mercoledì 29 dicembre 2010

Indiscrezioni economiche: il 2011 sa da fà!

Grazie al buon risultato della gara per la rete Gas (si è svolta e si è trovato un compratore, entrambe le cose non scontate) e a quello della vendita del diritto di superficie delle case di via Guido Rossa, si potrà sostenere il Bilancio Comunale per il 2011.
I continui tagli ai trasferimenti e l'incerto futuro del federalismo fiscale, minato alla base dalla stabilità del Governo e dalle ansie di protagonismo della Lega, pongono in capo agli enti locali il tema della sostenibilità delle proprie spese e di conseguenza del bilancio.

Il balletto della Prestigiacomo

Pensavamo di averle viste tutte, ed invece riescono sempre a stupirti. Il ministro Prestigiacomo è riuscita, nel giro di pochi giorni, ad uscire dal PDL ed a rientrarvi con un guizzo da faina che non è sfuggito ai più per l'elevata dose di atleticità che ha mostrato.
La ragione di tale contorsionismo sono le regole del nascente SISTRI, il registro dei trasporti per i rifiuti. Sembra che la ministra, in un impeto di reale ed appassionato spirito verde, abbia sostenuto che i trasporti dovessero essere tutti tracciati.... (?!?!?!). Che novità, direbbero i miei quattro lettori!

domenica 12 dicembre 2010

Passiamo velocemente ai LED e abbandoniamo le lampade compatte fluorescenti

Le cosiddette lampade a basso consumo (dette fluorescenti compatte) devono essere abbandonate al più presto, passando ai Led.
Secondo un'indagine condotta dalla "ItIs Foundation" di Zurigo, una fondazione di ricerca delle tecnologie collegata al Politecnico locale, si è determinato che il campo elettromagnetico generato da tali lampade produce effetti sul corpo umano di intensità tali da rendere necessario tenere le lampade a più di 30 cm di distanza.

sabato 11 dicembre 2010

Sterco e letame sulla Gelmini

Credo non si possa negare che si stia finalmente tornando alla sana e salubre contestazione non violenta utilizzando il frutto dell'attività naturale. Nel passato si usavano uova marce e pomodori. In altri casi si sono sversate tonnellate di latte nei campi. Oggi gli studenti hanno portato a casa Gelmini il risultato ultimo, il reale digerito, di quegli alimenti naturali.
Meglio la merda che la violenza.

La fontana della piazza di Quinto torna a zampillare

Dopo oltre due mesi, la fontana della piazza omonima a Quinto Stampi torna a zampillare. I solerti manutentori hanno riattivato il gioco d'acqua con un ritardo di dubbio gusto o legato alla incapacità gestionale di cui già segnalammo.
Per una fontana che si riattiva, ne resta una perennemente in manutenzione, vale a dire senz'acqua; si tratta di quella all'ingresso di Rozzano da viale Lombardia lato Pavese. Già di pessima fattura e scarsa creatività, non mostra l'accoglienza cittadina come necessario, ma anzi, rattrista il viandante che capita in città, portandolo a chiedersi semplicemente "cos'è???". Tolta l'acqua, ma anche solo con quella, la "scultura" non ha nessuna capacità d'attrazione...
Marco Masini

sabato 4 dicembre 2010