venerdì 11 novembre 2011

Una fermata dell'autobus che non soddisfa

Il cosiddetto Ecomostro di Quinto nasconde un servizio a "scarto ridotto": una fermata dell'autobus che avrebbe dovuto essere a servizio della scuola ma che, alla fine, ha la dimensione adatta per un servizio condominiale.
Per questa fermata si battè in modo molto fermo la Prof.sa Serena Fabbri, ex consigliere comunale ed oggi direttrice del II Circolo.
Alcune indicazioni sono state raccolte (la pensilina), ma non quella più importante, relativa alla necessaria dimensione per l'accoglienza degli studenti, ove possano trovarvi rifugio anche durante le giornate di pioggia.
C'è un sistema decisionale e di controllo da verificare: furono date garanzie in questa direzione da più parti, ma alla fine non sono servite a nulla.

Su questi piccoli aspetti occorre verificare i processi ed i veri luoghi di decisione, affinchè anche per piccole cose (come una fermata dell'autobus) si possano ottenere i risultati attesi.
Marco Masini

2 commenti:

  1. Giusto una domanda: ma il parcheggio su via Isonzo costruito a ridosso della palazzina è pubblico o privato?

    RispondiElimina
  2. Dovrebbe essere ad uso pubblico.
    MM

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.