sabato 31 marzo 2012

Il Comune non deve pagare multe inutili: si rispetti la Legge sulla pubblicazione dei compensi degli amministratori delle Società.


In Italia vige una legge che richiede la "PUBBLICAZIONE  SUL SITO  DEI  COMPENSI  DEGLI    AMMINISTRATORI DESIGNATI/NOMINATI  DALL’ENTE PUBBLICO". Si tratta dell'Art. 1, comma 735 L. 27 dicembre 2006, n. 296, che recita:
“735. Gli incarichi di amministratore delle società di cui ai commi da 725 a 734 conferiti da soci pubblici e i relativi compensi sono pubblicati nell'albo e nel sito informatico dei soci pubblici a cura del responsabile individuato da ciascun ente. La pubblicità è soggetta ad aggiornamento semestrale. [...]”
Non ho trovato questo dato in nessuno dei siti web delle società del Comune di Rozzano, e li ho richiesti in ragione dell'osservanza alla Legge, che in caso di violazione dell'obbligo di pubblicazione è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria fino a 10.000 euro, irrogata dal Prefetto nella cui circoscrizione ha sede la società!!

venerdì 30 marzo 2012

Affitti di lusso, Milano è low cost e fa gola agli stranieri


I "giardini verticali" dell'assessore Boeri a Porta Nuova

Il capoluogo lombardo è al 20° posto nella classifica europea del prezzo delle locazioni di pregio: «Gli stranieri vengono per studio e per affari, attratti dai nostri poli d'eccellenza e dal fermento per Expo 2015»

Il mito di Milano come città del lusso a prezzi improponibili viene ridimensionato dalle ultime analisi della Camera di Commercio meneghina. I numeri ci dicono che è al 20° posto nella classifica delle città europee più care per quanto riguarda le locazioni di pregio, superata anche da Roma che si colloca al 17°, e anche chi lavora nel settore lo conferma: «Per la clientela business internazionale Milano è una città dai prezzi decisamente abbordabili» spiega Guido Edoardo Alliata, titolare di RentClass, società leader nel settore degli affitti a breve e medio termine che gestisce un pacchetto di una sessantina di immobili di alto livello nel capoluogo lombardo. «I prezzi milanesi non sono nemmeno paragonabili a quelli di Londra, Parigi o Zurigo, le prime tre classificate per la Camera di Commercio».

Gandolfi (Italia dei Valori): “Votiamo contro per evitare nuovi inceneritori nel Parco Sud”


L'inceneritore di Brescia

Questa delibera non è solo “un adeguamento tecnico”, come vorrebbe farci credere l’assessore, ma di fatto apre la strada a numerosi scenari che ci preoccupano.
È quanto dichiarato dal capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, in merito alla proposta di delibera inerente adeguamenti del Piano Provinciale di Gestione dei Rifiuti secondo le indicazione delle recenti modifiche introdotte dalla legge regionale, durante la seduta del Consiglio Provinciale di oggi.
È evidente – continua Gandolfi – che questa delibera allarga le maglie per quanto concerne i criteri per la localizzazione di nuove aree dove prevedere nuovi impianti di smaltimento rifiuti. È ovvio che la nostra preoccupazione va a quelle aree verdi oggi tutelate come il Parco Agricolo Sud e che da ora in poi non lo saranno più. Ricordo la battaglia sia in quest’aula, sia sul territorio, quando qualcuno aveva prospettato la volontà di fare un nuovo inceneritore a Opera.

giovedì 29 marzo 2012

Anche il 27 marzo e' ... Finito nel cesso!

Ebbene si, dopo gli annunci del 9, aver apposto i cartelli del 27, gli stessi sono stati tolti e buttati nel cesso!
La storia si ripete e la matematica non aiuta: via Grandi resterà chiusa per non si da quanto e nessuno e' così serio da dirlo.
I basigliesi continueranno ad invadere Rozzano lungo le sue arterie a dispetto di un problema che sembrava di poco conto.
Marco Masini

mercoledì 28 marzo 2012

D'Avolio: "Sì alla città metropolitana"

E’ stato avviato il percorso di realizzazione della Città metropolitana di Milano, nuova istituzione di governo sovracomunale. “Creare la prima città metropolitana d’Italia - spiega Massimo D’Avolio, sindaco di Rozzano - significa dare un contributo decisivo al rilancio economico e civile della metropoli milanese e dei Comuni dell’hinterland. Rozzano ha aderito al progetto e fa parte del comitato promotore insieme al Comune e alla Provincia di Milano.
"Questa esperienza ha come protagonisti le istituzioni e le forze politiche, che al di là degli schieramenti, si uniscono e lavorano insieme per trovare soluzioni ai grandi problemi che affliggono i nostri territori come quello dell’ambiente, del lavoro, dei trasporti e dell’economia - continua D'Avolio - La presenza al recente convegno, promosso dalla Provincia di Milano, del sindaco Pisapia, del presidente Podestà e del presidente del Senato Renato Schifani è un grande e importante passo per avviare un dialogo proficuo tra i rappresentanti delle istituzioni".

Si all'osservatorio: la conferenza dei Capigruppo comunali avalla il progetto e rimanda alla Commissione Regolamenti lo studio dello strumento

Gabriele, di SEL
Ieri sera, durante la Conferenza dei Capigruppo, c'è stata un'ampia discussione sulle modalità realizzative di uno strumento discusso nello scorso consiglio comunale grazie ad un ordine del giorno presentato dal consigliere di SEL, Igino Gabriele: un Osservatorio Antimafia.
Questo vedrà la luce all'interno della Commissione Regolamenti e Statuto del consiglio in tempi celeri, nelle intenzioni.
Il Sindaco: "Su temi come questi, non ci interessa la primogenitura, ma solo la realizzazione di uno strumento che potrebbe rivelarsi importante anche per il nostro territorio. La formazione di un substrato culturale adeguato a prevenire le infiltrazioni mafiose e la criminalità in genere è sempre stato uno degli obiettivi di questa Amministrazione". D'Avolio si prende anche la briga di stabilire degli obiettivi definiti: in due mesi è disponibile a portare in Consiglio lo strumento deliberativo che la commissione avrà licenziato.
"Per ottenere questo risultato, ci deve essere un forte impegno - anche personale - della politica: due mesi sembrano molti, ma non è così" conclude.

martedì 27 marzo 2012

"Sale giochi in mezzo alle case: non è scritto questo sul Regolamento Comunale!". Masini interroga l'Amministrazione sulle localizzazioni "ludopatologiche" in città.

La sala giochi in viale Lombardia
COMUNICATO STAMPA
Rozzano, 27 marzo 2012 - "Il Regolamento Comunale per le Sale Giochi parla chiaro: queste non possono essere collocate sotto o sopra le case". L'ingegner Masini, consigliere di maggioranza "non prono" a logiche di parte, rileva le assolute irregolarità di due delle quattro sale giochi nel centro di Rozzano e l'anomalia ostentata della terza.
"La scelta del Consiglio Comunale fu fatta in relazione ai disturbi ed alla protezione che si voleva dare alla fascia di cittadini più soggetti ad una risposta impulsiva. Piazzare sale gioco nelle centrali Viale Lombardia e Via Roma mi sembra obiettivamente una scelta infelice e che non rispetta le prescrizioni normative".

lunedì 26 marzo 2012

Solidarietà: da Rozzano all’Africa, un autocarro carico di aiuti e tecnologie.

Partirà nei prossimi giorni alla volta della Repubblica Democratica del Congo, accedendo dal porto fluviale di Boma, a sud della capitale Kinshasa, un autocarro pik up Toyota, 4 ruote motrici, donato a Pro Africa Onlus da un imprenditore di Corbetta.
L’autocarro che sarà riempito di aiuti medici e umanitari, è stato preso in carico oggi dal Presidente di ProAfrica Onlus,Stefano Apuzzo, assessore alla Cooperazione Internazionale a Rozzano (Milano).
Nei prossimi giorni il pik up partirà per Anversa, in Francia, con alla guida il tesoriere di Pro Africa, Emilio Gallopin, dove sarà imbarcato su una nave per fare rotta sul Congo. Presumibilmente il viaggio durerà circa un mese.

domenica 25 marzo 2012

L'acqua di Rozzano migliore dell'acqua in bottiglia!

E' noto, ma nessuno sembra tenerne conto. Ancora oggi vediamo uscire dai centri commerciali carrelli carichi di acqua minerale in bottiglia, che affaticano i mariti di mogli troppo apprensive o comportano l'autoflagellazione della schiena di quegli uomini che "...l'acqua in bottiglia è più sana!".
Ebbene, anche la recente misurazione dei parametri chimico-fisici dell'acqua di rete del comune di Rozzano riporta un livello qualitativo eccellente, che dovrebbe scoraggiare i patiti della bottiglia di PET.

Nuovo depuratore di Rozzano: il cantiere TASM procede lentamente, ma sull'acqua "navigano" milioni di euro in stipendi di Cda da ridimensionare

L'impianto di depurazione della città di Rozzano, costruito negli anni 1970/1988, ed entrato in esercizio nel 1988, è passato di mano dal Comune alla TASM spa (Tutela Ambientale Sud Milanese spa) lo scorso 2011, e da allora - a seguito degli accordi conseguenti - è soggetto ad una pesante ristrutturazione per lavori di ampliamento e di adeguamento dell'impianto.
Su questo, come in altri appalti della TASM, sono corse "mazzette" di una certa consistenza nel recente passato, per lavori di preparazione alla sua realizzazione.
Comunque, visto che dopo approfondiremo il tema, ecco i dati tecnici dell'impianto originario:
  • Acque reflue ingresso: 20.600 mc/giorno
  • COD (Chemical Oxigen Demand) totale ingresso: 8.250 kg/giorno
  • N. abitanti asserviti: 75.000 A.E.
Caratteristiche dell'impianto (scheda Amiacque):

9 x 3 = 27 marzo: nuova data per la riapertura di via Grandi

Dal 9 marzo al 27 marzo: pubblicata su cartelli stradali temporanei e caduchi la nuova data attesa per il termine della cantierizzazione sulla strada per liberare la circolazione verso Basiglio.
Gran parte dei lavori si stanno svolgendo per incanalare la roggia Pizzabrasa a sostenere la costruenda rotatoria.
L'eliminazione del semaforo e la curva continua del tram non più ad intralciare il traffico renderà più facile la percorrenza del viale verso Basiglio, limitando un pochino la concentrazione aggiuntiva degli inquinanti in prossimità dell'area della Tangenziale, a beneficio delle abitazioni in prossimità.

sabato 24 marzo 2012

Convocata la conferenza dei Capigruppo consiliari.

Dopo i due consigli comunali (quello dei "cento giorni" ed il successivo, di cui abbiamo riportato le sintesi), il Presidente del Consiglio, Giovanni D'Errico, ha convocato la conferenza dei capigruppo.
Si tratta di un organo consultivo, che (art.21 dello Statuto) "coadiuva l’ufficio di Presidenza nella programmazione e nell’organizzazione dei lavori del Consiglio".

Ecco il testo della convocazione e l'ordine del giorno:

venerdì 23 marzo 2012

Verbania: Sindaco multato dal TAR di 1,3 milioni per aver cercato di proteggere i giovani dal gioco.

Lo Stato biscazziere che ci prende in giro: prende soldi
per il gioco ma ti dice "gioca senza esagerare"!
I temi da poco riaperti durante gli ultimi consigli comunali sulle Sale da Gioco e relativo regolamento, trovano un interessante sponda nella notizia che il Sindaco di Verbania ha ricevuto una multa da 1,3 milioni di euro per aver vietato con una ordinanza le slot ai ragazzi, limitando l'uso delle slot tra le 15 e le 22.
Le società società-casinò hanno chiesto i danni e il Tar del Piemonte sentenzia: "ordinanza illegittima, multa da 1,3 milioni".
La notizia ha avuto risalto sul Corriere della Sera di oggi, dove lo racconta Gian Antonio Stella, che di queste battaglie è ormai un paladino vero.
II caso di Verbania, dove c'è un apparecchio ogni 78 abitanti, si è generato perchè il primo cittadino voleva impedire che gli studenti bigiassero scuola per andare a giocare.
Un bar e una ditta produttrice di slot, la Euromatic, hanno fatto ricorso al Tar e il giudice torinese ha dato loro ragione, rifacendosi a una legge del periodo fascista, a firma di Alfredo Rocco, che vede il problema delle "bische" come una questione esclusivamente di ordine pubblico.

Rozzano, 6000 alloggi ALER, stoppa la IMU: “I soldi restino in Lombardia per le ristrutturazioni!”. ALER e case di cooperativa siano considerate “prima casa”.


Il Sindaco di Rozzano, la città che, rispetto al numero degli abitanti, ha la più alta concentrazione lombarda di case popolari, chiede con forza che il gettito dell'IMU sugli alloggi ALER e sulle abitazioni di cooperativa a proprietà indivisa, restino sul territorio e non siano trasferiti per la metà allo Stato, come prevede la normativa in gestazione.
Reduce da un incontro in Regione con l'assessore alla Casa, Domenico Zambetti e con altri Sindaci dell'hinterland, Massimo D'Avolio non ci sta e chiarisce come “i soldi che pagano i nostri cittadini devono essere utilizzati per ristrutturare gli edifici e per le manutenzioni indispensabili alla vivibilità dei nostri quartieri. Chiediamo con forza che le risorse del gettito IMU siano investite sul territorio e che gli appartamenti ALER siano considerati prima casa così da applicare una tassazione che incida in maniera meno consistente sugli enti gestori, tanto da consentire i doverosi interventi di manutenzione”.

giovedì 22 marzo 2012

9 marzo: una data maledetta! Doveva succedere tutto, ma invece non succede niente.

Deve esserci un problema di calendario: quello dei lavori pubblici è anomalo o stampato con inchiostro simpatico.
Ho notato, mentre scrivevo l'ultimo post sul ponte dello scavalco del Naviglio, la data il termine dei lavori, e mi ha ricordato qualcosa.
Anche come si rilevava dalla comunicazione relativa al ripristino della viabilità per Basiglio dopo il crollo della pavimentazione stradale di via Grandi (che bloccò l'erogazione di acqua a Quinto, Ponte e Alboreto), il 9 marzo dovevano terminare i problemi: il ponte sarebbe stato finito e gli abitanti di Basiglio avrebbero finito di attraversare il centro di Rozzano.
Ma invece no. L'inchiostro del calendario, quello speciale, usato per i lavori pubblici (LL.PP. per chi sa di burocratese) è del tipo a visione interferenziale: se non possiedi il filtro ottico adeguato, ciò che leggi come 9 può diventare un 22 (oggi) oppure un 31, o anche, se si è usato quella tinta anche per il mese, uno qualunque dei mesi dell'anno....

Altri 133mila euro al ponte milionario. Una variante inattesa!

Il nuovo ponte 
Dopo la difficile approvazione delle opere e dei costi per la realizzazione del ponte per lo scavalco del Naviglio in via U. La Malfa, che, a causa della tutela dei beni culturali fu determinato essere in ferro di tipo simil-ferroviario e che fu appaltato per 1,4Milioni di euro ad una associazione temporanea di impresa (ATI), a causa di imprevisti periziati dalla direzione lavori, si dovranno spendere ulteriori 133mila euro per il suo completamento.
Il contratto fu sottoscritto dal Comune di Rozzano nell'aprile 2009, e, dopo il fallimento di una delle due società costituenti l'ATI (Mecs srl),

Stramilano e Domenicheaspasso: orari sfasati

Orari sfasati: occasione persa? Forse no, se vi si pone rimedio finché si è in tempo.” È quanto affermato dal capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, fedele appassionato della corsa dei milanesi, della quale ha già corso ben venticinque edizioni ed è attualmente iscritto anche alla 41esima.
La prima delle “domenicheaspasso” – spiega Gandolfi – coincide con la Stramilano. Un’occasione per poter finalmente far correre tranquilli i 50.000 partecipanti che partiranno alle 9.00 da piazza Duomo allo scoppio del cannone. E invece no.

mercoledì 21 marzo 2012

Consiglio Comunale: il PdL abbandona i lavori. Bando affidamento farmacie e interrogazione su API il piatto forte.

Lo scorso 19 marzo, festa del papà, si è svolto un nuovo consiglio comunale, a sette giorni da quello della ripresa dopo la pausa di riflessione "trimestrale".
Anche in quest'occasione, e per la seconda volta, RF ha svolto un servizio di "diretta Twitter", con oltre 100 cinguettii durante la seduta pubblicati su Twitter (@RozzanoFuturo) che sul Blog (nella barra di navigazione a destrra) che, per la prima volta, sul profilo Facebook (Rozzano Futuro).
Nella fase delle comunicazioni, dove (finalmente) la Presidenza ha confermato la scelta di inziare alle 20, la consigliera Maiolo ci segnala che per lei si tratta di una iattura: abitando nel centro storico di Milano (non di Rozzano) il tasso di pericolosità è elevato, ed il rientro a casa in tarda ora per una donna non accompagnata è elevato. Indignata per la mancanza di sensibilità al tema di tutto il consiglio comunale trova spalla nelle parole del suo capogruppo Ferretti che, raccogliendo le indicazioni della consigliera, fa ammenda per aver anch'egli sostenuto lo spostamento dell'inizio dei lavori e, dopo aver chiosato sulla mancanza di un consiglio comunale che discuta degli incendi del 2011, dichiara che il PdL non parteciperà ai lavori. Alla consigliera Maiolo non è parso vero: anche questa volta riesce, a testa alta, ad abbandonare l'aula ad un orario conveniente, ed addirittura prima delle 21 (sua scadenza tipica).

"Rispondo a Cuvello punto per punto". Anselmo non si sottrae alle questioni sollevate dall'ex consigliere.

Per senso di responsabilità super partes, ricevo e pubblico. part two:


"Sono il consigliere comunale Anselmo Domenico, mio malgrado ho deciso di scrivere una risposta chiara e decisa, come e sempre stato nel mio stile e nel mio modo di essere e
per quella forma di serieta e di trasparenza che mi ha sempre contraddistinto.
Non voglio soffermarmi sulle gravi dichiarazioni e accuse rivolte dal sig. cuvello nei riguardi dei vecchi e dei nuovi gestori di alcuni servizi comunali...visto che sono già stati ampiamente denunciati dal sottoscritto in tutti gli uffici competenti e oggi, confermati e amplificati dalla lettera aperta del sig. cuvello.

lunedì 19 marzo 2012

Primavera: ben sei le cicogne che ormai “abitano” a Rozzano. Il Comune allestisce un grande nido.


Già annunciate da RF lo scorso 4 Marzo, le cicogne, simbolo della primavera con le rondini, che ancora non si avvistano nei cieli, sono ospiti fisse di Rozzano.
La bella stagione è allietata dalla presenza di ben sei cicogne adulte! 
Nel 2005 erano due le cicogne che avevano adottato il campanile della parrocchia di Quinto dè Stampi come proprio nido per il periodo primaverile –estivo. “Ormai dovremo essere alla terza nidiata delle cicogne della originaria coppia che scelse Rozzano come propria dimora per la bella stagione”, affermano Stefano Apuzzo, Assessore all’Ambiente e Catia Acquaviva, presidente dell’Associazione Animali Piante e Ecologia che gestisce l’Oasi dello smeraldino di Valleambrosia.
Le cicogne adulte si spostano tra Rozzano, Quinto dè Stampi e Via dè Missaglia e stanno allestendo i propri nidi per deporre le uova.

Il PdL di Romano La Russa indagato per finanziamenti illeciti

La Regione Lombardia nella bufera, dopo il rinvio a giudizio di Boni, indagato anche Romano La Russa, il fratello dell'ex ministro della Difesa, assessore della giunta Formigoni al Pirellone. L'accusa: finanziamento illecito ai partiti.
Sconcertante, a mio parere, la reazione:
"Una cosa da ridere - avrebbe detto La Russa - una vicenda relativa a manifesti per la campagna elettorale della Provincia di Vercelli", sulla quale, trattandosi di "soli" 10.000 euro sarebbe da ritenere una quisquilia, una pizzillacchera....

Cuvello: la mia verità e le dimissioni di Anselmo!

Scambio di colpi sulle vicende dell'estate e nuovi elementi.
Ricevo e pubblico:
"Sono l'ex consigliere comunale Francesco Cuvello. Stufo delle continue vessazioni e accuse, voglio raccontare la mia verità sugli incendi dell'estate scorsa che hanno occupato la cronaca cittadina dell'ultimo periodo.
Tutto è iniziato a Luglio con l'incendio avvenuto ai danni dell'esercizio del sig. Anselmo, che non ha tardato a dire in giro che dietro a tutto ci fossi IO!
Essendo stato preso di mira, mi sono attivato ala ricerca di informazioni l'ultimo giorno prima delle vacanze. Appresi (da voci di paese) chi poteva esser stato come esecutore e mandante del rogo. 
Ci tengo a dire che erano “voci”, “presunzioni”....

Tonno Rio Mare, sotto attacco da Greenpeace replica: "Qualità Responsabile non SOLO al 50%!"

Qualche tempo fa Greenpeace Italia aveva cominciato una campagna contro Tonno Rio Mare chiamata "Tonno in trappola", che ha raccolto più di 20.000 firme in pochissimo tempo.
"Rio Mare è il leader del tonno in Italia per vendite ma non lo è per sostenibilità.Chiedigli di abbandonare al 100% l’uso di metodi di pesca distruttivi che non solo catturano esemplari giovani di tonno - aggravando la crisi degli stock - ma causano la morte di molti altri animali marini, tra cui specie in pericolo. Deve smettere subito!" era l'incipit della campagna di raccolta firme.
"Rio Mare si è impegnato a usare tonno pescato con metodi sostenibili (quali canna o reti a circuizione senza FAD) solo nel 45% dei suoi prodotti. Scrivi all’amministratore delegato di Bolton Alimentari, l’azienda che lo produce, e chiedigli di adottare gli stessi standard per il 100% delle scatolette. Non esiste “qualità responsabile” a metà! Altre aziende si sono già impegnate a farlo. Che cosa aspetta Rio Mare?"
C'è di buono che Bolton Alimentari, proprietaria del marchio Tonno Rio Mare, non se ne è stata zitta ed inerte, ma, senza diffamazioni o lamentele ha risposto a tutti i consumatori sottoscrittori della petizione (tra i quali il sottoscritto) con una replica vergata per l'occasione, dove dettaglia tutte le azioni in essere per una pesca responsabile che, al 2017, la vedranno cogliere tale obiettivo. La mail ai consumatori la riportiamo sotto.

domenica 18 marzo 2012

Diritti di cittadinanza: Rozzano aderisce alla campagna ANCI

Anche Rozzano aderisce alla campagna “18 ANNI IN…COMUNE" per i diritti di cittadinanza delle seconde generazioni, sponsorizzata dall'ANCI e promossa dall’Associazione con Save the Children e Rete G2 - Seconde Generazioni .
Con questa iniziativa vogliamo dare un’opportunità in più alle seconde generazioni che al compimento del diciottesimo anno di età possono, già nell’attuale sistema normativo, diventare a tutti gli effetti cittadini italiani”. Lo ha affermato il presidente dell’Anci Graziano Delrio presentando la campagna , per sollecitare il maggior numero di Sindaci ad informare tempestivamente i minori nati in Italia da genitori stranieri sulle modalità di acquisizione della cittadinanza al compimento della maggiore età.
Tra i comuni che hanno aderito, vi è la nostra Città, su stimolo dll'assessore Ciro Piscelli e del Sindaco Massimo DAvolio.

Complimenti a "La Sicilia": il difficile recupero del cortile nel "centro storico".

Non solo cantieri abusivi perchè anonimi ed insicuri, ma anche un incoraggiante tentativo di realizzare un angolo di dignità in un cortile degradato da scritte e graffiti di vandali.
"La Sicilia", esercizio commerciale con fronte su viale Liguria, ha realizzato un murales colorato e piacevole che richiama la terra della trinacria e che abbellisce il cortile. Con un gazebo per la somministrazione all'aperto, adatto per la prossima stagione calda, l'angolo assume una nuova faccia che impreziosisce questo angolo del "centro cittadino".

Due milioni di clic per www.museodelriciclo.it . Piace sempre più l'arte che "esce" dal cassonetto


Compie due anni il progetto lanciato da Ecolight, consorzio per la gestione di RAEE, pile e accumulatori, per sensibilizzare sul recupero dei rifiuti

È possibile trovare oggetti d'arredo, strumenti musicali, installazioni e quadri. Tutte opere che hanno una caratteristica in comune: sono state realizzate con l'utilizzo di rifiuti. Il Museo del Riciclo (www.museodelriciclo.it), che è stato lanciato nel febbraio 2010 da Ecolight, in due anni ha raggiunto e superato i due milioni di pagine viste, raccogliendo sempre più consensi e registrando un crescendo di interesse tra artisti, appassionati d'arte, persone attente all'ambiente o semplici curiosi. «Abbiamo assistito ad un trend di costante crescita, segno che l'attenzione al mondo dei rifiuti e del riciclo è in continuo aumento», osserva Giancarlo Dezio, direttore generale di Ecolight, consorzio per la gestione dei RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), delle pile e degli accumulatori.

sabato 17 marzo 2012

Lega abusiva: cartelloni che chiedono ciò che loro non fanno in Regione.

Sono spuntati a Rozzano i cartelloni esibiti dalla Lega durante l'ultimo Consiglio Comunale al grido di "dimissioni" rivolto alla Giunta cittadina.
A parte il fatto che si tratta di AFFISSIONE ABUSIVA, ma questo è un problema di comunicazione che vale per tutti i partiti e le associazioni del territorio sul quale torneremo, la cosa singolare è che chiedono a Rozzano ciò che loro, a livello regionale, con il Presidente BONI, e con una indagine ed un avviso di garanzia in corso, non pensano nemmeno di fare!!
La Lega professava una "padania libera"... si, una "padania libera dalla Lega-lità!".
Marco Masini

Di chi è questo cantiere? Pericoli in piazza e non si sa chi ringraziare.

La recinzione crollata del cantiere di nessuno...
A ridosso dei negozi di via Mimose, in pieno "centro cittadino", c'è un cantiere estremamente pericoloso, con barriere assicurate alla meglio e crollate che, cadute rovinosamente, espongono i passanti al rischio di caduta.
La cosa pazzesca è che è... di nessuno!
Non c'è alcun cartello (obbligatorio) di cantiere.
Possiamo solo desumere che si tratti di qualcuno che sta lavorando per ripristinare la rete del teleriscaldamento Aler, che quest'inverno ha subito numerose perdite.

Via Craxi a Milano, Gandolfi (IdV): “Siano i socialisti onesti a non volere intitolazione via a Craxi”

Il comune di Milano, persa la guida del centro-destra si ritrova a dover rintuzzare un momento di sbando da parte del centro-sinistra. Grande polemica sta infatti rinfocolando nella metropoli per la sola ipotesi ventilata da Biscardini, consigliere del PD, di titolare una via del capoluogo lombardo al defunto leader socialista. 
Biscardini si riferisce ad un contrappeso alla titolazione di una piazza ad Enrico Berlinguer, compianto condottiero dell'ultimo PCI, e artefice del dibattito (mai esaurito) sulla questione morale.
Il leader dell'IdV Di Pietro: «Scrivano condannato e latitante e Napolitano lo ricordi per quello che è stato». Anche l'ex procuratore capo di Milano Borrelli commenta: «Indecoroso»
Biscardini chiede che il capoluogo lombardo «si riappacifichi con la storia del socialismo milanese» dedicando due vie ad altrettanti nomi storici del partito del garofano: Bettino Craxi e Aldo Aniasi.

venerdì 16 marzo 2012

Humanitas: condannato Gallotti, il primario delle operazioni inutili

L'ospedale rozzanese, eccellenza della sanità in Lombardia, vede confermare per uno dei propri luminari una condanna in appello per a 4 anni, 5 mesi e 10 giorni, più 5 anni di interdizione temporanea dai pubblici uffici e 3 mesi di stop dall' esercizio della professione medica.
Il caso è di quelli che fanno rizzare i capelli ad Epicuro: infatti i magistrati hanno sentenziato che Gallotti avesse di fatto dato luogo a «un vero e proprio cottimo della cardiochirurgia» da parte di un primario che «effettuava interventi nella consapevolezza della totale loro non necessità» per «trarne un utile anche economico» (1,2 milioni di euro in un anno, di cui 60mila euro a stipendio e il resto parametrato agli interventi fatti), «oltre che in visibilità e apparente successo».
I difensori sono sconcertati, e anche l'Humanitas, che non era parte in questo processo, esprime comunque «profondo rammarico» per la condanna di Gallotti in «una vicenda che è stata caratterizzata da una elevata complessità tecnica e scientifica».

“Via Isonzo un errore: 3 interventi su 4 adeguati”. Outing dell’amministrazione.


A destra l'edificio di via Isonzo, a sinistra le vele di Scampia
Si è tenuto questa sera il secondo incontro molto partecipato con i cittadini per illustrare il PGT e ricevere delle indicazioni prima dell’approvazione e si è concluso con un inatteso ed inaspettato outing dell'amministrazione sulle cosiddette "vele di Scampia" di Quinto: "un intervento malriuscito su quattro non dimostra l'incapacità degli uffici di governare la complessità".
Il primo incontro con i cittadini, al Centro Civico di piazza Foglia, si svolse lo scorso martedì, ed avrebbe dovuto insegnare qualcosa ai presentatori. I cittadini sembrano concentrarsi sulle questioni che li riguardano da vicino. La strategia del piano urbanistico li affascina ma sembra loro lontano.
L’introduzione dell’assessore Gaeta, tutta centrata sulle opportunità ambientali, apre la serata, e successivamente l’architetto Targetti approfondisce i temi di sviluppo metropolitano e di realizzazione delle scelte di piano.

giovedì 15 marzo 2012

TAV o NO TAV: i TAV magnano i NO TAV digiunano.


Riporto il comunicato di una iniziativa assolutamente non-violenta di alcuni NO TAV che chiedono una cosa che, stante il divario delle argomentazioni in campo tra le ragioni del NO (molte ed articolate) e quelle del SI (mugugni, prese d'atto o posizioni indifendibili), mi sembra di puro buon senso.
Il digiuno come forma di protesta non violenta, è passato da Cristo (40 giorni nel deserto, ma pura meditazione), a Ghandi (forma di protesta non-violenta), ed in Italia raccolta dai Radicali, Pannella in particolare. E' una forma estrema di rifiuto dello status quo e dell'affermazione della disponibilità a cedere anche sulla vita a patto di ricevere risposte... E' il caso di ascoltarli! 
Marco Masini
[Quote]
Il 17 marzo inizierà a Torino un digiuno pubblico a staffetta. Ascoltateli! chiede di aprire una discussione pubblica trasparente e approfondita, in primo luogo tecnica, condotta sotto lo sguardo attento della società civile, della rete e dei mass-media, a proposito del controverso progetto per la linea ad alta velocità in Val di Susa (TAV).

ADUNANZA ORDINARIA DI PRIMA CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Nuovo Consiglio Comunale convocato per il 19 marzo p.v.
Novità: inizio della seduta ore 20.00 (si saltano i panini, tanto non erano un gran che, anzi, se devo dirla tutta, non erano degni neanche del più abietto dei consiglieri comunali. Stopposi e con ripieno "noioso".... Ma chi li faceva? ....oooops, si trattava di Arco! Attentato all'incolumità degli amministratori? :-) ).
Ancora 22 punti da discutere, tra cui alcuni degni di nota.
Si apre con il bando per la messa all'incanto delle farmacie....
MM

Ecco i punti in elenco:

Il testo della delibera sulla trasparenza: chi ci sta e chi no?

Come ricordato nel post sui "supplementari", la delibera sulla trasparenza è stata ritirata per una integrazione (?) che Valli vuole apportare: la sua firma!
Ha presentato, in fantastica contemporaneità e dopo l'annuncio del sottoscritto in data 31 dicembre, trasmissione alla maggioranza a novembre e reiterate richieste sino alla scorsa settimana.
Si tratta di due mozioni molto simili che valuteremo nella Conferenza dei Capigruppo.
Obiettivo: il Comune come una "casa di vetro". Chi vi accede deve essere visto entrare, cosa fa quando è dentro e deve essere visto uscire...
Da una parte una maggioranza "suonata" ma convinta e corroborata da gesti inappuntabili come le recenti dimissioni ma imbarazzata dalla circolazione di registrazioni casareccie, e che impongono un'operazione eticamente ineccepibile come il lasciar conoscere il proprio status pre, post e seguente all'elezione o alla nomina, dall'altra un'operazione di speculazione politica, protratta per mesi da oppositore ma che sfocia solo ora a risultato.

Consiglio Comunale: ai supplementari il lavoro "da Mediano"!

Dopo i tempi regolari è ripreso il confronto, ma la girandola di sostituzioni ha reso le due squadre irriconoscibili. Il campo, abbandonato dai giocatori più arcigni e rissosi, si è trasformato in un'arena meno cruenta, e prevale un gioco più fluido.
"Il Melina" riprende il controllo della palla con la Mozione per l'istituzione di una commissione Antimafia. Ritenendo l’accordo con il Prefetto non è esaustivo delle condizioni e a causa del fatto che lo scorso 19 ottobre si disse che non c’era bisogno di aderire al protocollo, sfoggia abilità nel lancio lungo, servendo un disconoscimento della presenza delle mafie da parte del prefetto nei sui interventi pubblici del 2010.
Ma la palla finisce fuori campo. Lamentandosi con i compagni di zona, si chiede se gli investimenti sul territorio che saranno ingenti nella D3 saranno protetti dall'assunzione di una una decisione politica. "Occorre l’idea di perseguire un obiettivo alto di tipo politico. Attenzione a non inficiare questi aspetti con accordi che poi non sfociano in nulla, come quelli sulle trasmissioni in diretta del Consiglio Comunale". Gabriele si riferisce alla mancata ripresa televisiva in diretta decisa dalla federazione ma mai portata a compimento per un accordo economico mai concluso.

martedì 13 marzo 2012

Consiglio comunale: secondo tempo, solo per i "maschi"

Nella ripresa gli animi non si placano.
Dopo pochi secondi il Sindaco prende la parola sull’adesione al protocollo antimafia. "Dal confronto con il prefetto, si è scelto opportunisticamente di aderire per dare un forte messaggio al territorio". Con energia (e voce leggermente calante) dichiara che molti comuni hanno aderito al protocollo d’intesa. Solo Milano ha fatto la commissione antimafia. "A Rozzano si è sempre trattato di piccola criminalità. Grazie ai partiti, che hanno svolto il loro ruolo ed alla passione del territorio abbiamo fruito del miglior antidoto alle infiltrazioni criminali. Non c’è disimpegno." Parla della centrale unica per gli appalti. Expo.
"Cuvello e Rizza si sono dimessi nonostante nessuna rilevanza penale. Boni, Penati non hanno fatto questo passo.Rizza e Cuvello hanno fatto un passo indietro…".
Il tema appassiona, e le azioni, da una parte e dall'altra si accavallano.

Consiglio Comunale: un primo tempo spigoloso...

Ieri sera, 12 marzo, si è tenuto il Consiglio Comunale di Rozzano, dopo i cento (100) fatidici giorni dal precedente appuntamento.
L'attesa e l'ansia erano palpabili, anche grazie ad un articolo del Corriere che ha pensato bene di rinfocolare le polemiche.
La grande news per la serata, oltre al "teatrino della politica", era la diretta TWITTER di RF. Ben 180 tweet inviati durante il consiglio...
Sulla serata.
Dopo la sostituzione nei primi minuti a bordo campo dell'ottimo Cuvello con il consigliere neo-dimissionario di Ama Sport Scaiano, si ha un inizio scoppiettante da parte di Anselmo, che scarta a destra sulle registrazioni che ha fatto di alcuni membri dell'Amministrazione e che ha depositato in procura, e scodella una chiavetta USB con le stesse sullo scranno del Segretario comunale.
Ferretti non è da meno, e con un astuto affondo politico chiede perchè non si è convocato il Consiglio Comunale ed i capigruppo sulle vicende delittuose.
Non passano che pochi minuti ed anche la Maiolo, recuperando una "palla vagante", interviene ficcante nell'azione, adombrando possibili stranezze nelle mancanze e dimissioni di Rizza e Cuvello.

Corsico cresce del 4% come Rozzano! Il territorio metropolitano e le sue problematiche.

Una vista di Corsico e del naviglio
Prendendo spunto dal benvenuto commento dell'assessore  all'Urbanistica e Edilizia pubblica e privata arch. Guastamacchia, rozzanese Doc, ho sviluppato un ragionamento di tipo comparativo e sugli strumenti urbanistici di contrasto alla criminalità organizzata lì adottati.
Guastamacchia, nella sostanza, conferma il contenuto del post sullo strumento del protocollo Antimafia, sostenendo che ho riportato correttamente l'iniziativa ma con la precisazione che il premio volumetrico è definito un "ulteriore" strumento di contrasto alla criminalità.
Data la premessa, ed avendo sostenuto che a Rozzano non si è reso mercimonio del volume urbanistico per contrastare la mafia, sono entrato nel tema specifico.
Gli strumenti di "trasparenza" come l'incentivazione (strumento addizionale) di Corsico, o meglio ancora, il classico Certificato Antimafia, sono considerati strumenti obsoleti anche dalla Commissione Antimafia governativa (link), la quale - con l'attuale ministro Severino (link) - ritengono essere inutili se non vengono potenziati gli organi di controllo

lunedì 12 marzo 2012

Protocollo Antimafia: Rozzano aderisce senza escamotage.


Al contrario di quanto fatto a Corsico, il Comune di Rozzano aderirà al protocollo antimafia "senza se e senza ma".
Per quanto lodevole, l'iniziativa del comune sulla vigevanese rinfocola una polemica che lo vede dichiarare guerra al cemento ed al tempo stesso regalare un bonus del 7% di volumetria agli imprenditori che sottoscriveranno il "protocollo di trasparenza".
Nelle parole dell'assessore Emilio Guastamacchia: "Un premio del 7% che si traduce potenzialmente in circa 20.000 metri cubi quindi oltre sessanta alloggi".

RF aderisce e supporta la campagna "FORMIGONI, IL TEMPO E' SCADUTO"

Anche RF intende dare supporto, per quanto possibile, alla campagna "Formigoni, il tempo è scaduto", collaborando con le forze politiche che sul territorio o nelle vicinanze organizzeranno delle iniziative, e contribuendo in termini di comunicazione a dare risalto ai temi associati.
Con questa annunciata e massiccia iniziativa pubblica, il centro sinistra lombardo punta a destabilizzare e far cadere il governatore plurimandatario e oltremandatario....
Dopo 17 anni, decine di scandali, orribili camice hawaiane ed il solito e scandaloso aplombe che ormai non può più convincere nessuno, è giunto il tempo del cambiamento.
La Regione Lombardia ha un potenziale di supporto sociale e di sviluppo per l'intero Paese che è stato vessato e sotto utilizzato in relazione alle logiche localistiche della Lega ed affaristiche della Formigoniana Compagnia delle Opere e CL-based activities.
Sotto i simboli dei gruppi consiliari di Pd, Italia dei Valori e Sinistra Ecologia e Libertà, una mobilitazione, seguendo anche la mozione urgente firmata anche dall’Udc, che il centrosinistra realizzerà in aula martedì per chiedere che Boni, indagato per corruzione dalla Procura di Milano, si dimetta.

Stasera diretta su TWITTER dal Consiglio Comunale

In attesa della diretta video, e comunque a complemento di quella quand'anche ci fosse, cercando #Rozzano o direttamente seguendo @RozzanoFuturo da Twitter si potranno ricevere i "cinguettii" dal consiglio comunale. Un servizio da dentro il palazzo che può essere di una qualche utilità per la nostra città. Marco Masini

domenica 11 marzo 2012

Anche a Rozzano certificazione energetica obbligatoria: più efficienza per la città

E' importante ricordare che dall'1 gennaio 2012 è obbligatoria la dichiarazione della classe e dell’indice di prestazione energetica dell’edificio o della singola unità abitativa in tutti gli annunci commerciali finalizzati alla relativa vendita o anche locazione.
Si tratta di una importante misura per la valorizzazione del patrimonio immobiliare e per la riduzione dell'impatto complessivo dello stesso sul nostro ambiente. Gli edifici incidono per oltre il 30% al consumo di energia globale nei paesi del "primo mondo", e la visibilità delle prestazioni spinge agli interventi di miglioramento dell'isolamento degli edifici, ad una riduzione dei consumi, consentiti e resi possibili anche dalle detrazioni per l'efficienza rinnovate recentemente.
Grazie alla DGR del 24 novembre scorso della Giunta regionale (la delibera IX/2555), viene disciplinata l'efficienza energetica in edilizia. 

sabato 10 marzo 2012

Il Lager di vetro di Reptilia Expo a Lacchiarella

Il manifesto a Rozzano
A Lacchiarella, oggi 10 marzo e domani, sosta Reptilia Expo, mostra itinerante di Rettili e Anfibi.
Serpenti, Lucertole e Testuggini, vengono tenuti tutta la vita dentro scatole di plastica o dietro vetrine, e portati in giro per essere guardati da chi paga il biglietto d'ingresso. Animali strappati al loro ambiente e condannati a una vita squallida e infelice per il guadagno di alcuni, per la curiosità di altri.
L'organizzazione, tra l'altro, usa il paravento della Certificazione internazionale CITES (la Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione) per difendere il proprio scandaloso carrozzone. Il fatto d'averla rispetta, non serve a proteggere gli animali da tale orrenda fine.
La CITES è nata dall'esigenza di controllare il commercio degli animali e delle piante (vivi, morti o parti e prodotti derivati), in quanto lo sfruttamento commerciale è, assieme alla distruzione degli ambienti naturali nei quali vivono, una delle principali cause dell'estinzione e rarefazione in natura di numerose specie.

Blitz contro i furti dei Rom al centro di raccolta di Via dell'Ecologia.

Ieri mattina c'era più movimento del solito presso la piattaforma ecologica di Via dell'Ecologia a Rozzano. Il via vai con scavalco di cancelli dall'interno della piazzola è stato notato dall'Assessore all'Ambiente, Stefano Apuzzo il quale ha chiamato la Polizia Locale.
Sul posto sono rapidamente giunte due pattuglie di Vigili alla vista dei quali i nomadi si sono allontanati in gran fretta verso un vicino, improvvisato, accampamento.
Testimone dei fatti, l'Assessore Apuzzo sporgerà denuncia querela.
La scorsa settimana l'area era stata sgomberata, su richiesta del Sindaco di Rozzano, dalle forze dell'ordine. In particolare, un gruppo di zingari composto da circa 15 persone si era accampato in un grosso tubo di cemento destinato, in caso di inondazione, a ricevere le acque dal vicino canale scolmatore Pizzabrasa e dalla derivazione del Lambro meridionale.

venerdì 9 marzo 2012

PGT: la presentazione in incontri pubblici sul territorio.

Dopo il convegno per gli "addetti ai lavori" dello scorso 1 marzo (mio padre, semplice cittadino, partecipando all'incontro, mi ha detto che ci aveva in effetti capito poco), l'Amministrazione "scende in campo" nella città per presentare a tutti il PGT, e raccogliere da tutti gli input per la finalizzazione.
Le date:
- martedì 13 marzo alle ore 18.00 presso il centro civico del Comune di Rozzano
- venerdì 16 marzo alle ore 18.00 presso centro anziani Grossi di via Franchi Maggi
- mercoledì 21 marzo alle ore 18.30 presso l’oratorio di Ponte Sesto.
Dopo le polemiche, le risposte.

Inaugurata la nuova gestione del “Nicolas Pub”, bar a Rozzano.


L'inaugurazione della nuova gestione del Nicola's Pub tutta dedicata alla Festa delle donne, la sera dell'8 marzo, con tanto di “spogliarello” maschile (uno dei “tronisti” di Maria De Filippi). Il giovanotto, in realtà, è rimasto in “tenuta da spiaggia”:-|
I nuovi soci che hanno preso le redini del bar di Via Gerani, 2 sono Massimo Russo e Carlo Di Bari, quest'ultimo parente del famoso e compianto cantante pugliese Nicola Di Bari, mattatore a San Remo negli anni 80.

12 marzo, consiglio comunale: un importante appuntamento per chetare la città...

Dopo oltre tre mesi dall'ultima riunione, il prossimo lunedì 12 marzo si riunirà il consiglio comunale di Rozzano, che, inevitabilmente, si troverà ad affrontare oltre a ben 31 punti all'ordine del giorno anche le questioni relative alle vicende collegate con gli incendi della scorsa estate e quelli derivanti dalle denunce di Anselmo e delle sue registrazioni.
Di seguito l'elenco degli argomenti che,fanno parte dell'agenda dei lavori.
Come annunciato in precedenza, il Sindaco vorrà anticipare ad inizio serata l'approvazione del protocollo antimafia, e, per proteggere da ulteriori paraventi i comportamenti di ognuno dei partecipanti alla vita pubblica del Comune, chiederò l'inversione dei punti all'ordine del giorno al fine di poter approvare la mozione sulla trasparenza (la n.31 dell'elenco di seguito) subito dopo l'impegno all'adesione al protocollo antimafia.

giovedì 8 marzo 2012

Perchè sono "diversi"...

Il mondo, o meglio, l'Italia sta andando alla rovescia.
Mi era sfuggita una notizia di qualche settimana fa, dove, durante una manifestazione della Lega Nord, la Digos, per non "generare tensioni" ha chiesto che fosse rimosso uno striscione con il tricolore nazionale....
La manifestazione dei sedicenti padani, inneggianti alla seccessione (!!) non è stata minimamente afflitta dalla presenza dei "romani" poliziotti, mentre gli illegali inneggiatori all'unità nazionale di Costituente memoria sono stati fermati.
Nei fatti, coloro che inneggiavano ad un separatismo anti-storico e anti-costituzionale sono stati "protetti" dalle "provocazioni".
In un simpatico commento al post sul presidente del consiglio lombardo Boni mi si indicava come esser percepito leggermente anti-leghista: non leggermente, totalmente.
Se poi ci si mette lo Stato ad avallare tali comportamenti stigmatizzando il tricolore, allora, purtroppo, anche gli anticorpi democratici stanno vacillando.

Inter: 8 marzo, in campo per solidarietà

In occasione della Festa della Donna, prendiamo nota dell'ottima iniziativa di solidarietà dell'Inter (F.C. Internazionale), che con Rozzano ha sempre avuto un rapporto particolare. La moglie del presidente Moratti, Milly, tramite il club nerazzurro sponsorizza da tempo la partecipazione dell'associazione di don Rigoldi Comunità Nuova nell'ambito del progetto educativo "Tap-in", attivo a Rozzano da ben sette anni.

Mercoledì, 07 Marzo 2012 08:58
MILANO - Per il giorno della Festa delle Donne, l'A.S.D. Rozzano Calcio ha organizzato una partita amichevole tra l'A.S.D. Inter Femminile, formazione militante nel campionato femminile di A2, attualmente in seconda posizione e una formazione composta da una selezione di allenatori di squadre appartenenti ai campionati lombardi, militanti in Eccellenza e Promozione. L'evento, a scopo benefico, sarà l'occasione per sostenere due progetti particolarmente legati al mondo del calcio e in maniera particolare con la realtà del Rozzano.

A Basiglio pompe di calore geotermiche e isolamento degli edifici vincono i contributi della Regione Lombardia

Lo scorso febbraio Basiglio ha potuto annunciare, grazie al contributo da 369 mila euro ottenuto dalla Regione Lombardia - che coprirà buona parte dei costi della sostituzione dei vecchi sistemi di riscaldamento e condizionamento - l'installazione nella prossima estate di nuove pompe di calore geotermiche, in due strutture scolastiche, dove la temperatura dei locali verrà garantita da un unico sistema che sfrutterà l’energia del sottosuolo. L’intervento, nel suo complesso, consentirà di ridurre di oltre il 50% il fabbisogno energetico delle due strutture.
Un risparmio consistente, che sarà reso possibile anche dalla sostituzione dei serramenti e dalla realizzazione di un nuovo cappotto esterno, che garantiranno una migliore coibentazione degli edifici.
Il tutto con un intervento che verrà realizzato nel corso dei mesi estivi.