinata individuando tre ambiti: uno a Nord (zona Quinto), uno a Ovest (nella zona Pavese, tra Assago e Zibido) ed una a Sud (tendenzialmente nella zona di Rozzano Vecchio).
L'ulteriore disponibilità di un servizio così significativo per la città, fa si che le persone - anche più anziane - con ridotte capacità di mobilità (la benzina ormai è alle stelle e la disponibilità dell'auto viene messa in dubbio) possano disporne a portata di mano.

martedì 15 maggio 2012

Assemblea sul PGT ad Opera-no sul PGT senza consultazione.


Il Centro Sinistra Operese organizza per giovedì 17 maggio, alle ore 21.00, presso il polifunzionale di via Gramsci di Opera un incontro con i cittadini operesi per discutere con loro del PGT che la giunta di Opera stà redigendo in pratica senza mai averli convocati e/o coinvolti .
Un PGT quello messo in piedi dalla giunta di destra di Opera che contempla una vera e propria colata di cemento che aggiunta a quella già in atto farà si che nel periodo di validità dello stesso si preveda  un aumento di circa 5.500 abitanti o meglio un aumento di almeno 2.500 nuove abitazioni che poi rimarranno per la gran parte invendute e vuote ma con un consumo di suolo di centinaia di migilaia di metri quadri.

Alla canna del Gas! Come le norme impongono la gestione della filiera....

Per poter parlare di gas, occorre capire come l'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas AEEG ha strutturato la filiera, vale a dire come il gas arriva nelle nostre case a partire dai giacimenti.
Dopo un veloce excursus su questo tema si potrà meglio capire ciò che importa direttamente Rozzano e i "giochi societari" che si svolgono sul territorio.
La filiera del gas rappresenta l'intero ciclo produttivo che parte dalla fase di approvvigionamento, passa per lo stoccaggio e termina con la distribuzione e la vendita. Si tratta, insomma, di tutta quella serie di attività che intercorrono fra il momento in cui il gas viene estratto, magari in un lontano giacimento russo, e il momento in cui accendiamo il fornello di casa.
Esattamente la filiera del gas è suddivisa nei seguenti segmenti:


L'approvvigionamento, la prima fase della filiera del gas, si suddivide a sua volta nelle attività di produzione e di importazione.

domenica 13 maggio 2012

Servizio pronto intervento gas: nuovo gestore, vecchia segreteria e vecchi link!

Si segnala ai cittadini che sul sito di AMA, nella pagina "servizio gas" è erroneamente riportato il link al sito della DGN srl, di Pinerolo, ormai superata per gli eventi occorsi nello scorso anno.
Infatti, sul sito di DGN (www.dgn-net.it) alla pagina relativa a sede ed uffici si riporta:
"AVVISO AGLI UTENTI: A decorrere dal 1 giugno 2011 la località di Rozzano fa capo alla società GasPiù Distribuzione srl. A decorrere dal 1 maggio 2009 le località di Settimo Torinese e Brandizzo fanno capo alla società Italgas spa."
L'indicazione di rivolgersi per informazioni al numero 02/89.26.93.0 non è efficace: si dice che per interventi bisogna chiamare lo 800.199.797 dove una voce registrata recita ancora "DGN pronto intervento gas...".

Ambiente e salute a tavola. A Rozzano un incontro sui pericoli della “spesa inconsapevole”. Con rinfresco vegetariano di cucina palestinese.


Luisa Del Vecchio-Conal, Masini Marco-Ambiente Rozzano
durante la conferenza REALSAN.

Sicurezza Alimentare e Nutrizionale, questo il tema della serata organizzata da Ambiente Rozzano, Amici della Terra Lombardia sezione Rozzano, nell'ambito del progetto europeo REAL-SAN. La serata di venerdi scorso è stata inaugurata da un rinfresco vegetariano di cucina palestinese, curato dalla Comunità Palestinese della Lombardia.
L’incontro, svolto presso la sala conferenze della Cascina Grande di Rozzano, ha affrontato i rischi dell’alimentazione disattenta e della spesa inconsapevole, sulla sicurezza alimentare e sulle corrette scelte alimentari di ogni giorno.
La serata dedicata al Progetto, finanziato dall’Unione europea, Realizzare Sicurezza Alimentare, un progetto internazionale di cui il Comune di Milano è capofila e al quale ha aderito anche il Comune di Rozzano, ha avuto tra i principali attori del progetto anche il Fondo milanese per la cooperazione allo sviluppo. 

giovedì 10 maggio 2012

Osservatorio sulla Legalità. Commissione Statutaria: in verbale (draft)

Dal draft del riassunto della commissione.


Alle ore 18,10, verificata la sussistenza del numero legale, il Presidente della Commissione Di Bartolomeo apre la seduta.

Interviene il Presidente del CC, D’Errico, ringraziando il Sindaco, i commissari, gli assessori e i tecnici presenti alla convocazione di una commissione molto importante, tesa a raccogliere contributi e proposte  per costituire finalmente l’OSSERVATORIO SULLA LEGALITA, obiettivo condiviso da tutto il Consiglio Comunale.

Il Presidente della Commissione sottolinea che è pervenuta la sola  proposta del Consigliere Valli, che viene fatta fotocopiare e distribuita ai presenti.

Il Consigliere Valli presenta sinteticamente la sua proposta che è quella di un testo di Regolamento per il funzionamento dell’Osservatorio  - la cui discussione, raccogliendo eventuali emendamenti e contributi potrebbe  esaurirsi in un mese (due commissioni) – e anche di un metodo, proponendo la costituzione di un tavolo di lavoro da ampliare – oltre ai commissari – a rappresentanti di tutte le forze dell’ordine del territorio e delle parti sociali. Propone anche i profili per le nomine di chi dovrà costituire l’Osservatorio. Sottolinea come il Regolamento sia molto scarno e, a parte i primi due articoli di contenuto, contenga proposte molto operative. Rinnova l’invito a tutti i consiglieri a fare osservazioni o integrazioni, in quanto l’Osservatorio sulla Legalità non ha colore politico ma dovrebbe rappresentare il sentire di tutti.

mercoledì 9 maggio 2012

Consiglio Comunale: la relazione del Difensore Civico il piatto forte.

Come si è potuto (spero) percepire dalla "diretta Twitter", il piatto forte della serata è stata la relazione annuale del Difensore Civico dott. Fassone, che ha introdotto ed animato con i casi specifici ed i numeri presentati, il dibattito successivo. Subito dopo una lunga e articolata presentazione dei contenuti del nuovo Piano di Zona Trienale 2012-2014 per i Servizi Sociali da parte dell'assessorato che fa riferimento a Miriam Pasqui.

In sintesi, la relazione del dott. Fassone si è incentrata su alcuni casi specifici (un rigetto di istanza di residenza all'anagrafe, un problema con l'Humanitas, ...) che hanno richiesto un'attenzione più che consulenziale, ma il dibattito è stato attratto, prevalentemente da una questione legata al mancato pagamento delle spese amministrative ad un cittadino da parte della farmacia comunale di Quinto Stampi.

domenica 6 maggio 2012

Parcheggi e box via Perseghetto angolo G. Rossa: il sindacalista trucidato dalle BR si starà rivoltando nella tomba!!


In fondo a via Guido Rossa, all’angolo con via Cascina Perseghetto, abbiamo l’esempio rozzanese di “ecomostro” a superficie vasta….
Si tratta di box interrati mai finiti o parzialmente aperti, che sono lasciati al degrado ed alle intemperie a marcire senza segni di ripresa.
Una parte di essi sono stati aperti, ma versano in uno stato di semi abbandono dove, chi aveva provato ad investirci sta ora cercando di vendere.
Box incendiati e divelti, illuminazione scarna, cancello rotto che nessuno si cura di riparare, problemi di sicurezza elettrica ed antincendio e…. un bel vascone per le carpe (quando piove) o una pozza per gli uccelli migratori…

Parco delle Rogge: una sessione di foto per la nuova area protetta


Grazie ad una giornata senza pioggia (!) ho approfittato di girovagare tra i campi e i boschetti che fan parte del costituendo Parco delle Rogge.
Si tratta di una vasta area a Sud di Rozzano, con prati, campi che furono coltivati, rogge e una moltitudine di piante recentemente messe in terra dal programma Ersaf che l’assessore Apuzzo ha avuto il buon fiuto di intercettare (le famose 35.000 piante della Regione Lombardia).
A margine del parco, in zona via della cooperazione, fanno bello sfoggio di un intento (incompiuto) di fruibilità, quattro ponticelli sopra le rogge che della “inaccessibilità” sono il monumento! Una alzata a un metro e mezzo da terra, che un bambino o un anziano (per non parlare di un disabile) non potrebbero utilizzare…. Ma son robusti e hanno, da lontano, un ottimo impatto.

sabato 5 maggio 2012

Ciclabilità per lo scavalco del Naviglio: soluzioni pensate ma non veloci.

Il prossimo 12 maggio verrà inaugurato lo scavalco del Naviglio in corrispondenza di via Ugo La Malfa.
Sin dalla sua apparizione nelle veste che è apparsa semi-definitiva ci siamo preoccupati della "ciclabilità", poichè sovrappassa la "pista panoramica" Milano Pavia e permette la percorrenza verso Assago, nel territorio della futura D3.
Schema di attraversamento ciclabile dello scavalco
Il ponte non prevede la pista ciclabile. Bocciata dalla Provincia e dal Parco Sud, il passaggio sopra il ponte per l'immissione nel percorso "pavesino" è stato eliminato e, l'alternativa (di valore) è passare dal ponticello storico in corrispondenza della chiusa leonardesca del Naviglio. Ma...

Un Procuratore "a scadenza" (come le mozzarelle): il CdA di AMA delibera un incarico sino al 20 maggio. Perchè?

In data 27 febbraio 2012, con atto 46424/2012, presso il Notaio Orrù di Rozzano, è stato comunicato al Registro delle Imprese il conferimento di una Procura speciale (come "plenipotenziario") all'ingegner Vito Ancora, già collaboratore storico di AMA.
E fin qui - a parte la copertura totale di ogni ruolo decisionale in seno alle attività di carattere tecnico, ambientale e della sicurezza e delle relative assegnazioni di incarichi - tutto sembrerebbe pleonastico.
L'anomalia è nel fatto che questa procura ha una scadenza vicinissima: il 20 maggio 2012 ("data certa", indicato dal notaio).
Ma la responsabilità nell'esecuzione delle opere appaltate, si affianca alla progettazione, coordinamento e promozione delle attività dell'ufficio tecnico, ed in particolare si indica che "sarà responsabile unico del procedimento [...] e in tal senso, potrà stipulare contratti previa autorizzazione del presidente (Nervetti, n.d.r.) , del procuratore speciale coordinatore della dirigenza (Sgambato, n.d.r.)".

Osservatorio antimafia: la commissione Statuto rinvia.

Un Osservatorio Antimafia a Rozzano:
altolocato, è meglio...
Si è tenuta lo scorso giovedì la commissione Statutaria del Comune di Rozzano, presieduta dal consigliere Di Bartolomeo, per discutere operativamente della costituzione di un Osservatorio Antimafia.
Dopo un'apertura incerta ("....e parliamo di questa legalità!"), il Presidente D'Errico ha ricordato come si è arrivati a definirla e quali obiettivi ci si è dati: un veloce percorso che avrebbe dovuto esser facilitato dalla presentazione di documenti e proposte per arrivare a fine giugno con un Regolamento, una composizione e la possibilità operativa.
Da Valli è arrivata una proposta scritta che prevede una composizione ed un regolamento, che è servita, almeno, a discutere di qualcosa. Le uniche mie osservazioni son state sulla composizione che non includeva le associazioni di categoria (commercianti e industriali) del territorio, e le aziende del settore immobiliare, tutti settori tradizionalmente esposti ai fenomeni del tipo che si vuole osservare.
Comunque, siccome tale proposta non sarà l'unica, il presidente D'Errico (si lui, non Di Bartolomeo) ha chiesto che vengano presentati altri suggerimenti entro il prossimo mercoledì per non far diventare la Commissione Statutaria una sabbia mobile dove l'Osservatorio si arena e si affossa...

giovedì 3 maggio 2012

Nuovo Consiglio Comunale lunedì 7 maggio

E' stato convcato il prossimo consiglio comunale per lunedì 7 maggio.
Numerosi, ancora, i punti all'ordine del giorno, ma il focus principale è sulla Relazione del Difensore Civico per l'anno 2011, e per il Piano di Zona dei Servizi Sociali 2012-2014.

Ecco l'elenco completo dei punti:

Ambiente e acquisti “verdi”: stamattina a Milano saranno premiati i Comuni e le Aziende Amici dell’Ambiente 2012.


Amici della Terra Lombardia, dalle ore 10.15 di stamane presso la sala Colonne della Banca Popolare di Milano in Via San Paolo, 12 a Milano, premierà i “Comuni e Aziende Amici della Terra 2012”.
ADT è da sempre attiva nel promuovere stili eco-compatibili e virtuosi nella P.A. e da quest'anno estende anche alle aziende questo riconoscimento, per sollecitare all'intrapresa di pratiche sempre più attente all'ambiente.
In questa occasione sarà presentato pubblicamente e distribuito il “Catalogo EcoLogico 2012”, vademecum per gli acquisti “verdi” e il GPP nelle pubbliche amministrazioni e nelle aziende.
Sarà presente alla premiazione il Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia che consegnerà alcune targhe a colleghi di altri Comuni e ad Aziende sostenibili.

martedì 1 maggio 2012

Plastica programmata per distruggersi: l'additivo d2w

Non tutto il male vien per nuocere: nell'emporio cinese INA ho scoperto l'additivo "d2W", un composto che addizionato alla normale plastica, la programma per l'autodistruzione, riportandola allo stato di molecole di base compatibili con l'ambiente.
Nonostante "fuorilegge" per ogni uso (a causa del D.L. n. 2 del 25/01/2012, vedi oltre), le "sporte" e i sacchetti per il trasporto degli acquisti che riportano stampigliata questa sigla, se di spessore adeguato, sono permesse, e ne ho intrapreso una sua analisi.
L'additivo in questione viene introdotto nella fase di estrusione della plastica, e, dopo un predeterminato periodo di tempo, rompendo le catene polimeriche molecolari e grazie alla presenza dell'ossigeno, la plastica inizia il suo processo di degrado. I micro-organismi completano il "processo". Sono le plastiche oxo-biodegradabili.