venerdì 30 settembre 2011

Dov'è il fotovoltaico?

Richiesto per anni dal sottoscritto, almeno sui tetti dei principali edifici pubblici, non si è ancora nemmeno partiti ad istruire la pratica.
Ho offerto anche di realizzarne la progettazione preliminare gratuitamente, ma niente (ci pensa AMA e studi consociati/associati).
Ho proposto formule varie di finanziamento anche gratuito, ma niente (facciamo con i nostri finanziatori attuali).
Ho pensato che sarebbe potuto servire per contribuire al rilancio economico di un comune dove le bollette lievitano anche del 40% e all'ambizioso obiettivo 20-20-20 europeo, ma niente (meglio il CONSIP?).

martedì 27 settembre 2011

Occhi Aperti... e lingua lunga!

Un'altra sorpresa nel consiglio comunale di ieri sera è costituita dall'intervento "fuori dalle righe" di un rappresentante del pubblico (del comitato neo-costituito Occhi Aperti), che, all'apertura della discussione sulla modifica alla convenzione del  PII di Quinto Via Arno/F. Maggi ha voluto gridare all'indirizzo del Presidente del Consiglio e del Segretario segnali per il ritiro della delibera per irregolarità nella fase di istruzione della pratica.
Dopo reiterate richieste di tornare tra il pubblico, è stata allontanata dall'aula dalla Polizia Municipale.

A prevenire la demolizione della “Scuola di Gomme” di Alhan Al Ahmar (Palestina).

Riporto per intero l'Ordine del Giorno che il sottoscritto ed il consigliere Gabriele hanno sottoscritto, e che il consiglio (solo chi è rimasto in aula dopo l'apertura giudiziaria) all'unanimità ha approvato, a cercare di salvare la "scuola di gomme".

Premesso che


- Dal 2004 il Comune di Rozzano è impegnato in qualità di capofila in diversi progetti di solidarietà e sviluppo in Palestina, progetti rivolti soprattutto ai giovani e ai bambini.
- In un villaggio beduino (Al Ahmar), sulla strada che porta da Gerusalemme a Jerico, anche grazie al supporto economico e politico del Comune di Rozzano, esiste una scuola elementare dove ogni giorno gli alunni sono costretti ad affrontare il timore dell'arrivo delle ruspe o dell’esercito israeliano (Siamo in area “C” degli Accordi di Oslo, ovvero, “territori palestinesi sotto il governo civile e militare israeliano”).

Bilancio 2011: ricognizione

Il 26 settembre è stato davvero un consiglio comunale "ricco".
Oltre alla questione giudiziaria, di cui si occuperanno gli organi inquirenti e di cui abbiamo scritto, si è trattato anche la cosiddetta ricognizione dello stato di attuazione e conseguente riequilibrio. Si tratta, in sostanza di un atto che, dopo 8 mesi di gestione, sistema i conti con una verifica puntuale delle spese e degli incassi.
Per la preparazione a questo consiglio comunale, la commissione Risorse presieduta dal consigliere Moro, si è riunita lo scorso giovedì.
A me piace l'approccio "alla Pareto" e, duqnue, anche se spesso si nascondono grandi problemi nei piccoli numeri, nella sostanza, se si vuole essere efficaci, si deve puntare ai grandi numeri.

Consiglio Comunale: denunce e accuse da sbrogliare dal Magistrato...

Nell'ultimo Consiglio Comunale di ieri, lunedì 26 settembre, si è consumato il distacco dei consiglieri Anselmo e Coniglio (assente) dalla maggioranza che governa Rozzano dal 2009.
Non si è trattato, come già riferito, di motivi strettamente politici, ma di un vero e proprio j'accuse nei confronti del Sindaco e di alcuni assessori (Piscelli, Rizza, Pasqui), rei, a dire di Anselmo, di omissioni, di menzogne e ruberie di varia natura.
Tutto è cominciato a causa dell'incendio della panetteria "Delizie del Forno" di proprietà di Anselmo, che a tutt'oggi risulta ancora chiusa, e del successivo rogo al gazebo e banchetto permanente del consigliere PD Cuvello.

Festa per il nuovo Cardinale o festa della Polizia?

Domenica ho avuto occasione di partecipare alla festa in piazza Duomo per il welcoming del nuovo Cardinale Angelo Scola, con fastoso passaggio di consegne dal suo predecessore Tettamanzi.
Di fronte al sagrato, monsignor Scola, oltre che un gran numero di fedeli, curiosi e festanti, si è trovato di fronte una parata militare e un grandissimo numero di poliziotti e carabinieri in tenuta antisommossa.
Per chi ne fosse stato impressionato (come alcuni turisti giapponesi che mi hanno chiesto lumi - pensavano si trattasse del Papa), credo che occorra spiegargli che il confine tra sacro e profano sta abbassandosi, e non solo dal punto di vista della sicurezza....
Marco Masini

sabato 24 settembre 2011

MM Assago: al disabile diciamo no.

L'accesso alla nuova stazione metropolitana di Assago e' consentito tramite un lungo ponte che mette in sicurezza l'attraversamento pedonale, peccato pero' che si tratti di una "barriera architettonica".
Da prima delle vacanze agostane l'ascensore per consentire ai disabili di utilizzare la MM e' guasto, e non se parlerà della sua riparazione che tra qualche tempo (gli impiegati ATM non hanno informazioni in merito).
La stazione di Gessate (a detta dell'ex - per fortuna - sindaco di Milano Moratti) e' partita in pompa magna per navigare in acque torbide: per alcuni!
Marco Masini

Uniti per Rozzano??? Finalmente lasciano...

I consiglieri di quella che fu la lista civica Uniti per Rozzano hanno annunciato informalmente alla coalizioone che lasceranno la maggioranza consiliare. Con una comunicazione all'assemblea lunedì sera formalizzeranno il distacco.
Dopo un impegno significativo profuso durante le amministrative del 2009, e senza apparente motivo di carattere politico, interrompono la loro "collaborazione" con questa compagine di governo.
Ho messo collaborazione tra virgolette, perchè, seppur sforzandomi, non ricordo alcun atto significativo e degno di nota che la lista civica ed i loro rappresentanti lasceranno ai posteri, se non alcune prese di posizione particolarmente discutibili.

Commissione Territorio: maggiore valore per Quinto

Questa sera si è tenuta la riunione della Commissione Territorio, dove è stato discussa la modifica della convenzione per il Piano Integrato di Intervento di Via Arno a Quinto dè Stampi.
Si tratta della trasformazione di un capannone industriale dismesso da diversi anni che insiste e copre tutta la superficie a ridosso di via Franchi Maggi, con un intervento residenziale che riduce la superficie coperta di oltre il 50% apportando nuovo valore e servizi alla frazione. In particolare una rotonda per la messa in sicurezza e ilmiglioramento della viabilità delll'asse Franchi Maggi, un completamento della ciclabile a congiungere Quinto a Valleambrosia, completando l'attraversamento del ponte sul Lambro, asfalto fonoassorbente per migliorare il clima acustico dei giardinetti, un attraversamento da via Arno al parco giochi di via F. Maggi, con l'acquisizione di terreno privato a pubblico, ed un complessivo miglioramento dell'aspetto e della vivibilità di questa parte della frazione. Verranno anche realizzati dei parcheggi aggiuntivi.

martedì 13 settembre 2011

Aboliamo il "Porcellum"

Ritengo l'iniziativa referendaria in corso una "milestone" tra le nostre attività di settembre. Se avremo raggiunto le 500mila firme, il Parlamento ed il Governo non potranno che agire per realizzare quella riforma della legge elettorale che ci potrà far tornare a scegliere i nostri rappresentanti.
Lo scippo che Calderoli, la Lega e i supporter della porcata fecero fu una vera porcata. I "federalisti" hanno centralizzato nelle segreterie dei partiti la scelta dei rappresentanti "del popolo". Dobbiamo riprenderci la legalità costituente.
Lo scenario è drammatico: nella raccolta firme si stanno muovendo ufficialmente solo il gruppo referendario della società civile, Italia dei Valori e Sinistra E Libertà. Il PD sta facendo melina. Non prende posizione perchè all'interno continua a prevalere il problema del "ma anche" di veltroniana memoria che li tiene incollati e immobili su scelte fondamentali per il Paese, ma il popolo PD alle feste del partito si attrezza per la raccolta...
A Rozzano, IdV e SEL stanno raccogliendo le firme nelle relative sedi e in piazza.
Firmiamo per cambiare o far cambiare la legge.
Marco Masini

domenica 4 settembre 2011

L'arte di Arto sale più in alto ( salendo sui balconi)

Sopra alla sede del PD in via Gerani il signor Arto ci mostra l'evoluzione della sua arte, verso il bicolore. Molto più visibile e quindi molto più impattante, si' da farsi temerariamente considerare sempre più famigerato...
Quando si riterrà arrivato e smetterà di imbrattare i muri cittadini?
Magari in maggiore eta' o quando troverà lavoro.
MM