sabato 27 marzo 2010

Riforma sanitaria e riduzione dei grassi!

Uno degli aspetti più interessanti della nuova riforma sanitaria di Barak Obama è quello della prevenzione. Da grande Presidente quale quello che si sta dimostrando su molti aspetti, non chiede allo Stato solo un incredibile sforzo economico - a copertura della fascia più debole della popolazione costituita da circa 40 milioni di statunitensi - ma pensa anche a ridurre drasticamente le cause di incidenza delle più importanti malattie cardiovascolari e non solo.

mercoledì 24 marzo 2010

Commissione Casa? C'e', e funziona!

Lunedì 22/03/2010, in Consiglio Comunale, è stato discussa la proposta di costituzione di una Commissione Casa presentata dal gruppo consiliare Italia dei Valori (tra i firmatari lista Aria Pulita e Io Amo Rozzano).
Nel dibattito è intervenuta anche l’Assessore alle Politiche Sociali Miriam Pasqui che ha mostrato grande interesse e disponibilità nell’affrontare, un tema così importante per l’intera città, nell’ambito, tuttavia, della già costituita Commissione Consiliare Welfare e Politiche Sociali, ed ha sollecitato al contempo il Presidente della Commissione Sociale per una convocazione in tempi brevissimi.

lunedì 22 marzo 2010

La linea del 15 non si deve fermare (a Milano)

Il Consiglio Comunale ha approvato a grande maggioranza (con una sola astensione, della Lega Nord) un Ordine del Giorno per sollecitare il Comune di Milano a non sopprimere la linea 15 sino a Rozzano, così come ventilato dal vice sindaco di Milano De Corato prima e del sindaco Moratti poi.
Questa eventualità potrebbe portare a grande sofferenza i viaggiatori rozzanesi, in un momento in cui la riduzione dell'inquinamento e del trasporto privato sono una necessità improrogabile.

Modifiche al Regolamento di Igiene: un miglioramento?

Il Regolamento di Igiene che abbiamo approvato ieri notte (stanotte per chi scrive, n.d.r.) introduce due novità:
1) la raccolta differenziata per i mercatali;
2) la modifica della raccolta differenziata, da mono-materiale a multimateriale.
Per la prima questione mi par di poter dire soltanto: "Finalmente!", perchè mai ce l'eravamo dimenticati sino ad oggi. Comunque ce ne siamo già occupati in un post precedente.
Per la seconda questione, appaiono grandi opportunità e grandi nubi oscure all'orizzonte....

Eliminati i sacchetti di plastica nell'area commerciale

Anche l'Iper ci è arrivato. Dalla scorsa settimana si trovano alle casse solo sacchetti in mater-bi, carta e la sporta di plastica riusabile. Dunque tutta l'area commerciale è ora plastic-free.
Botanic fu il primo, con i soli sacchetti di plastica. Seguì Dechatlon con i sacchetti in mater-bi. Poi, circa un mese fa, Leroy Merlin, con soli sacchetti di carta.
Bene. Siamo in anticipo sulla legislazione nazionale.
Mancano ora le piccole catene discount e una parte del commercio al dettaglio.
Speriamo che la sollecitazione dell'Amministrazione serva per ottenere su tutto il territorio cittadino il risultato finale utile per l'ambiente in anticipo rispetto al ritardo nazionale!
Marco Masini

domenica 21 marzo 2010

Distretti commerciali, progetto centro e mercati

Il PGS (Piano Generale di Sviluppo) appena approvato dal Consiglio Comunale, prevede e sottolinea la necessità di arrivare a breve alla definitiva elaborazione di un nuovo Centro Cittadino e di valorizzare le attività commerciali di vicinato tramite i distretti commerciali di cui alla delibera della Regione per contributi in questa direzione, ma al tempo stesso cercando di valorizzare i mercati (attività che a Rozzano gode di un certo prestigio, vista la gran quantità che se ne realizzano).
Ebbene, ancora una volta la Romagna ci viene in soccorso.

La Svizzera è arrivata anche in Romagna

Gli EcoPoint alla romagnola: eccoli in bella vista in una delle piazze prospicenti il "Mercato Coperto" di Ravenna. Da Rozzano a Ravenna in una sorta di continuità passando da Basilea e Lugano. Una linea di trattamento differenziato che, con alti e bassi, tende a nascondere il "rifiuto". Ecco, questo è il concetto che dobbiamo riabilitare. Ciò che non ci è più utile lo chiamiamo rifiuto, perchè lo rifiutiamo. In realtà non c'e' nulla che possiamo permetterci di rifiutare: ciò che scartiamo deve tornare in ciclo.

Le feste a Ravenna

In Romagna, a Ravenna, la città detta la più trasgressiva d'Italia (confermato dalle cronache), anche i ragazzi si impegnano in feste tutt'altro che sobrie. Al di là di una presentazione apparentemente innocua tramite simpatici cartelli affissi per le vie del centro, vi leggo un "di cui" che mi ha preoccupato, soprattutto in relazione ai frequenti morti del sabato sera nella zona: "VODKA 1 euro per tutta la notte"!

Oggi è primavera, ma i fiori non ci sono ancora

Ma ci sono in Sicilia! In settimana son passato (!) da Catania, e lì, fuor di dubbio, la primavera sta già incalzando.
Fiori e profumi inusitati per noi lumbard... soprattutto in questo periodo.
I colori che ci offrono sono tutti intensi: giallo, viola, azzurro, ... una distesa che, dopo un inverno alquanto pesante, rinfranca e rigenera lo spirito ed il fisico.

giovedì 18 marzo 2010

Basta TV, basta Mr. B. e sodali spartitori

Non lo dico io, lo dice Il Sole 24 Ore: "....la Rai perde ascolti con le tribune politiche e senza Ballarò e Anno Zero, a vantaggio dei privati e, soprattutto del maggiore concorrente...Il cerchio si chiude.".
Per una informazione più sana è bene fare su ogni argomento una ricerca in internet per farsi un'idea di come stanno le cose: si riescono ad intercettare tutte le opinioni e a farsi un'idea dei fatti tramite la lettura da, se vogliamo, diverse angolazioni.

mercoledì 17 marzo 2010

Buche alla napoletana!

Mi trovo a Napoli, in una delle mie solite trasferte professionali, e ve ne voglio raccontare una che riprende la tipicità del luogo.
Arrivato in albergo alle 18, ho notato un'auto della polizia municipale sullo stradone che fronteggia la camera. Non ci faccio caso, d'altronde è solo un segno di attenzione alla zona...
Alle 20 scendo con il collega per andare a cena, e passiamo a fianco alla stessa auto dei vigili, ferma sull'altro lato della strada con le doppie frecce ed il lampeggiante acceso. Chissà come mai resta ferma così a lungo? Avrà problemi meccanici?

Amianto? Una simpatica gestione all'italiana fatta alla Dal Molin.

La notizia ha dell'incredibile: non è di prima mano, ma da fonte certa, e da prendere drammaticamente sul serio.
La base Dal Molin, nota per la cessione Prodi confermata da Mr. B. al governo americano, è passata di mano recentemente e la CMC - una delle grandi cooperative italiane - ha ottenuto l'appalto dagli americani per la costruzione dei nuovi edifici residenziali.
La base era dell'aviazione italiana, che ne usava solo una parte. In quella parte, mi è stato riportato, i nostri soldatini (ovviamente guidati da quegli incredibili ufficiali che li gestivano) si sarebbero divertiti a omettere le segnalazioni relative all'amianto presente negli edifici, ma non solo....

Il nuovo Piano di Azzonamento Acustico

E' stato discusso in commissione ambiente la nuova bozza del Piano di Azzonamento Acustico del Comune di Rozzano. La revisione del Piano Comunale di Azzonamento Acustico ai sensi del D.P.C.M. 1.3.91 e 14.11.97, del disposto regionale del 2/7/2002 nel quale la Regione Lombardia, per mezzo di una delibera di giunta, fissa nuovi criteri per la redazione dei piani di azzonamento acustico, ha lo scopo di effettuare una fotografia dello stato attuale, verificare se la classificazione acustica del territorio corrisponde alle misure e determinare un "risanamento" con gli opportuni interventi di tutela per quelle zone identificate in relazione ad un superamento dei limiti imposti per legge.

Ricominciano i lavori per il ponte

No, non quello sul fiume Kwai, ma quello per lo scavalco all'altezza della rotonda di via La Malfa.
I lavori furono assegnati ad una ATI, Associazione Temporanea di Impresa, formata da due aziende, una prevalentemente per le opere civili e una per la carpenteria metallica (il ponte vero e proprio, disegnato secondo le indicazioni delle belle arti...).

LAVORO: LA CITTA’ CREA POLI DI ATTRAZIONE.

Comunicato stampa.
ROZZANO, MARTEDI’ 16 MARZO 2010: “Una città protagonista, non lascia che l’offerta di lavoro sul territorio sia generata dal caso”. Così Marco Masini, capogruppo della lista Rozzano per D’Avolio in Consiglio Comunale, durante la discussione del PGS.
Uno degli emendamenti al PGS accolti dalla Giunta e proposti dal gruppo Rozzano per D’Avolio, di concerto con l’assessore Giuliano, prevede che la città possa facilitare ed agevolare l’insediamento sul proprio territorio di aziende che ne elevino la competitività.

UN PIANO PER LA MOBILITA’ SOSTENIBILE E PER LA DISTRIBUZIONE DELLE MERCI.

Comunicato stampa.
ROZZANO, MARTEDI’ 16 MARZO 2010: La lista Rozzano per D’Avolio, con la disponibilità degli assessori competenti in materia, e specificamente l’assessore Francesco Giuliano e l’assessore Stefano Apuzzo, ha proposto ed è stato approvato nel PGS lo sviluppo di un Piano per la Mobilità Sostenibile (PMS) e di un Piano per la Distribuzione delle Merci in città (PDM).
Il capogruppo Marco Masini riferisce che “era necessario integrare, analizzare scientificamente e programmare l’impatto di tutte le azioni in corso relative alla mobilità ciclabile, collettiva ed alternativa, nonché alla integrazione e sgravio della mobilità tradizionale ed impattante sull’ambiente e sulla salute con l’ausilio di meccanismi e agevolazioni di interscambio”.

ENERGIA ED EMISSIONI: ROZZANO IN LINEA.

Comunicato stampa.
ROZZANO, MARTEDI’ 16 MARZO 2010: Rozzano deve dare il suo contributo per la riduzione dei gas serra e per gli obiettivi di sostenibilità che il mondo intero richiede, e dunque, con un importante passaggio nel capitolo dell’energia del PGS sottolineato e rafforzato dalla lista Rozzano per D’Avolio, viene riaffermato che gli obiettivi di riduzione delle emissioni inquinanti e climalteranti sono nella misura del 10% tra il 2008 e il 2012, rispetto al bilancio delle emissioni del 2005, con riferimento all’accordo UE definito 20-20-20, che prevede un abbattimento del 20% nel 2020.

EMENDARE POSITIVO: PROPOSTE PGS DA “ROZZANO PER D’AVOLIO” ACCOLTE DALLA GIUNTA


Comunicato stampa ROZZANO, LUNEDI’ 15 MARZO 2010: Anche i politici di maggioranza contribuiscono alla strategia amministrativa in modo fattivo. A seguito della presentazione in tutte le commissioni consiliari del documento elaborato dalla Giunta comunale per il cosiddetto PGS, la lista Rozzano per D’Avolio ha voluto contribuire con una serie di proposte determinanti alla composizione delle linee strategiche di gestione.

A cosa serve: 1ma puntata

In via Buozzi, a Ponte Sesto, sono stati installati dei pali a L rovesciata. Trattiamo questo primo appuntamento del "A cosa serve", una sorta di FAQ per le amenità territoriali.
A cosa servono? Cosa sono?
Di seguito le prime due risposte.

sabato 13 marzo 2010

Ad Personam: Travaglio, Gomez e Davigo

Ho avuto il piacere di partecipare alla serata di presentazione del nuovo (purtroppo già vecchio) libro di Marco Travaglio "ad personam", svoltasi alla Camera del Lavoro di Milano giovedì 11 marzo. Il piacere è stato dovuto all'incontro con centinaia, migliaia di persone di ogni estrazione politica, censo e odore (!) che si sono accalcate nella sala in modo tale che, anche volendo, non ce ne sarebbero entrate più: l'incomprimibilità dei corpi applicata alla letteratura....

Mobilità insostenibile

Ho dovuto spostarmi per lavoro in auto da Rozzano a Vicenza, lungo la via del lavoro, la via del pendolarismo quotidiano della città metropolitana, la via sempre troppo piccola per le auto ed i mezzi che si muovono quotidianamente da e verso la città di Milano: la tangenziale e l’autostrada Milano-Venezia.
Al di là di un traffico sempre sostenuto, caratteristico di molte altre aree metropolitane europee, una cosa che caratterizza il nostro panorama viario è l’elevato, l’elevatissimo ed insostenibile traffico pesante.

Ristrutturazione senza fine: la Casa delle Associazioni.

La crisi colpisce anche le associazioni di Rozzano, indirettamente, ma le colpisce. Come? Ebbene, da mesi sono iniziati i lavori di ristrutturazione della Casa delle Associazioni di via Garofani, ma, dopo una partenza in quarta (sembrava dovessero finire in pochissimo tempo), i lavori si sono fermati e non sembrano ripartire. Cosa è successo? Ebbene, l’azienda che stava realizzando la ristrutturazione è fallita!

mercoledì 10 marzo 2010

Decreto salvaliste: la vera democrazia non risiede più in Italia

Un decreto Legge per l'INTEPRETAZIONE AUTENTICA delle modalità di presentazione delle liste. Un DL per riammettere gli incapaci, gli imbroglioni, i qualunquisti. Le liste non ammesse avevano problemi di numero delle firme raccolte, di mancanza di firme, di firme contarffatte, di ritardo, eppure, grazie al DL di INTERPRETAZIONE AUTENTICA dello spirito della legge, la maggioranza governativa fa si che loro sono più uguali degli altri. Loro se la fanno e se la cantano.
Le leggi in Lombardia, se verrà per caso rieletto un incapace del PDL, non saranno per definizione più accettabili, perchè varate da un Presidente illegittimo.

domenica 7 marzo 2010

Emergenza Haiti: una raccolta fondi dell’Unicef a Rozzano

La catastrofe haitiana è stata riportata al centro del dibattito cittadino grazie all’iniziativa per la raccolta fondi realizzata dall’Unicef al cine-teatro Fellini di sabato 6 marzo. Il coordinatore locale ha fatto bene a precisare la drammaticità di questo evento catastrofico rispetto a quello de L’Aquila e del Cile. Il punto chiave per la lettura del disastro e della sua reale portata, sta nel fatto che ad Haiti il 50% della popolazione locale (1,5 milioni di persone) ha subito il terremoto, restando uccisa, senza tetto o dispersa, mentre a L’Aquila

…la Protezione Civile che piace alla città.

Rozzano, il COM3 e la Protezione Civile quella vera, che serve e che la gente conosce più da vicino, è invece quella che al Fellini, in occasione della raccolta fondi dell’Unicef per Haiti, si è mostrata alla città. Sette nuovi volontari accompagnati dal responsabile dell’associazione locale Renato Porciello hanno ricevuto dalle mani dell’assessore Apuzzo (in missione per conto del Sindaco, indisposto) il “decreto” che li certifica angeli custodi del nostro territorio e del circondario, insieme agli anziani dell’associazione rozzanese e delle associazioni del circondario.

La Protezione Civile che piace a Bertolaso…

Gli scandali relativi agli appalti delle grandi opere del G8 del 2009, stanno lasciando un lungo strascico giudiziario fatto di malaffare, corruzione, concussione e tutto ciò che pensavamo di esserci lasciati alle spalle a partire da Mani Pulite in avanti. Purtroppo la gente italica mantiene sin dal tempo di Cesare questo ascendente verso la distrazione dell’interesse pubblico che si accompagna con i baccanali e le orgie.
La Protezione Civile si stava, nel corso degli ultimi anni, qualificando per la capacità di intervento ed il coordinamento di forze provenienti dallo Stato e dalla società civile,

venerdì 5 marzo 2010

Presentati dal gruppo 5 importanti emendamenti al PGS

La lista Rozzano per D'Avolio ha presentato 5 importanti emendamenti al PGS, il Piano Generale di Sviluppo di Rozzano. Un documento redatto secondo l'articolo 165 del TUEL - Testo Unico degli Enti Locali, e l'art.13 comma 3 del D.Lgs. 170/2006, necessario a comporre i bilanci e dare peso all'azione di governo nei prossimi 4 anni e mezzo.

Un tetto fotovoltaico!

Al Liceo Italo Calvino di Rozzano è stato installato, nella pensilina di accesso, un impianto fotovoltaico di un certo interesse per due motivi:
1) è uno dei primi a Rozzano (oltre alla triste pensilina di cui ad un mio precedente post);
2) è in un edificio scolastico, e quindi provvede di per sè a diffondere la cultura delle rinnovabili.

giovedì 4 marzo 2010

Agricoltura marginale; che lo sia!

La passione per l'orto accomuna molte persone, in particolare coloro i quali si approssimano alla pensione ed oltre. C'e' anche una frangia minoritaria, in crescita, di giovani che intendono l'orto come "naturalità" e "salubrità" delle verdure che portano a tavola.
Senza ripercorrere le problematiche che l'agricoltura marginale può comportare - derivanti da inquinamento delle acque per innaffiare, uso scriteriato di materiali di scarto, assenza totale dei controlli di salubrità generale - mi volevo soffermare sugli orti comunali, quelli assegnati con regolare bando dall'Amministrazione.

mercoledì 3 marzo 2010

Dove il cane non è amato.

Mi è parso incredibile: nell'unica area di un'associazione che si occupa di cani (il gruppo cinofilo rozzanese "C. Bianchi") ho trovato una situazione come quella della foto. Un cagnolino rinchiuso in auto senza finestrini aperti e impacchettato in un trasportino, la gabbia di plastica per il trasporto cani.
Per fortuna che non c'era il sole a cuocerlo bene.
Denunciato il proprietario dell'auto alla polizia provinciale mi sento di fare alcune considerazioni.

martedì 2 marzo 2010

Ri-Progettino i parchi gioco: diamo ai bimbi ciò che è dei bimbi!

Dopo un pomeriggio a giocare in un parchetto di Rozzano con due figlie, ti rendi conto esattamente se si stanno divertendo o meno dal tempo che impiegano a dirti "papà, quand'è che andiamo?".
Quel tempo, quando è molto corto ti fa porre delle domande, che giri alle dirette interessate. Ebbene, il terzo grado sui motivi della noia mi ha portato a comprenderne le ragioni: il parchetto, o meglio, le strutture gioco non erano adeguate alle esigenze del gioco!

Ripensiamo la città: basta ai cancelli.


Provate anche voi: camminate per cinque minuti a Quinto Stampi, o in viale Lombardia, o in qualunque altra parte della città dove le strade sono ricche di abitazioni, esercizi commerciali, aree gioco, parchetti, gente a piedi ed in bicicletta.... e dopo aver fatto un bel respiro (attenzione a non esagerare, siamo in Lombardia!) cambiate scenario, e recatevi nell'RZ6, o nella zona di Rozzano vecchia o a Valleambrosia... Notate nulla? Probabilmente si. Non c'e' vita. Non c'e' contatto tra la gente, luoghi di ritrovo, commercio. I giardini sono privati, e ovunque... CANCELLI!

La Svizzera è lontana.

Nonostante la buona volontà dell'Amministrazione di Rozzano, gli EcoPoint - fiore all'occhiello del servizio di raccolta differenziata della città - non ci consentono ancora di azzardare sino in fondo il paragone con le città elvetiche, dove tale soluzione ha preso l'abbrivio.
Durante la mia passeggiata domenicale sul territorio in aree di nuova edificazione, ho potuto constatare che al livello medio-alto dell'area e delle abitazioni lì costruite non corrispondono la cultura ed il decoro che lì ci si aspetterebbe.