lunedì 26 luglio 2010

Giovani d'oggi...

Tram linea 15, 9.00 antimeridiane. Salito al capolinea di Rozzano, mi siedo in prossimità della cabina di guida. Al volo sale un ragazzo. Sembra uno studente. Zainetto, maglietta e jeans. Occhiali scuri.
E’ tardi, devo essere in via Cusani alle 10.00. Spero di farcela.
Il ragazzo di fronte a me toglie le cuffie dell’i-Pod, e si accascia su se stesso. Dorme, o simula. Comunque ha passato i 15 minuti sino alla fermata di piazzale Abbiategrasso in parziale ebetismo semi-incosciente, senza dare apparenti segni di vita pensante.

Dove i pioppi cipressini resistono.

A Buccinasco i pericolosi pioppi cipressini continuano imperterriti a levarsi fieri verso il cielo, ad opporsi all’inevitabile taglio che il loro esistere a bordo tangenziale sembra destinarli. Con sprezzo del pericolo ho azzardato una fermata in corsia d’emergenza per fotografarli, e tenerne memoria.

Sorprese da supermercato...

So che per qualcuno sarà difficile da credere, ma a volte i supermercati (così come il caffè) possono riservare delle sorprese rispetto al comun pensare.
Tra le leggende metropolitane sugli alimenti, un ruolo di rilievo è assunto dalla contaminazione alimentare. Interessante il fatto che si vocifera che nella polvere di caffè risulterebbe accettabile qualche punto percentuale di… scarafaggi, perché risulta, sostanzialmente, inevitabile potersene liberare del tutto; perciò li si tollera in quantitativi minimi se non problematici per la salute.

Nuova intestazione e immagine

I sempre più frequenti richiami all’urbanistica, al territorio, alla politica ed alla società in genere che vive ed agisce nella città, ci hanno portato ad immaginare “RozzanoFuturo” come una casa in costruzione. Ma non una casa qualsiasi, bensì una casetta accogliente, familiare, basata sulla bioedilizia, compatibile con una dimensione ancora umana e di confronto per la scelta delle finiture!

Fasci d'erba secca, sporcizia e incuria: ATM Milano o Kathmandu?

Senza far dispetto agli abitanti della città orientale, ma sembra che i suoi sobborghi possano essere portati ad esempio ai dirigenti ATM per decoro e ordine!
Riprendendo una lettera esposto al presidente di ATM inviata dal gruppo Italia dei Valori nel 2008, da condividere in toto, segnaliamo che il tempo passa ma il problema persiste: una passeggiata lungo le rotaie rende merito al degrado che continua e del quale nessuno sembra occuparsi (se non con la cadenza trimestrale che la solerte ATM mette in pista secondo le sue disponibilità).

Risposte a Perazzolo e Valli

Una breve nota per rispondere ad alcune insinuazioni fatte dai consiglieri Perazzolo e Valli nell'articolo de La Gazzetta del Sud Milano, riguardante alcune mie esternazioni sulle piazze cittadine di cui ai miei post precedenti.
Alla consigliera Perazzolo segnalo che il progetto che insiste sull'area ex-Romagnoli che ha visto - tra le altre cose - la realizzazione della piazza Alboreto non ha avuto la mia approvazione come consigliere, in quanto è stato "benedetto" dalla consiliatura precedente a quella che ha visto la mia prima partecipazione nel 2004.

venerdì 23 luglio 2010

Anche nelle basi USA si sciopera...


Pochi media (ben nascosti) ne hanno dato notizia, ma il fatto è di quelli importanti.Il 14 luglio scorso un migliaio di lavoratori italiani delle basi USA in Italia hanno tenuto un presidio di fronte a Palazzo Montecitorio per manifestare il loro dissenso sui licenziamenti confermati dalla Commissione statunitense Jcpc per 91 lavoratori, 62 della base di Sigonella e 29 della base di Napoli, senza concordare con i sindacati soluzioni alternative alla ricollocazione e per segnalare che, a fronte dei licenziamenti, si continua ad assumere personale esternalizzato....
Mi vien da dire: tutto il mondo è paese, ma la situazione è assai grave.

mercoledì 21 luglio 2010

Rozzano mosca bianca

Segnalo un articolo sul Corriere della Sera, sezione milanese, dove, contrariamente a quanto si possa credere, con l'intervento di rimozione delle ultime settimane realizzato anche su sollecitazione del sottoscritto, si può apprezzare come Rozzano costituisca realmente una mosca bianca nel sempre più devastato territorio della Provincia di Milano.
Una ricerca di Italia Nostra pone la provincia meneghina tra le peggio gestite: sino all'80% di cartelloni abusivi campeggiano nelle nostre città e nelle nostre campagne.
Grazie Rozzano.
Marco Masini

56 TWh: il nuovo picco vicino al primato energetico italiano del 2006...

TWh sta per Tera Watt ora (h), ovvero mille milioni di watt all'ora. Queste sono le unità di misura che ormai occorre usare per indicare i consumi del nostro Paese. Prepariamoci, se continua così, nel giro di qualche anno, ad utilizzare il nuovo (per i non fisici) prefisso: Giga, un milione di milioni, già sentito in "ritorno al futuro" dal professor "doc" Emmet Brown, e prepariamo i nostri figli al Peta... No, non è un'oscenità, sono solo un miliardo di milioni!

martedì 20 luglio 2010

Piazza Citterio, ovvero l'invaghimento d'un esteta.

Nel dettaglio, perchè non si possono lasciare ipotizzare conclusioni o commenti inappropriati dopo la pubblicazione da parte de "Il Giorno" del pezzo intitolato "spazi inutili e pericolosi", sostanzialmente tratto dal mio post sulle piazze Alboreto e Fontana, ci tengo a commentare la citazione sul sito del Comune relativa a piazza Alboreto, per far cogliere, a chi volesse, il senso della critica espressa dal sottoscritto, in relazione alla realtà dei fatti.

La Maiolo se ne va? Speriamo, per il bene di Rozzano.


Tanto ci teneva al Comune di Rozzano, che la Maiolo è ora pronta, insieme all'intraprendente Sgarbi, a lottare per la poltrona da sindaco della capitale meneghina per il critico (vedi le recenti dichiarazioni di Vittorio che ha imbarcato la "socialmente in-utile" Tizianona e l'ex presidente Ombretta Colli). Accomunati da altri scandali in passato, tornano ora in coppia contro la Moratti, per far prevalere la logica del "l'hai fatto a noi, e ora la paghi!".

sabato 17 luglio 2010

Spariranno le lavatrici abbandonate?

E’ entrato ufficialmente in vigore il 18 giugno scorso il decreto “Uno contro Uno”, il D.M. 65/2010, che disciplina la gestione dei rifiuti da parte dei distributori e degli installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche.
La formula è semplice: nel momento in cui si acquista un nuovo elettrodomestico, ad esempio, si può consegnare in maniera del tutto gratuita il vecchio apparecchio che si sta sostituendo.
Secondo quanto disposto dall’art.1 del Decreto, il negoziante non potrà opporsi al ritiro né potrà o dovrà esigere il pagamento di alcuna somma per farlo.
Il testo del decreto infatti specifica che: “I distributori al momento della fornitura di una nuova apparecchiatura elettrica o elettronica destinata ad un nucleo domestico assicurano il ritiro gratuito della apparecchiatura che viene sostituita”.


Spigolature: il sito della Provincia è insicuro per i navigatori!

Ultime dal "mio fornitore di security": Norton 360 di Symantech. Stando ai classici parametri di valutazione per la sicurezza informatica, che considerano l'attendibilità dei siti in relazione ai protocolli di analisi degli accessi e dei potenziali rischi che ne derivano, il sito della Provincia di Milano risulta pericoloso!
Come si può notare nell'immagine riportata, Norton ritiene il sito "NON SICURO".

Ampliare un autolavaggio può causare danni!

Il territorio di rozzano, di soli 12 km²di superficie, è estremamente complesso e fragile. Ogni nuovo intervento rischia di diventare un diamante od una ferita. in questo caso, l'ampliamento di una autolavaggio, rischia di trasformarsi, a causa di troppa approssimazione progettuale e burocratica, in un esempio di criticità.
Questo intervento - si tratta del distributore Q8 di viale Romagna in località Gambarone - dichiarato all'amministrazione comunale con una semplice dichiarazione di inizio attività, ha comportato l'abbattimento di numerose alberature e la cementificazione di una roggia.

mercoledì 14 luglio 2010

Orecchie... da mercante!

I giochi di Quinto sono realizzati da Modo, un'azienda che, per queste attrezzature ha vinto l'ADI (Associazione per il Design Industriale) Design Index contest, un premio i cui criteri di selezione sono: "Vengono selezionati i prodotti che si distinguono per originalità e innovazione funzionale e tipologica, per i processi di produzione adottati, per i materiali impiegati, per la sintesi formale raggiunta. Particolare attenzione viene prestata ai prodotti che esprimano rispetto ambientale, valore pubblico e sociale, cura per l’usabilità, l'interazione e il concetto di 'design for all'."
Non si riscontra, e non potrebbe essere altrimenti essendo assegnato a priori, un criterio relativo al successo dello stesso presso il pubblico dei clienti/fruitori. Ma questo crea il vallo di separazione tra un premio e il successo del prodotto.

martedì 13 luglio 2010

Analisi critica del nuovo parco giochi di Quinto Stampi

La buona notizia è che è stata aperta l'area a parco giochi prospicente piazza fontana a Quinto.
La cattiva notizia è che, temo, i giochi selezionati non saranno particolarmente graditi ai bimbi potenziali utenti, e che occorrerà intervenire per tener conto di alcune problematiche di sicurezza ed incolumità.
Torniamo alla parte positiva. Il fatto che sia stata finalmente aperta l'area gioco è di per sè un bene, perchè, nella sua attesa, i bimbi giocavano tra le fontane e le aiuole della piazza, con qualche gradino ancora in agguato, e con il rischio, durante le giornate di pioggia, di piantare dei gran scivoloni sulle superfici "cementose" della piazza stessa...

RIQUALIFICAZIONE DI VALLEAMBROSIA? SI, GRAZIE…

COMUNICATO STAMPA
ROZZANO, MARTEDI’ 13 LUGLIO 2010: Con l’approvazione nell’ultimo consiglio comunale della nuova convenzione per l’intervento denominato Valleambrosia Nord, ad includere un’ulteriore area asfittica nella frazione, l’amministrazione continua nell’opera di riqualificazione delle vecchie aree artigianali e industriali.
Valleambrosia, in particolare, ha beneficiato di significativi interventi negli ultimi anni, a partire dalla restituzione di spazio di fruizione nell’area della chiesa, della scuola di via Aspromonte, del PII Valleambrosia Sud, con la formazione di una vasta area pedonale, spazi sociali e di servizio e recupero di superficie percolante, ed ora, con il PII di Valleambrosia Nord si consente l’allargamento della scuola materna, la sistemazione di parte della viabilità, la restituzione al territorio di spazi a verde e destinati ad incrementare la superficie destinata all’alimentazione della falda.

venerdì 9 luglio 2010

La progettazione delle piazze

 A cosa serve una PIAZZA? Dal breviario storico si può risalire alla piazza greca, l'Agorà, dove - in quanto spazio di raccolta e luogo centrale della città - vi si incontravano i grandi filosofi greci che, interrogando i passanti (perchè era previsto il fatto che ce ne fossero), procedevano nella definizione delle epigrafi e delle massime della vita. Vi era poi la piazza del mercato, animata nel momento in cui lo stesso era presente, ma comunque spazio di vita. E poi, la piazza monumentale, dove si affacciavano i palazzi governativi, e dal quale si diramavano le principali vie che adducevano alla città.

giovedì 1 luglio 2010

Un ALT al Nucleare dalla Corte Costituzionale

Proprio non ce la fanno a fare Leggi inapellabili!
Ancora una volta, e su una materia sbandierata come priorità da parte di questo Governo, il nucleare, il Legislatore (di centro-destra) non è stato capace di realizzare una norma degna di passare il vaglio della Corte Costituzionale.
E' di tre giorni fa la sentenza che abroga la Legge di inquadramento di quella materia a causa di vizi dettati dal carattere prioritario. La Legge, ritenendo che la materia fosse urgente, si arrogava l'autorità di demandare ai privati le spese e gli imegni di spesa per le nuove centrali. La Corte, stante il carattere di urgenza, riteneva che sarebbe stato necessario un impegno diretto di spesa da parte dello Stato. Non essendo così, la Corte annulla la Legge.

Integrazione al piano Valleambrosia Nord

Il Consiglio Comunale ha approvato una variazione al Piano Integrato di Intervento del PII di Valleambrosia Nord. In sostanza si amplierà accorpando un terreno oggi completamento coperto da un capannone con tetto in amianto e  un parcheggio asfaltato, che per intero coprono la superficie dell'area.
L'obiettivo è cercare di realizzare una superficie percolante di almeno il 50%, restituendo alla falda acqua preziosa, ridurre la volumetria esistente (da 15mila a 12mila metri cubi), e, con i denari derivanti dagli oneri, procedere all'estensione della scuola materna (con 3 classi/laboratori in più), sistemare la viabilità e realizzare (spostando il campo di calcio più a ridosso della Pavese) dei nuovi spogliatoi per la struttura sportiva.
Sempre dagli oneri, saranno disponibili 50mila euro da destinare anche al Parco dello Smeraldino, per le opere di manutenzione vegetale.