domenica 31 ottobre 2010

“LUCI VERDI” SULLE FESTIVITA’ DEI MORTI: CAMBIARE L’ILLUMINAZIONE VOTIVA CON I LED PER RISPARMIARE

Ricevo e pubblico da Amici della Terra - Lombardia
COMUNICATO STAMPA, ALLA CRONACA (AMBIENTE)
Come risparmiare 120 milioni di euro l’anno di consumi elettrici? Semplicemente sostituendo tutte le lampadine di illuminazione votiva nei cimiteri d’Italia, presi d’assalto in questi giorni di ricorrenza dei defunti.
La proposta a tutti i Comuni d’Italia viene lanciata da Stefano Apuzzo, Presidente di Amici della Terra Lombardia e dal Consigliere nazionale dell’Associazione, l’ingegnere nucleare, Marco Masini (il primo è anche assessore all’Ambiente al Comune di Rozzano – Mi).

sabato 30 ottobre 2010

36 ettari di verde e boschi in città!

Grazie all'adesione al programma regionale "10.000 ettari di nuovi boschi e sistemi verdi multifunzionali" manifestata ad ottobre 2009 dalla Giunta comunale su iniziativa, soprattutto, dell'assessore Stefano Apuzzo, il Comune di Rozzano risulta l'assegnatario di un contributo di 1 milione e trecento mila euro per la riforestazione del proprio territorio.
Confermato e suggellato dalla convenzione sottoscritta tra la Regione Lombardia - ERSAF ed il Comune di Rozzano, potremo ora realizzare una riforestazione di oltre 36 ettari per la costituzione del Parco delle Rogge e per la realizzazione di altre aree a verde in zona Valleambrosia.

Manutenzioni ordinarie: le fontane continuano a soffrire

E' ormai passato un mese da quando una delle due fontane di piazza Fontana a Quinto ha smesso di funzionare. Adesso anche la fontana all'ingresso di Rozzano dalla via Pavese, in viale Lombardia (una delle più brutte) ha smesso di funzionare.
Quest'ultima mostra ora le incrostazioni da alghe e il suo squallidume in assenza di quell'acqua che l'avrebbe dovuta caratterizzare, idealmente, con un lancio millimetrico dei pennacchi liquidi.
Mentre quella di piazza Fontana viene usata come serbatoio di sassi di discreta misura per il lancio del peso e come piattaforma per l'esplosione amplificata di petardi nelle condotte di emissione dell'acqua.

Le scuole materne che abbisognano di manutenzione

Se Rozzano ha un primato, certamente è quello dell'architettura scolastica. Nessun comune nella cintura di Milano dispone di tante e tali scuole come il nostro. Da quella dell'infanzia, alla primaria sino alla secondaria, disponiamo di eccellenze che premiano ed hanno sempre premiato l'Amministrazione.
Un simile patrimonio strutturale determina uno sforzo immane per la manutenzione. Gli operatori di API sono sempre attivi per risolvere i problemi che le scuole, soprattutto le più vecchie, hanno come connaturati o per la decadenza naturale dovuta all'età.
Segnaliamo però i problemi di due scuole materne, così come indicatoci dalle maestre e dai genitori: la scuola di via Ciclamini e quella di via Rododendri, nel quartiere Aler.

PGT: in Commissione per la nomina dell'autorità VAS

A seguito della sentenza del TAR della Lombardia del 17 Maggio 2010 relativa all'impugnazione del DLGS 152/2006 per quanto riguarda l'Autorità competente per la VAS, Valutazione Ambientale Strategica del PGT Piano di Governo del Territorio, dove si specifica che essa non può che essere sia la parte "procedente" che la parte "competente" (controllato e controllore), la Giunta porta all'attenzione della Commissione Territorio la delibera per l'individuazione dell'Autorità Competente per la VAS del PGT di Rozzano.
Si individua nel Comune di Pieve Emanuele tale Autorità; esso sarà il controllore della nostra VAS.

Il mio contributo "sostenibile" al PGT

Il PGT è in fase di composizione e presto arriverà all'attenzione della città come documento di prospettiva per l'evoluzione di Rozzano nei prossimi anni.
Si tratta di un lavoro che, in buona parte, riceverà il contributo di quanto già predisposto con il Documento di Programmazione e Inquadramento territoriale realizzato negli anni scorsi. Le modifiche ci saranno, in quanto la prospettiva proposta dalla Legge Regionale - che si estrinseca nel Documento di Piano (DdP), nel Piano delle Regole (PdR) e nel Piano dei Servizi (PdS) - è più ampia ed articolata, ma va necessariamente guidata entro criteri chiari di rispetto sociale ed ambientale. La tradizione della nostra città è sicuramente in linea con questo, a parte alcune, peraltro poche, curiose e mortificanti eccezioni.

Pronto con il passaporto...

Sinceramente, lo dico sinceramente: non se ne può più. Se solo prova a chiedere alle Camere di diventare Presidente della Repubblica, giuro che brucio la Carta di Identità!
La situazione sta degenerando giorno dopo giorno. Già la signora Lario, in arte l'ex-moglie del sig. B., l'aveva detto e lanciato come grido di dolore: "è malato, voi che gli siete vicini dovete curarlo!". Niente, loro imperterriti continuano ad usarlo come capocomico decadente, sempre più decadente.

giovedì 28 ottobre 2010

Solo i "monopoli naturali"

Nel prossimo Consiglio Comunale (presumibilmente di lunedì 8 Novembre), verrà portata al voto una delibera nella quale si intende consegnare al libero mercato, in particolare, la vendita del gas e le farmacie comunali.
L'Amministrazione intende concentrarsi sulla gestione dei "monopoli naturali", quei servizi, cioè, che un privato non potrebbe gestire efficientemente e realizzandone un profitto, ma che sono un'esigenza della collettività.

mercoledì 20 ottobre 2010

Ripartono i reattori nucleari sperimentali Enea

Apprendiamo dall'ANSA e dal sito dell'Enea, che vengono oggi riaccesi i reattori sperimental dell'Enea di Casaccia, storico sito della ricerca nucleare in Italia.
Al proposito, nessun problema. La ricerca si interruppe, anche a mio parere, impropriamente, perchè un conto è la produzione industriale, un conto è la ricerca. Con la ricerca si potrebbero superare i problemi che attanagliano ancora oggi la filiera energetica nucleare, di cui abbiamo parlato già molte volte (l'ultima il 18 settembre a proposito delle dichiarazioni ignoranti di TreMorti).

martedì 19 ottobre 2010

Rozzano: Sculture sulle rotonde. Solo brutte copie

“La Land-Art, ma l’arte nel suo complesso, sono una cosa seria: il contesto e l’originalità devono essere tenute in assoluta considerazione”. Esordisce così Marco Masini,ingegnere ed ambientalista prestato alla politica, consigliere comunale della lista Rozzano per D’Avolio. 
Già dalla loro inaugurazione, Masini ha contestato le sculture installate lungo viale Lombardia, ed in altri luoghi della città, segnalandone la scarsa originalità e l’inefficacia.

sabato 16 ottobre 2010

Pilates: non solo fitness

Da ormai tre anni, a Rozzano, ha preso spazio e ottenuto un certo successo il metodo Pilates, grazie ad una intraprendente e preparata docente: AnnaRita Gargiulo.
Ha iniziato in sordina in entrambi i maggiori centri sportivi di Rozzano, ma oggi lo insegna - in esclusiva - nello studio Movimente Pilates Academy in via Alessandro Manzoni 46 a Rozzano, a 300 mt dall'Humanitas (website: www.movimente-academy.it).
Grazie all'importante e profondo bagaglio tecnico e formativo, ha trasferito nel suo metodo (Pilates Mat Work), tutta la competenza di cui solo pochi in Italia sono capaci nel settore del fitness.

mercoledì 13 ottobre 2010

Risparmio energetico nei cimiteri

A seguito delle mie esplorazioni nel mondo dell'efficienza energetica, abbiamo trovato una interessante soluzione di retrofit per le classiche lampade votive: una lampada che emula l'attacco E14 ma a LED.
Invece di assorbire dai 3 ai 15 W per punto luce, la lampada votiva a LED ha una potenza di soli 1,3W, ed una luminosità stabile e consistente nel tempo.

ARTO: lo scarto!

Ovvero, “io scrivo negativo”. Parlammo tempo fa della parte positiva dell’attività dei writers, sostanzialmente legata ad una attività para-artistica, capace di colorare la città e renderla più bella, capaci di far tornare a significato muri e spazi altrimenti insignificanti.
A Rozzano, oltre a quei writers, opera un deficiente che si firma Arto (ed io aggiungo “lo scarto”), capace, invece, di realizzare sgorbi in ogni dove, a segnare - come un cane dalla vescica infiammata - ogni possibile angolo della città.

Masini e Apuzzo in "missione" a Perugia: il Trentino esporta CasaClima!


Il 9 ed il 10 ottobre, in missione per conto di .... Gaia, mi sono recato con Stefano Apuzzo a Perugia, per partecipare alla fiera KlimaHaus, la versione export di CasaClima.
Un'ottima iniziativa per presentare nelle regioni sensibili le possibilità offerte dalla progettazione sostenibile.
La Fiera, intelligentemente, esporta il know-how delle aziende trentine, che della qualità edilizia e del risparmio energetico ne fanno da tempo da tempo una bandiera.

Centrali a carbone...

Oggi sono passato (ed ho dormito) nei pressi della Heilbronn Power Station in Karlsruhe, Heilbronn, Germany, una centrale elettrica a CARBONE da 750MW, con altri 400MW di motore a gas di proprietà della ENBW. 
Era impossibile non notarla: due camini da 250 metri l’uno e una torre di raffreddamento da 140 metri di altezza!

domenica 3 ottobre 2010

Conferme (sich!) da Piazza Fontana

Come volevasi dimostrare. Dopo le segnalazioni dei mesi scorsi sulla piazza di Quinto, i suoi giochi e le funzioni che essa avrebbe dovuto svolgere in relazione al circondario, la nuova visita odierna rafforza le mie convinzioni.
Nel dettaglio.
Le aiuole di pochissimi metri quadrati sono diventate terra non più caratteristca della piazza: meglio coprirle con del cemento che averle così disastrate.

Cantieri della domenica...

A Quinto Stampi sta procedendo spedita la realizzazione della rete del teleriscaldamento.
Come faccio a saperlo? Perchè sono un consigliere comunale che di questo si è interessato sin dal primo giorno, ma se fossi un cittadino farei fatica a riconoscerlo. Non c'è un cartello che ne parli, non c'è un manifesto. Le informazioni da parte di Ama, Info Point e CIRP non cono disponibili: un cittadino di via Tagliamento che voleva avere qualche dettaglio è stato "rimbalzato" da tali uffici.

Ora sono ufficialmente "ABUSIVI"

Dopo la nostra segnalazione, e grazie all'attenzione generata anche nei mesi scorsi, la Polizia Municipale è intervenuta prontamente ad apporre la segnalazione "ABUSIVI" ai cartelloni stradali pubblicitari di cui abbiamo parlato nel precedente post, ed anche in altri.
Sarà stata loro comminata anche la multa dovutagli, ben €380 (!!).
Il problema è che restano lì e che non sono stati sufficientemente coperti.