mercoledì 29 febbraio 2012

Francesco Argeri: "AFOL fornitore di servizi e trasparente". Accogliendo la richiesta di RF tutte le delibere on-line...

Detto e fatto. Francesco Argeri, presidente di AFOL Sud Milano ed ex sindaco di Pieve Emanuele, dopo un breve ma intenso scambio di battute in merito al post che pubblicai non più di due settimane fa, ha sanato la mancanza di documentazione da quando, nel maggio del 2011, è stato riconfermato alla guida del prezioso strumento provinciale.
Sul sito dell'Ente sono comparsi tutti i documenti (verbali dei CdA e delibere consortili) dei quali avevamo rilevato l'assenza, ed ora, grazie all'adempimento a questo obbligo di legge, si potrà verificare la linearità tra le decisioni e le applicazioni delle direttive strategiche di AFOL Sud Milano.
Nulla di trascendentale, ma, onore al merito, alle dichiarazioni sono seguiti i fatti.
Bravo Argeri!

La "fisiologia" della politica e dei denari pubblici

Lezione di fisiologia (politica): un corpo (elettorale), per mantenersi vivo ed efficiente, deve avere dei meccanismi omeostatici capaci di mantenere tutti gli "alimenti" (i denari) in circolo, trasmettendo tutti i nutrienti agli organi (i servizi). Tra i "liquidi" circolanti ed i meccanismi (politici) di controllo del trasporto di questi "alimenti", capita ("umanamente!") che questi possano deviare in organi privilegiati legati a particolari meccanismi..... "E' fisiologico!!"
C'est a dire la politica è il mezzo di controllo del flusso di denaro pubblico e decide quando ("umanamente") è il caso di deviarne parte nelle tasche di qualcuno.
Questa è una delle perle che si rileva ascoltando le registrazioni dei politici locali di cui alle "intercettazioni" di Anselmo.
Questa è una delle cose che mi ha fatto trasecolare e fare una dichiarazione a caldo di immediato abbandono della maggioranza, perchè insopportabile dal punto di vista etico, pratico e ... biologico!

martedì 28 febbraio 2012

"Chiediamo tutele dal CdA di ARCO". Dal consiglio comunale di Pieve altra spinta alla trasparenza....

Ieri sera, il consiglio comunale di Pieve ha chiesto, votando all'unanimità un ODG sul tema, l'inserimento nel  Cda di ARCO di consiglieri comunali a causa del presunto mancato controllo delle forniture di pane alle mense scolastiche, determinato dai sospetti legati alla chiusura del panificio di Fizzonasco.
Ecco un post dal Blog di Pieve Emanuele che da l'incipit della vicenda.
Riporto alcuni stralci:
" indagini della benemerita hanno scoperto nel forno di Fizzonasco gestito da Khalil Nady, un pregiudicato che (anche con l’impiego di lavoratori “clandestini” o “in nero“) riforniva di pane confezionato con ingredienti scaduti o avariati la partecipataAzienda per la Ristorazione Collettiva (ARCo) e, dunque, anche la refezione delle nostre mense scolastiche di Pieve Emanuele e Rozzano."

Molossi senza museruola, un pericolo per i cittadini

A Rozzano continuano a scorazzare cani di grossa taglia privi della museruola. Spesso al guinzaglio di proprietari di taglia e forza inferiore a quella dei loro cani, questi costituiscono una vera e propria minaccia per i cittadini ed altri animali da affezione e selvatici.
Non molto tempo fa dovemmo occuparci, su segnalazione dell'assessore Apuzzo, di aggressioni da parte di questi animali a persone ed altri quadrupedi, che, senza la possibilità di difesa da parte dei malcapitati, subirono conseguenze anche gravi per la propria, o del proprio animaletto, salute.
A Rozzano abbiamo votato e sottoscritto un Regolamento che impedisce la conduzione di animali di grossa taglia senza la museruola regolamentare, definita anche dalle leggi nazionali, ma, in assenza di controllo, nessuno fa "la prima mossa": quella del buon senso, a salvaguardia e tutela della pubblica incolumità.

Da Il Giorno: "Sotto Scacco"

"Non ho detto fandonie". Manzi risponde agli assessori.

Ieri pomeriggio, presso la panetteria "Delizie del Forno" di Domenico Anselmo, si è tenuto un incontro stampa dove egli e Frediano Manzi hanno fatto ascoltare buona parte delle registrazioni che Domenico ha realizzato durante gli incontri con varie persone, tra le quali l'assessore Ciro Piscelli, il consigliere di API Michele Procida ed un mercatale.
All'incontro, oltre ai giornalisti, erano presenti i consiglieri comunali Gianni Ferretti, Ermanno Valli ed alcuni altri esponenti della società civile.
Queste registrazioni, in effetti, dimostrano che vi è una base alle affermazioni di Manzi, ma, oltre che lasciar supporre che vi possano essere spazi di illecito, non possono di per loro costituire reato. Ci sono sicuramente i margini per una verifica ed una indagine da parte delle autorità preposte, ma,

lunedì 27 febbraio 2012

Gli assessori di Rozzano querelano Fredriano Manzi

Rilancio così come pubblicato, per mantenere il "presidio" sulla vicenda a tutto tondo...
Marco Masini

Da Il Giorno - Sud Milano 26/02/2011

Dopo la richiesta di sciogliere il Consiglio


Il coordinatore di Sos Racket e Usura aveva lanciato dal blog un appello al Ministero degli Interni affinché sciogliesse il parlamentino per infiltrazioni mafiose

"Rozzano, 26 febbraio 2012 - La replica alle accuse di Frediano Manzi, coordinatore di Sos Racket e Usura, lanciate dal suo sito alla maggioranza di centrosinistra alla guida della città, arrivano per vie legali. Gli assessori Miriam Pasqui e Ciro Piscelli hanno dato mandato agli avvocati di querelare il coordinatore dell'associazione, attraverso il suo blog, aveva chiesto al ministero degli Interni lo scioglimento del Consiglio comunale di Rozzano per infiltrazioni mafiose. Non solo, Manzi aveva

domenica 26 febbraio 2012

Troppo populismo e disinformazione all'assemblea di Occhi Aperti. Il prof. Guastamacchia? Rimandato!

Durante l'incontro di giovedì presso il Centro Civico, è stato presentato il PGT di una città la cui origine non era Rozzano.... un pò di sana presbiopia ha adombrato la sala, soprattutto durante gli interventi di Lozza e Guastamacchia.
La linea guida dell'incontro, dettata dai leader del Comitato, era basata sulla lettura speciosa dei numeri e su alcune reprimende di tipo conservativo: ciò che esiste è degno di restare, senza alcuna considerazione sulla sua qualità dell'abitare e delle alternative, temi che, se vogliono essere affrontati, non possono fare a meno della dimensione economica e del loro inserimento nel contesto metropolitano.
Introduce la signora Franzolini che parla dello strumento urbanistico, semplificando la definizione per i più, e dichiarando che l'Amministrazione è risultata inadempiente per le reali grandi questioni/opportunità date dalla legge 12 della Regione Lombardia: la partecipazione e la comunicazione.

Minacce al consigliere Gagliardi. Il PdL denuncia ai Carabinieri l'avvenuto.

Il capogruppo consiliare del PdL Gianni Ferretti informa i consiglieri comunali di un "gravissimo atto intimidatorio subito dal nostro Coordinatore cittadino Agostino Gagliardi".
La descrizione dei fatti è abbastanza forte: "Durante la distribuzione di alcuni volantini riguardanti la gestione dei mercatini, Agostino e' stato avvicinato dall'ex consigliere di maggioranza Francesco Cuvello, il quale inveendo ed urlando, lo minacciava di tirare fuori i coltelli e di usarli contro di lui, contro Ferretti e contro tutta l'opposizione, rea di averlo fatto dimettere e di aver portato alla luce le questioni che tutti conosciamo".
A causa di questo il consigliere Gagliardi e il PdL tutto hanno denunciato i fatti presso la locale stazione dei carabinieri, comunicando che le minacce subite verranno altrettanto celermente trasmesse alla stampa.

Da Rizza e Cuvello rispetto delle istituzioni. Ora un rimpasto atteso.

La lettura delle dimissioni del vice-sindaco Rizza e del consigliere Cuvello può essere fatta attraverso gli organi si stampa, che, a seconda dell'elaborazione critica che ne hanno fatto, restituiscono una visione dei fatti e una conclusione attesa ma non scontata.
I fatti (la storia) hanno, inoltre, "rispettato" le indicazioni venute dalla micro-indagine sviluppata in questi giorni sul Blog.
Su Milano Lorenteggio, viene riportata integralmente la "velina" del Comune, che, in modo cauto e caustico segnala che le dimissioni sono il frutto di "motivi personali".
Più dettagliata è la lettura del Corriere della Sera, che senza mezzi termini ma senza ricostruire la completa cronistoria della vicenda introduce compiutamente il legame tra le stesse e le vicende della scorsa estate, passando per la denuncia di SOS Racket Usura.

venerdì 24 febbraio 2012

Parete verde? Al Fiordaliso serviva un pò di "Green washing". L'utilità della soluzione nel contesto rozzanese è nulla!!!

La grandiosa parete verde verticale del Fiordaliso serve solo a bearsi la vista quando ci si reca costì a far la spesa: la sua efficacia per la sostenibilità dell'ambiente della nostra città è vicina allo zero!
L'ampliamento del Fiordaliso ha portato ad un impatto complessivo di generazione sul nostro territorio di almeno 3000 tonnellate l'anno di CO2 e 1500 tonnellate di polveri sottili (PM10), di cui avremmo fatto volentieri a meno.
Per compensare la CO2 avremmo bisogno di quasi 450 ettari di bosco ceduo, e per il PM10 di almeno 150 ettari (ci occorrerebbero 2,5 Rozzano per i PM10 e 7,2 Rozzano per la CO2 a bosco!!).
Invece, grazie alla meravigliosa parete giardino verticale di cui tutti vanno fieri, la rimozione degli inquinanti che il MOLOCH del commercio genera sul territorio è di solo lo 0,3% del totale!!!!!
L’idea dei giardini verticali, nata dall’intuizione dell’architetto francese Le Corbusier, è stata sviluppata di recente dal botanico Patrick Blanc (su GreenMe), ma era intesa a dare nuova linfa vitale e piacere di vivere all'interno degli ambienti antropizzati, e ne sta nascendo una versione italiana con molti concetti innovativi per l’ecologia del futuro.
A Rozzano, invece di venire applicata a qualche "brutto" edificio che necessiterebbe di nuova vita o ad una zona congestionata (come quella che corre ai lati della ex statale dei Giovi), è stata applicata alle pareti del centro commerciale Fiordaliso, per consentirgli un'operazione smaccatamente promozionale e far sì che si sciacquasse la coscienza di verde (il "green washing", giustappunto).

giovedì 23 febbraio 2012

Contro gli odi razziali e religiosi, contro la segregazione per la pace tra i popoli

Il prossimo Sabato 3 marzo alle ore 15 Cascina Grande, Via Togliatti, Rozzano si terrà un incontro per discutere, con immagini, video, musiche e assaggi di cibo palestinese, la situazione attuale nei Territori Occupati ed a sostegno della dignità del popolo palestinese e della libertà di vivere sulla propria terra. 
Oltre 60 anni fa nasceva lo Stato d’Israele sulla terra dei palestinesi. Era la Nakba, “la catastrofe”, da allora solo gli israeliani hanno un proprio Stato, mentre i palestinesi aspettano ancora di ottenere il 22% della Palestina storica. 

Si dimettono il vice sindaco Rizza ed il consigliere Cuvello

Dal sito del Comune di Rozzano News - Febbraio 2012 Rassegna le dimissioni per motivi personali Salvatore Rizza, vice sindaco,  assessore al commercio e alle attività  produttive. Le deleghe tornano temporaneamente al sindaco D’Avolio. “Nella giornata odierna mi sono pervenute le dimissioni, per motivi personali, del vice sindaco Salvatore Rizza – dichiara Massimo D’Avolio. Ringraziandolo per la preziosa  collaborazione e per il suo lavoro, gli auguro di raggiungere tutti i suoi obbiettivi sia a livello personale che a livello professionale”. Rinuncia alla carica di consigliere comunale Francesco Cuvello, eletto nel Partito Democratico, con una lettera di dimissioni inviata oggi al presidente del consiglio comunale Giovanni D’Errico. Motivazioni personali non consentono al consigliere Cuvello di proseguire l’esperienza politica. “Prendo atto delle dimissioni dal consiglio comunale di Francesco Cuvello e lo ringrazio per il lavoro svolto” – commenta D’Avolio.      

mercoledì 22 febbraio 2012

La lobby dei "chimici" non molla: i gas refrigeranti fluorurati combattono per non sparire (con armi sleali!!)

Milioni di tonnellate equivalenti di CO2 immesse in
atmosfera con l'uso degli F-Gas
Ho partecipato oggi all'incontro dei costruttori delle apparecchiature per la refrigerazione a livello Europeo a Parigi, presso Eurovent, emanazione delle associazioni confindustriali di categoria.
Tra gli altri argomenti all'ordine del giorno, abbiamo fatto il punto sulla situazione dei cosiddetti "F-gas", i componenti principali dei gas per la refrigerazione ed il condizionamento, che ci troviamo nei frigoriferi di casa, nel condizionatore delle auto, nei banchi frigoriferi e ovunque c'è un ciclo di refrigerazione.
Gli F-gas sono tra i principali responsabili del Global Warming, il riscaldamento globale, ormai riconosciuto anche dai più feroci detrattori.
Lo scorso 13 febbraio si è tenuta l'ultima sessione del cosiddetto "Consultation forum", uno dei passaggi pubblici durante i quali la Commissione ed i suoi tecnici ascoltano la posizione dei vari rappresentanti dell'industria e delle sue associazioni per avere pareri in merito alla composizione della normativa di riferimento.
La sfida è quella di liberarsi quanto prima dei gas fluorurati, al fine di poter intravvedere una possibile inversione di tendenza a preservare, banalmente, il nostro futuro.

Giornata contro le mafie al nord per informare e sensibilizzare


Credo importante riportare anche le attività della Provincia relativamente al contrasto alle mafie, nel solco di ciò che è avvenuto in questi giorni a Rozzano, con le dichiarazioni del sindaco Massimo D'Avolio che intende portare all'attenzione del Consiglio Comunale di Rozzano un Ordine del Giorno sul tema. 
Il tema è affrontato e commentato, e ne diamo evidenza, dal capogruppo Luca Gandolfi dell'Italia dei Valori nel Consiglio Provinciale durante la terza seduta della nuova Commissione Antimafia svoltasi oggi a Palazzo Isimbardi.: “Bisogna produrre “azioni positive a contrasto delle infiltrazioni mafiose e della criminalità organizzata”, come previsto nella stessa denominazione della Commissione Antimafia provinciale. Non solo parole.” 

Paris, mon amour!


Amo Parigi per la sua aria leggera, trafficata ma densa di vita. Amo Parigi, perché tutte le volte che prendo la metropolitana trovo degli eccezionali artisti che tengono le loro performance.
Senti l’anima della città scorrere, anche nelle note di un blues-man che anima i frettolosi che attraversano i tunnel tra le piazze e le fermate.
Il respiro di una città “imperiale”, aperta e accogliente, multi-razziale e multi-culturale.
...a volte i viaggi di lavoro fanno respirare la mente.
Marco Masini

Pasqui: "Record di assegnazioni e minime deroghe"

Durante la recente riunione di maggioranza, l'assessore Miriam Pasqui ha inteso ribadire e sottolineare alcuni dati e record dell'Amministrazione per ciò che concerne i temi delle assegnazioni delle case popolari, a smentire, se mai ce ne fosse stato bisogno, le illazioni di Frediano Manzi raccolte dalla stampa locale.
"Le attività del mio assessorato sono alla luce del sole. Ogni regola è stata portata all'attenzione di tutti gli organi di controllo preposti e dettagliatamente spiegata. Le principali problematiche che rendono conto della percezione di ingiustizie derivano dai regolamenti della Regione Lombardia che ci son dati da gestire". L'assessore Pasqui è decisamente battagliera su questo fronte.
Con il Regolamento per l'assegnazione degli alloggi a canone sociale e moderato R.R. 1/2004, Testo integrato con le modifiche apportate dai Regolamenti Regionali 27 marzo 2006 n.5 e 20 giugno 2011 n.3, si definiscono i criteri generali per l’assegnazione e la gestione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (erp) in Lombardia. Tale Regolamento, definisce nuove regole di assegnazione degli alloggi, fondate sui bisogni delle famiglie e delle persone in difficoltà abitativa, analizzando i bisogni abitativi delle famiglie e dei soggetti deboli e ponderando il bisogno partendo da elementi fondamentali, come il disagio abitativo, la condizione familiare, la situazione patrimoniale e la residenzialità.

martedì 21 febbraio 2012

Nessuno pubblica il proprio reddito ed i propri patrimoni: la mia sollecitazione cade nel vuoto?

Nonostante la mia sollecitazione di qualche giorno fa, nessuno ha seguito l'esempio di pubblicare i propri redditi on-line per un inizio di trasparenza che parte dai piani più alti.
E' di oggi la pubblicazione di quelli del Governo nazionale, un esempio da seguire, che aiuta a dare diversi messaggi:
1) guadagnare non e' reato e se si e' pagati per la propria professionalità, talento o particolari capacita' i guadagni sono non solo leciti ma, auspicabilmente, proporzionali;
2) la politica deve essere remunerata: il tempo e la professionalità di cui sopra, se portano a risultati (qui si apre la porta della misurabilità degli "interventi") non si capisce perché debbano essere provvisti pro bono sempre e comunque. Vi e' una qualche specializzazione anche in questo "settore";
3) la trasparenza toglie dal tavolo i "retro pensieri": non può esserci arricchimento a scapito della res publica, non devono esserci conflitti di interessi.
Dare evidenza della propria situazione patrimoniale aiuta tutto questo. La "questione morale" oggi e' più centrale che mai, ma si svolge sul campo dell'etica di base.
Marco Masini

Il progetto centro del prof. Oliva: qualche dettaglio per i "iudicis sine ratio"

Si è parlato molto spesso, recentemente, a proposito ed a sproposito, del Progetto Centro del prof. Oliva, ed è bene cominciare a fare un pò di chiarezza per una proposta di grande valore raccolta dal PGT recentemente adottato.
La proposta urbanistica per il centro cittadino di Rozzano è nata per il superamento delle previsioni di Piano
Particolareggiato P.P. ancora vigente (il PGT è appena stato adottato e non è ancora operativo) e sviluppa gli indirizzi del Documento di inquadramento successivamente approvato, e prodromo del PGT.
La strategia di intervento tiene conto di un PII a valorizzare un approccio di tipo perequativo, in un clima di cooperazione all’interno del processo partecipativo del Contratto di Quartiere con cui lo strumento urbanistico si confronta e si integra.
L’attuazione del Progetto Centro prevede il coinvolgimento di una serie di aree comunali disponibili a trasformazione urbanistica nel breve e medio periodo orientata:

domenica 19 febbraio 2012

Il 23 febbraio il comitato Occhi Aperti riflette sul PGT al Centro Civico

In attesa della Conferenza dell'Amministrazione, che verrà chiamata entro l'apertura del periodo ufficiale per la presentazione di osservazioni e contributi a seguito dell'adozione, il comitato Occhi Aperti ha organizzato per il prossimo 23 febbraio al centro Civico di Rozzano un incontro per parlare del PGT.
Nessun amministratore ha aderito ufficialmente all'iniziativa, ma - stante la scarsa disponibilità di momenti di discussione sul tema al di fuori delle sedi istituzionali - vi sarà la partecipazione del sottoscritto in forma privata, del consigliere Valli e probabilmente di altri.
Già SEL organizzò un primo momento di dibattito qualche tempo fa, ma, a causa di scarsa informazione si trasformò in un momento poco più costruttivo di una riunione di condominio con ampi svarioni da parte di Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia.
A questa serata parteciperà, invece, Renato Aquilani (video di un suo contributo al convegno ""Consumo del suolo: tra ambiente e agricoltura") dell'associazione Parco Sud, Paolo Lozza di Legambiente ed Emilio Guastamacchia, ex assessore di Rozzano e oggi nella giunta di Corsico.

L’obiettivo di questo PGT fornito oggi alla città per il dibattito è duplice:

Rozzano SFIGATA!

Il deputato Stracquadanio "si fa il mazzo" in Parlamento
Il molto onorevole deputato Stracquadanio ha dichiarato che: “Chi guadagna 500 euro al mese è uno sfigato”, dal che si deduce che Rozzano è una città SFIGATA!
Il ragionamento del dis-onorevole PDL-ino parte dal presupposto che il farsi un "mazzo tanto" garantirebbe la crescita meritocratica dello stipendio...
Le incredibili dichiarazioni sono state rilasciate durante la trasmissione "La zanzara (audio)" di Radio 24 qualche giorno fa: il conduttore, Cruciani, come sempre ha incalzato il deputato, e questo ha reiterato la sua tesi non comprendendo che si stava rendendo assolutamente ridicolo...
Avemmo modo di analizzare i redditi dei cittadini rozzanesi qualche mese fa in un post dedicato, e purtroppo la realtà che si delineò era tutt'altro che facile.

sabato 18 febbraio 2012

D'Avolio, 18 feb. 2012: "un percorso che renda ancor più trasparente l’attività dell’amministrazione comunale"

Nel comunicato stampa del Comune di Rozzano a seguito dell'incontro tra il Sindaco Massimo D'Avolio ed il Prefetto Lombardi dei giorni scorsi, il nostro Primo Cittadino dice "Ribadisco la mia volontà di procedere con un percorso che renda ancor più trasparente l’attività dell’amministrazione comunale. Nella gestione della cosa pubblica non ci possono essere ombre, e la mia volontà è di procedere in questo senso."
Richiamando questo passaggio, in linea con il pensiero mio e di molti consiglieri comunali di Rozzano, sto procedendo coerentemente con Massimo D'Avolio nel richiamarmi alla fermezza a tale linea, per un nuovo e rinsaldato patto sociale con la cittadinanza.
Tale passaggio deve essere "certificato" dal Consiglio Comunale, che dovrà discutere urgentemente delle note vicende e, auspicabilmente, prendere atto dei cambiamenti e rinnovare la fiducia al Sindaco.
Ma la pulizia, come suggerito da Massimo D'Avolio, dovrà essere tale da eliminare non solo le "macchie", ma anche le "ombre"....

La mancata trasparenza di AFOL Sud Milano

Siamo in un periodo difficile dal punto di vista del manifestare ai cittadini la capacità di controllo e la rettiitudine di chi amministra la cosa pubblica, ed inoltre in un periodo particolarmente difficile per l'economia ed il lavoro.
A questo proposito, sarebbe necessario che quelle istituzioni che lavorano su questo tema, particolarmente caro, ad esempio, a città come Rozzano, dove la crisi sta colpendo duro, diano forti segnali di trasparenza e di completa dedizione alla missione senza favoritismi.
Questo non può che avvenire, ad esempio, lasciando in bella evidenza tutti i documenti e le discussioni che riguardano le decisioni di coloro i quali se ne occupano.
Tra questi c'è AFOL Sud Milano, il ramo dell'agenzia provinciale per la formazione ed il lavoro a cui fa capo Rozzano, la quale, da quando, nel maggio 2011, si è insediato il nuovo CDA guidato da Francesco Argeri, ex sindaco di Pieve Emanuele, ogni segno di trasparenza è stato annullato: dal sito di AFOL Sud Milano sono spariti i verbali del CDA, le delibere dell'assemblea consortile ed ogni altro documento che possa rendere pubblici gli atti che lo riguardano e le informazioni di trasparenza.

giovedì 16 febbraio 2012

Centrale termica Alboreto: verso la soluzione?

Si e' svolto il 15 febbraio l'atteso incontro tra l'Amministrazione ed il Comitato Alboreto, formatosi ormai da più di un anno per interloquire più efficacemente con il Comune per portare a soluzione il problema della rumorosità ambientale della centrale. Per l'Amministrazione, oltre al Sindaco, erano presenti l'assessore Apuzzo e l'ingegner Ancora, progettista e direttore lavori della infrastrutture del teleriscaldamento, ed inoltre presenti anche il comandante della Polizia locale, Vincenzo La Vecchia, la dottoressa Annamaria Guzzo dell'Ufficio Ecologia.
La riunione è stata molto animata e vivace anche con innalzamento frequente dei toni (ulteriore inquinamento acustico!).
I cittadini che lamentano il fastidio del rumore hanno chiesto per l'ennesima volta che si ritorni alla situazione precedente all'ampliamento della centrale e che ci si attesti intorno ai 32 – 38 decibel.
La riunione ha portato ad una conclusione positiva, nel senso degli impegni da parte dell'Amministrazione.
Si procederà lungo due direttrici di intervento:

mercoledì 15 febbraio 2012

Trasparenza nei fatti. I redditi sul web degli Amministratori Pubblici.

Come mostrai i redditi di Tiziana Maiolo (su link del PAT, in forma di riassunto che necessiterebbe di integrazione), così intendo colmare il "gap" per ciò che mi riguarda.
Nella navbar di destra, troverete il mio CUD 2011, per la trasparenza dovuta ai cittadini di cui tanto si parla.
Purtroppo non compaio per il deposito dei redditi dell'anno 2010 (quelli che ho pubblicato in questo blog) negli elenchi del Comune, per via di un disguido che ho già sanato.
L'esempio l'ha dato il nostro primo Ministro MONTI, che, onore al merito, ha dichiarato al Times di voler cambiare gli Italiani: nessuno gli ha creduto (visto l'eccessivo spessore della promessa), ma se tutti facciamo un primo passo credo che si potrà arrivare a vivere in un mondo migliore.....
....magari con meno tasse e lavoro per tutti!!!
Invito tutti i miei colleghi di Consiglio, gli Assessori e i Dirigenti delle Partecipate a fare altrettanto, senza aspettare un Ordine del Giorno che ho già suggerito all'attenzione del Presidente del Consiglio e che è in attesa di protocollo.
Marco Masini

Sparano al Polifunzionale di Quinto Stampi!

Nella notte di sabato tra il 4 ed il 5 febbraio scorso, durante una delle feste che si tenevano con regolarità al Polifunzionale di Quinto dè Stampi, in via Franchi Maggi 100,  si è avuta una sparatoria con il ferimento di un "buttafuori" di questo locale "irregolare" che ho scoperto sedicente "La Isla, Club latino".
Il Giorno ne ha dato conto nelle sue pagine, senza specificare la località, indicando che l'uomo è stato ricoverato all'Humanitas senza pericolo di vita.
Oggi sembra che l'Amministrazione abbia interrotto l'assegnazione.
Ormai da molto tempo si registrano, a causa di questa inopportuna assegnazione, denunce per rumore, schiamazzi, sporcizia e imbrattamento in genere, che non consentono ai vicini residenti di dormire nelle notti del sabato che regolarmente vedono "al lavoro" questi soggetti, che, stante la drammatica fine dell'ultima festa, non sono sicuramente degli stinchi di santo...

martedì 14 febbraio 2012

Oooops... Il PGT di Rozzano usato per parlare CONTRO IL CEMENTO!

Nella trasmissione "Presa diretta" di Iacona di domenica sera 12 febbraio durante una puntata a denunciare la cementificazione, uno degli esempi virtuosi in bella vista durante l'intervista al prof. Oliva, presidente dell'INU (Istituto Nazionale di Urbanistica) e membro del Comitato Scientifico di Legambiente, era il PGT di Rozzano.
Come descritto nel blog, l'iter complicato del nostro PGT è stato risolto con l'adozione delle massime attenzioni al consumo di territorio, anzi, sostanzialmente rinunciandovi.
Il prof. Oliva è a capo dello studio di progettazione che ha realizzato i documenti del Piano, insieme ai suoi collaboratori Targetti e Galluzzi (ecco il post). In modo coerente rispetto al suo (e nostro) credo, abbiamo potuto realizzare un documento capace di mantenere lo sviluppo della città entro binari di sostenibilità.

....problemi anche con il Segretario Comunale?

Apprendiamo (in ritardo, ahimè) dalla stampa che Giovanni Sagaria, segretario comunale di Rozzano, è stato rinviato a giudizio dalla procura della Repubblica. Sarebbe trascinato nelle vicende che riguardano Loris Cereda, ex-sindaco di Buccinasco, per le note vicende di tangenti in relazione ad alcuni appalti che hanno portato molti degli inquisiti a patteggiare con la Procura.
Egli, allora segretario comunale di Buccinasco, è accusato di falso in atto pubblico e turbata libertà degli incanti in relazione alla nomina di Giovanni Carminati, tecnico incaricato della coprogettazione del Pgt..
--------------------
Addendum:
Sagaria risulta, in realtà, sottoposto a giudizio per le questioni legate squisitamente alle procedure del Pgt. La normativa ha avuto una evoluzione tale per cui l'assegnazione del ruolo di "terza parte" per le valutazioni della VAS non era chiara, e si pensava di poter assegnare internamente il ruolo. Successivamente la Regione a chiarito la cosa (occorreva un Ente esterno) e chi si era comportato diversamente incorse in problemi di approvazione del procedimento.

domenica 12 febbraio 2012

I redditi dei consiglieri e della Giunta: una questione pelosa...

Nelle discussioni occorse sul blog, è comparso (giustamente) il richiamo al fatto che sono apparentemente ignoti i redditi dei componenti del consiglio e della Giunta, cittadini "speciali", che si occupano dei denari e della "cosa pubblica", e quindi tenuti a manifestare possibili polarizzazioni derivanti da attività troppo direttamente coinvolte nella stessa.... (sich!!).
In realtà tali dichiarazioni sono a disposizione della cittadinanza come le dichiarazioni di qualsiasi cittadino già dal 1973. Da allora le dichiarazioni dei redditi sono pubbliche e consultabili su formato cartaceo presso gli uffici dell'agenzia delle entrate. Per una questione di maggiore possibilità di accesso, quelle dei consiglieri sono (dovrebbero essere...) disponibili anche presso la Segreteria della Presidenza del Consiglio.

sabato 11 febbraio 2012

Ancora più trasparenza! Rimuovendo imbarazzi e incompatibilità, piena fiducia al Sindaco, Massimo D’Avolio.


Alcune intercettazioni contenute nell’Ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di mandante e esecutore degli incendi ai due negozi della scorsa estate (di cui, tra i primi, abbiamo dato nota su questo blog mettendo in evidenza alcuni punti oscuri), pongono figure della maggioranza e, addirittura della Giunta di Rozzano, in condizione di assoluto imbarazzo e inopportunità. Il Quotidiano Nazionale ("Il Giorno"), nelle pagine del Sud Milano, ne ha dato ampia visibilità quest'oggi.
Stando alle intercettazioni, divulgate da qualcuno, violando probabilmente la legge e il segreto istruttorio, il ViceSindaco Salvatore Rizza e il Consigliere Franco Cuvello si sarebbero adoperati per aderire alle richieste di uno degli arrestati di aprire una sala giochi in Via Oleandri. 
Il cedimento ad un ricatto, seppur per legittimo timore, porrebbe le figure istituzionali, qualora fosse accertata la veridicità dei fatti, in totale e assoluta incompatibilità a ricoprire quei ruoli. 
Il Sindaco di Rozzano, che giustamente non ha mai voluto incontrare gli equivoci personaggi, ne esce limpido e saprà, certamente, porre rimedio al danno di immagine per la città e alle incompatibilità che risulterebbero dall’inchiesta.

Piazza Fontana: "Bloccata per ghiaccio!"

La progettazione di piazza Fontana, di cui abbiamo parlato più e più volte nel blog, continua a mostrare i suoi limiti. Durante queste settimane è stato il Generale Inverno a metterci lo zampino.
Si sa, a gennaio e febbraio si rischiano temperature rigide che possono portare neve (anche Alemanno, sindaco di Roma, se n'è accorto) e ghiaccio.
Ecco, per questo secondo aspetto se ne sono accorti gli operatori di API, che, probabilmente allertati dal capitombolo di qualche gentile dama, hanno posto delle barriere con i cartelli "ATTENZIONE PAVIMENTAZIONE SCIVOLOSA" ai bordi di piazza Fontana...
La finitura della piazza, sin dal primo anno, ha mostrato questi ed altri limiti, a sottolineare che - e lo ribadisco per coloro che non sanno come funziona il processo che porta ala realizzazione di un manufatto pubblico - sommariamente, un conto è l'approvazione di un opera (fase 1, volontà politica,

I Parcheggi a Quinto: un problema da MULTA!

Proprio oggi ho potuto sperimentare per l'ennesima volta il problema del parcheggio a Quinto dè Stampi, figlio della storia urbanistica della frazione e della non volontà di risolverlo da parte dei cittadini residenti, che ad ogni proposta prima oppongono un diniego, poi ... anche. Ed ogni possibilità di soluzione diventa sempre più difficile se non nell'ambito di una ristrutturazione complessiva della frazione che è in corso ma che richiederà tempi lunghi; ed intanto volano le multe!
Dovendo recarmi in via Mincio (angolo via Europa) ho percorso per tre volte la via Europa stessa, via Mincio, via Tagliamento, via Tevere e via Arno senza trovare un singolo posto per parcheggiare la mia auto!!!

Beduini in Palestina, la storia emblematica dei nuovi David e Golia.


Il campo profughi di Shu’fat, 30 mila anime accalcate in un chilometro quadrato di terreno, 15 mila delle quali hanno il riconoscimento di “profugo” (con la possibilità di accedere a Gerusalemme), ha il suo nuovo ceck point. La tipologia è quella dei grandi ceck militari di Kalandia e di Betlemme, con torrette, muro alto 9 metri e lunghi corridoi in filo spinato da attraversare a piedi.
Di questa novità ne risentono soprattutto le comunità di Shu’fat e di Anata (quest’ultimo 17 mila abitanti in 4 chilometri quadri). La mattina per attraversare il nuovo ceck point occorrono circa due ore e un qualsiasi giovane soldato può rispedire indietro una donna, un anziano o un’ambulanza.
Anata, oltre il ceck point, ha ricche falde acquifere. La compagnia israeliana dell’acqua gestisce i pozzi di Anata presenti in Area C, aree sequestrate dall’esercito per “ragioni militari e di sicurezza nazionale”.

Casarini a Servizio Pubblico mi ha convinto: "non posso farmi curare da chi mi ha avvelenato!"

Tremonti insiste che la politica sta tornando, ma se torna Lui... Dio ce ne scampi. Durante la trasmissione Servizio Pubblico di Santoro dello scorso giovedì non ho potuto che condividere le affermazioni di Casarini - leader del fu movimento dei "disobbedienti" diventato popolare durante il G8 di Genova nel 2001 - che, dopo aver potuto interloquire con un "brillante" Tremorti ha concluso affermando che, qualunque siano state le sue capacità precognitive sulla crisi, non ha fatto altro che accentuarla e difendere gli interessi dei pochi sui molti.
Ha concluso, sottolineando, che "..non possiamo farci curare da chi ci ha avvelenato!".

giovedì 9 febbraio 2012

Non si placano i rumori: in via Nilde Iotti la notte è sempre "bianca"....


Da quando è stata allacciata la rete del teleriscaldamento dell'Aler alla centrale termica del quartiere Alboreto, snodo fondamentale del progetto complessivo dell'Amministrazione, molti residenti affermano di passare notti insonni.
Stamane sono stato di nuovo nei pressi della centrale, alle 6.30, e sembrava di essere vicino alla bocca di un dinosauro raffreddato: un respiro profondo e cupo, denso di basse frequenze e pulsante...
Dopo l'acquisizione del contratto Aler, Ama ha provveduto a incrementare la potenza installata portandola a regime. Di fatto, la centrale termica è più che raddoppiata e, nonostante fosse stata pensata con un eccesso di potenza di riserva, in assenza della seconda centrale (quella di via Monte Amiata in costruzione), sta probabilmente funzionando al di là dei limiti di progetto, causando i disagi di cui sopra.

martedì 7 febbraio 2012

Un nuovo "solco" per il Groove... L'amministrazione lascia spiragli per la continuazione della musica...

Dopo l'incontro con gli assessori Agogliati e Rizza si intravvede la riapertura delle porte del Groove, il locale Arci dedicato alla musica di "pregio" a Valleambrosia.
Il Sindaco, su indicazione e sollecitazione derivante da una denuncia del Groove alla Procura da parte di un cittadino che vive nelle adiacenze e susseguenti misure di Arpa, aveva emesso un'ordinanza che limitava alla mezzanotte la musica.
Sin da subito, vista l'accoglienza del vicinato, i gestori, Andrea e Sonia, fratelli di "note", avevano dato disponibilità ad un intervento a migliorare la situazione acustica ed ambientale, per mantenere i rapporti di buon vicinato ma senza far naufragare l'attività.

"Il Sindaco di tutti" parte 3: Breve storia urbana dello IACP.



A completamento della storia della nostra città, retta da Giovanni Foglia per i 25 anni che vanno dal 1960 al 1985, credo sia importante ricordare la cronistoria del quartiere Aler, fu Iacp.
Gli avvenimenti iniziano con la crescente richiesta, negli anni intorno al 1960, di alloggi popolari causata
anche dai primi massicci movimenti migratori.
Il comune di Milano fu così indotto a predisporre un piano per la realizzazione di 120.000 vani, affidando allo IACP la realizzazione di circa l’80% di essi. Tale piano porterà alla realizzazione di quattro grandi quartieri alla periferia di Milano: Gallaratese e degli Olmi a Ovest, e Gratosoglio e Rozzano a Sud.
La scelta di localizzare un insediamento nell’area di Rozzano ha diverse motivazioni: la vicinanza con Milano, la localizzazione lungo l’asse di penetrazione di via Missaglia e soprattutto l’immediata disponibilità di aree lottizzate in cui è già stata approvata l’urbanizzazione primaria.
Nel 1961 la proprietà Ferrario di Gambarone, che aveva ottenuto qualche anno prima una convenzione di zonizzazione privata con l’amministrazione comunale di Rozzano, prende contatti con il comune di Milano e lo IACP proponendo la vendita di questi terreni.

Facciamo presto a recuperare la villetta ex-mafiosa: il degrado avanza.

A Rozzano la mafia (quella tosta, con armi in pugno e grinta facciale) non ha mai attecchito.
Da noi c'è stato in passato un diffuso malaffare di seconde linee, che vivevano di spaccio, truffe e rapine da borgata, cresciute grazie ad un sottobosco fertile di povertà e ignoranza, figlia di un'emigrazione di massa che ha catapultato in pochi chilometri quadrati "un'umanità in cerca d'autore".
La fase più acuta si ebbe, negli anni recenti, con la strage di Cosco del 2003, condannato a 20 anni, per debiti di droga, ma si è trattato, appunto di un picco isolato.
La città reagì scendendo nelle strade in massa (e venne creato il nome della lista che avrebbe portato Maria Rosa Malinverno a contrapporsi al suo assessore D'Avolio nel 2009: "Io Amo Rozzano", apposto sulle maglie dei partecipanti).

La malavita rozzanese dietro agli incendi di Anselmo e Cuvello. Il magistrato mette una pietra sulle polemiche?

L'inchiesta dell'antimafia ha portato alla "criminalità' comune" rozzanese.
Gli incendi degli esercizi dei consiglieri Anselmo e Cuvello della scorsa estate hanno portato all'arresto di Leonardo Triglione e Carlo Fabiano, due pregiudicati locali, il secondo indicato come braccio operativo. I riscontri dell'indagine congiunta indicano che tutto cio' e' stato originato dalla presunta promessa non soddisfatta della possibilità di aprire una sala giochi in via Oleandri. Questo il risultato ottenuto dal magistrato Tatangelo.
Il Sindaco Massimo D'Avolio, dal sito del Comune, dichiara “Mi congratulo con l’Arma dei Carabinieri, in particolare con la Tenenza dei Carabinieri di Rozzano e con la Procura di Milano, per il risultato delle indagini che hanno portato all’arresto del mandante e dell’esecutore materiale dell’incendio di una delle due attività commerciali".

lunedì 6 febbraio 2012

Non voglio pagare per le loro tette più grosse....

Non capisco perchè lo Stato debba farsi carico della sostituzione dei seni delle 4500 pazienti stimate che in Italia hanno effettuato operazioni di chirurgia mastoplastica con le "PIP" (Poly Implant Prothese).
Le PIP sono centro di uno scandalo perché ritenute pericolose. Impiantate in Italia dal 2001, sono state prodotte dall'azienda di Jean-Claude Mas, ora arrestato dalle autorità francesi.
Mas usò un un gel siliconico "low cost", diverso da quello dichiarato, che si è dimostrato pericoloso sia per il maggior rischio di rottura delle protesi, sia per le reazioni infiammatorie. Nessuna evidenza, comunque, di «rischi cancerogeni» come ha ribadito il ministro della Salute, Renato Balduzzi, illustrando alla commissione Sanità del Senato, i dati del "censimento" voluto dal ministero dopo lo scandalo.
Il ministro, così come indicato dal Consiglio superiore di sanità, ha dichiarato che il servizio sanitario nazionale si farà carico delle sostituzioni delle protesi difettose anche quando impiantate per fini estetici, se ci sarà «l'indicazione clinica specialistica».

"Il Sindaco di tutti" parte 2: Il ricordo "scomodo" di Foglia, sindaco della Rozzano immigrata.

Domenica 29 gennaio, a 25 anni dalla sua scomparsa, l'Amministrazione comunale di Rozzano ha ricordato il suo sindaco Giovanni Foglia. Egli guidò la città durante il suo boom negli anni dal 1960 al 1985, governando l'immigrazione con la creazione e la definizione di quel nuovo concetto di città "alla rovescia" che è Rozzano: l'unico esempio di una periferia centrale e centrica.
Nel 1985, terminata la lunga esperienza amministrativa a capo della città, Giovanni Foglia ha proseguito l’attività politica come consigliere comunale a Rozzano e consigliere della Provincia di Milano. Si è spento dopo una breve malattia il 29 gennaio 1987.
Ecco l'ultimo discorso in Consiglio Comunale di Giovanni Foglia.
Secondo alcuni degli intervenuti alla cerimonia, il sindaco Massimo D'Avolio non si sarebbe pronunciato pubblicamente con un discorso, limitandosi alla deposizione di una corona di fiori, affermando e sottolineando così la distanza che lo separa da Foglia.
Conosco abbastanza bene Massimo D'Avolio, e credo che, in realtà, con la sua partecipazione silenziosa, abbia realmente voluto rappresentare il suo rispetto per il nostro personaggio popolare.
Foglia è colui che ha fatto sì che Rozzano, intesa come cittadina, si realizzasse per ciò che è oggi.
La costruzione del Comune

Attenzione al "Phishing": un tentativo alla mia mail...

Nella foto la mail incriminata che ho ricevuto al mio indirizzo di posta elettronica.
Si tratta di un "classico" tentativo di furto che sarebbe passato da un server fasullo ma capace di derubare al malcapitato i numeri ed i riferimenti della propria carta di credito.
L'indirizzo mail di provenienza sembra rassicurante (sostegno@sicurezza.visa.it), così come la comunicazione di un ID nunber per la connessione....
Peccato che vi sia un italiano approssimativo e che non esista la possibilità di connettersi (per verifica) al server di provenienza della mail stessa.

domenica 5 febbraio 2012

COMUNICATO STAMPA - Palestina e Israele: missione dei comuni del milanese con il presidente Massimo D'Alema. Visita alla scuola di gomme italiana.


GERUSALEMME ,  1 febbraio 2012 –  Una scuola nel deserto per ricordare che il diritto all’istruzione è di tutti e per tutti.  E proprio in questa scuola, realizzata ad al Khan al Akhmar (Cisgiordania) nel 2009 dall’ONG italiana Vento di Terra che l’onorevole Massimo D’Alema, Presidente della Fondazione Italianieuropei,  incontrerà il vice ministro dell’Istruzione palestinese  Hisham Khael ed i rappresentanti della comunità beduina  palestinese Jahalin.
L’incontro, promosso dal Consolato Italiano a Gerusalemme, Vento di Terra ONG, dal Fondo Milanese per la Cooperazione allo Sviluppo e dall’assessorato alla Cooperazione del Comune di Rozzano (MI), sarà un momento di dialogo e di confronto con le popolazioni beduine che da anni vivono in condizioni d’isolamento e soffrono per la mancanza di infrastrutture e servizi. “La scuola del villaggio,  oltre ad essere un importante risultato dell’intervento della Cooperazione Italiana all’estero, rappresenta uno strumento indispensabile per difendere lo sviluppo locale, la cultura del rispetto e della pace e per dare ai piccoli della comunità beduina palestinese un futuro”, afferma Massimo Annibale Rossi, Presidente Vento di Terra ONG.

"Il Sindaco di Tutti" parte 1: il ricordo di Franco Chionna al ventesimo della sua scomparsa. Note di attualità.

Inizio, con questo post, una serie di riflessioni sulla Rozzano di oggi e le sue origini, prendendo lo spunto dalle celebrazioni del 25° anniversario della scomparsa di Giovanni Foglia, sindaco per un quarto di secolo della nostra città.
Per iniziare, riporto un contributo di Franco Chionna del 2007, un post di allora sul web-magazine "rozzano oggi", al ventesimo anniversario dalla scomparsa di Giovanni Foglia.
Alcune "pennellate" d'inchiostro dell'amico Franco (storico giornalista della città) che ricordava il contributo di Foglia alla città, reso epico dalla distanza temporale...
Marco Masini


Rozzano. Ricorre in questi giorni il ventesimo anniversario della scomparsa di Giovanni Foglia, primo cittadino a Rozzano dal 1960 al 1985, per ben cinque legislature. Partigiano e dirigente del PCI negli anni cinquanta, è stato anche amministratore del comune di Merlino nel lodigiano, quindi Sindaco a Rozzano, infine Consigliere Provinciale. E' stato un politico che, con il suo quotidiano vissuto, ha dedicato la sua vita alla città, conseguendo risultati eccezionali sia per quanto riguarda la struttura urbana, sia per il livello delle dotazioni pubbliche realizzate.

Saluti da -25°C!!

Il paesaggio e la foto non riescono a farlo capire, ma stanotte ci son stati ben -25 gradi sotto lo zero!!
Solo nel 1996, a Chicago negli Stati Uniti sentii un freddo più freddo (-40°C), ma lì si era esposti ai terribili venti polari. Non ti aspetti in Val d'Aosta, a 1700mt. una temperatura così bassa.
L'auto non riesce a partire, nonostante il pieno di diesel invernale...
Marco Masini

giovedì 2 febbraio 2012

Ambiente Rozzano: una proposta per l'albero di Natale 2013. Collaborazione cercasi.

Natale è passato da non molto, ma riceviamo e pubblichiamo la comunicazione dell'associazione Ambiente Rozzano relativa ad una proposta per il prossimo anno.
Ambiente Rozzano si occupa del territorio della nostra città, e ne cura e valuta la sua salubrità con iniziative di educazione, sorveglianza e proposta normativa e altro ancora.
"Il Natale è una festività ormai spesso ridotta ad una festa del consumismo, dove alle tradizioni abbiamo per lo più affiancato una rilassatezza dei costumi che poco si addice al parco nascituro, che in una stalla viene al mondo scaldato dal naturale tepore di due mansueti erbivori. 
Pochi consumi e totale riciclabilità....
Prendendo spunto da questo e da una iniziativa che abbiamo visto posta in essere nel luogo simbolo d'Italia e della religiosità popolare, Assisi, Ambiente Rozzano intende proporre all'amministrazione la realizzazione del prossimo albero natalizio con bottiglie di plastica

mercoledì 1 febbraio 2012

Pericolo chimico sulla Pavese: rettifica

La situazione segnalata nel post rimosso quest'oggi alle 13.00 in merito a quanto indicato nel titolo ed alle foto lì pubblicate non si riferivano all'azienda Publinova Italiana srl, citata per errore nel post.
La situazione specifica resta problematica ma non si riferisce all'azienda succitata.
Ci scusiamo per l'improprio errato riferimento.
La nebbia del giorno delle foto non aveva permesso l'esatta identificazione dei confini dell'area.
La sensibilità e l'attenzione al tema della salute pubblica rozzanese ci ha portato ad una valutazione avventata.
Marco Masini